Bardic: Quest for Love – L’amore ai tempi di D&D [Recensione]

Bardic Quest for Love L'amore ai tempi di D&D [Recensione]

Ecco la mia recensione di “Bardic: Quest for Love”, un dating sim ambientato all’interno di un adorabile mondo D&D!

Ho di recente avuto modo di provare Bardic: Quest for Love, il primo gioco della Breadworks Games, che ci tengo a ringraziare per averci concesso, tramite Keymailer, la chiave del gioco che mi ha permesso di scrivere questa recensione!

Prima di parlare del gioco, parliamo dello sviluppatore, il cui slogan è letteralmente “We Bake Games!”. Anche solo per questo, si è meritato la mia stima.

Simile: Pecker – Attenzione a dove metti il becco [Recensione]

Questo titolo indie mescola avventura e meccaniche D&D con un adorabile dating sim (Baldur’s Gate III??? Scherzo, scherzo. Unless…?), il tutto ambientato nella magica città di Deepharbor. Vestendo i panni di un bardo (Edmond o Edna), vi ritroverete insieme a vostra sorella, o a vostro fratello (a seconda della scelta precedente), a dover gestire una taverna che avete appena ricevuto in eredità.

Fortunatamente, ci sono molte persone che possono aiutarvi nel mandarla avanti, e, guarda caso, sono tutte disponibili a flirtare un po’. Certo, bisogna sapere come prenderle. Tra questi 12 eroi, infatti, troverete un clerico, un druido, un warlock, un barbaro ed esponenti di molti altre classi, ciascuno con le proprie inclinazioni e la propria personalità.

Bardic Quest for Love L'amore ai tempi di D&D [Recensione]
Cr: Breadworks Games

Lo scopo principale del gioco è risollevare le sorti della locanda in 4 settimane, effettuando scelte che influenzeranno il corso della storia e trovando la persona giusta con cui esibirvi al Ballo di Capodanno, il climax dell’arco narrativo del gioco.

Oltre ai suoi elementi da dating sim, Bardic: Quest for Love è soprattutto un gioco di gestione del tempo, in quanto il numero di azioni che potrete compiere ogni giorno è limitato. Bilanciare gli affari economici e gli affari di cuore, del resto, non è mai facile.

Simile: Quilts & Cats of Calico – Recensione post Beta Testing

La grafica del gioco è semplice ma molto carina, proprio nella sua semplicità. Il design dei vari personaggi ben si adatta alle loro personalità, e il tutto contribuisce a creare un’atmosfera accattivante. Nonostante ci siano un bel po’ di dialoghi da leggere (come del resto ci si può aspettare da una visual novel), le interazioni sono per la maggior parte simpatiche e coinvolgenti, al punto da farvi iniziare subito a tifare per i vostri “candidati” preferiti.

La demo che ho avuto modo di provare ha presentato qualche bug, ma conto che ciò verrà risolto entro la data della sua pubblicazione su Steam, che è prevista per nientemeno che il giorno di San Valentino, il 14 febbraio 2024. Qui abbiamo veramente dei geni del marketing, eh.

Persona 5 – In arrivo lo spin-off per iOS e Android

Persona In arrivo lo spin off per iOS e Android

Ecco il concept trailer per il titolo spin-off di “Persona 5” per iOS e Android, intitolato “The Phantom X”

Dopo un teaser nell’aprile 2021, l’editore Perfect World Games e lo sviluppatore Black Wings Game Studio hanno annunciato ufficialmente Persona 5: The Phantom X per iOS e Android. Non abbiamo ancora una data di uscita, ma si tratterà di un titolo free-to-play con acquisti di oggetti in-app.

Le iscrizioni al playtest “Infiltration Test” sono già disponibili sul sito ufficiale e il playtest stesso inizierà il 29 marzo in Cina. Sebbene l’annuncio stesso non menzioni una versione per PC, il playtest si terrà su PC e dispositivi Android.

Persona 5: The Phanotm X è un titolo completamente nuovo basato sul mondo di Persona 5 ed ambientato a Tokyo. Il gioco racconta una storia originale che coinvolge un nuovo gruppo di Phantom Thieves.

Lo stile e il gameplay di base del gioco originale risultano mantenuti, mentre la grafica appare perfezionata e l’esperienza utente e la presentazione ottimizzate per gli utenti smartphone.

SEGA e il P-Studio di ATLUS stanno supervisionando lo sviluppo e fornendo risorse, mentre la Perfect World Games e il Black Wings Game Studio svilupperanno, distribuiranno e gestiranno il titolo.

Pur basandosi sul mondo di Persona 5, il progetto è stato sviluppato come un nuovo gioco adattato alle preferenze degli utenti, alle tendenze e agli ambienti di gioco locali. Il protagonista e la sua Persona sono stati concepiti da Shigenori Soejima del team artistico di ATLUS.

Il gioco è incentrato sul tema del “desiderio” e racconta la storia di alcuni studenti che hanno risvegliato le loro “Personas”, affrontando insieme le difficoltà in un’epoca di “scarso desiderio”. Un vecchio misterioso con un lungo naso, una strana stanza sottomarina, un gufo in grado di parlare il linguaggio umano ed un altro mondo separato dalla realtà: tutti questi elementi apparentemente non collegati tra loro sono in qualche modo connessi.

Giocando, assumerete il ruolo di uno studente, frequentando le lezioni durante il giorno e partecipando ad attività come il baseball o guardare film con gli amici durante il tempo libero.

Dopo la scuola, potrete infiltrarvi nell’altro mondo, che si presenta sotto forma di palazzi dai temi differenti, e utilizzare le vostre Personas per ingaggiare battaglie ad alto ritmo contro i nemici.

Fonte