The Legend of Zelda – Il film in live-action sarà “serio” e “reale” ha affermato il regista Wes Ball

The Legend of Zelda Il film in live action sara serio e reale ha affermato il regista Wes Ball

Il regista del prossimo film live-action su The Legend of Zelda, Wes Ball, ha affermato di voler realizzare un adattamento “serio” e “reale”.

Ball, noto per la trilogia di Maze Runner e per l’imminente Il regno del pianeta delle scimmie, ha parlato delle sue ambizioni per il film di Nintendo The Legend of Zelda durante un’intervista con Total Film, affermando di sapere quanto sia importante il franchise per i fan e di voler fornire loro una “fuga”.

Leggi anche: The Sims – Un film sul gioco è in sviluppo

“Ci ho pensato per molto tempo”, ha detto Ball (e non sta bluffando, visto che ha espresso per la prima volta il desiderio di dirigere un film di Zelda nel 2010). “Voglio realizzare i desideri più grandi delle persone. So che questo franchise [di Zelda] è importante per le persone e voglio che sia un film serio. Un vero film che possa dare alla gente una via di fuga”.

Ball ammette che, se potesse, “vivrebbe” nel leggendario mondo di Zelda, quindi quando si tratta di realizzare il film live-action, spera di creare qualcosa che sembri tangibile, con molte qualità che il pubblico apprezzerà, affermando che deve “sembrare qualcosa di reale. Qualcosa di serio e di bello, ma anche di divertente e stravagante”.

Lo scorso novembre Nintendo ha annunciato l’intenzione di creare un film live-action su The Legend of Zelda in collaborazione con Sony Pictures. I dettagli su come il film si baserà sul mondo di saggezza, coraggio e potere della società di videogiochi sono per lo più un mistero, anche se Ball ha precedentemente suggerito che gli piacerebbe vederlo come “un Miyazaki live-action”.

Shigeru Miyamoto, creatore di Legend of Zelda e direttore esecutivo di Nintendo, produrrà il film insieme ad Avi Arad, produttore di una vasta gamma di film tra cui il premio Oscar Spider-Man: Into the Spider-Verse, mentre lo scrittore di Jurassic World Derek Connolly si starebbe occupando della sceneggiatura del salto di Zelda sul grande schermo.

Leggi anche: Alien: Romulus – Rivelato nuovo trailer e poster del film

I fan non sanno cosa pensare del film in live-action e al momento non è chiaro quale storia di Zelda verrà adattata o se si tratterà di un’avventura completamente nuova. Nintendo potrebbe scegliere di esplorare i titoli più recenti e di successo del franchise, come Breath of the Wild, soprattutto se questo apre la porta a un sequel.

Fonte

Switch 2: Nintendo afferma che lavorerà ancora sui giochi Switch

Nintendo switch

Nintendo lancerà la sua console di prossima generazione nel 2024, ma ciò non significa che smetterà presto di rilasciare giochi per Switch.

Il presidente della Nintendo Shuntaro Furukawa ha promesso di supportare la vecchia Nintendo Switch con giochi fino alla fine dell’anno finanziario 2025. Ciò significa che i possessori di Switch possono aspettarsi nuovi giochi Nintendo almeno fino alla fine di marzo 2025.

Furukawa ha dichiarato:

Stiamo ancora lavorando ai software per Switch per l’anno fiscale che terminerà il 31 marzo 2025.

Nel breve termine, Nintendo si concentrerà sul mantenimento dello slancio di Zelda: Tears of the Kingdom e del film Super Mario Bros., e garantisce che la Switch possa rispondere alle esigenze sia di chi compra per la prima volta, sia di chi è alla ricerca di una seconda console o di un rimpiazzo.

Nintendo sta attualmente lavorando a tantissimi titoli, come ad esempio Detective Pikachu Returns, Super Mario Bros. Wonder, WarioWare: Move It!, un remake del gioco di ruolo di Super Mario e i DLC di Pokémon Scarlet e Pokémon Violet.

Ci sono anche giochi in uscita nel 2024, come Paper Mario – The Thousand Year Door HD, un remake di Mario vs. Donkey Kong, il nuovo Princess Peach: Showtime! e Luigi’s Mansion 2 HD previsto per la prossima estate.

Secondo quanto riferito, Nintendo rilascerà la sua console di nuova generazione durante la seconda metà del 2024. A quanto pare questa nuova console di nuova generazione può essere utilizzata in modalità portatile, come Nintendo Switch, e dispone di uno schermo LCD anziché OLED per contenere i costi. Inoltre viene fornito con uno slot per cartucce per giochi fisici.

Tuttavia, la questione cruciale della retrocompatibilità con i giochi per Nintendo Switch rimane poco chiara. Nintendo deve ancora commentare i rapporti.

Correlato: Nintendo Switch 2 – La console sarà potente come una PS4 o una Xbox One, secondo Activision

A maggio, Nintendo ha affermato che il tanto atteso successore di Switch non sarebbe uscito prima dell’aprile 2024. Furukawa ha spiegato durante una presentazione agli investitori che la società non sta prendendo in considerazione il nuovo hardware nell’anno finanziario 2023/24, che terminerà il 31 marzo 2024.

Tutto ciò avviene nonostante un calo delle vendite di Switch. La console ha venduto quasi 18 milioni di unità nell’ultimo anno finanziario, in calo rispetto ai 23 milioni venduti l’anno precedente e ai 28 milioni dell’anno ancora precedente.

Nintendo non sta cercando di affrettare il lancio di una nuova console per affrontare questo declino, poiché ha previsto un altro calo per il prossimo anno.

Il presidente Furukawa ha affermato durante la presentazione:

Sostenere lo slancio delle vendite di Switch sarà difficile nel suo settimo anno. Il nostro obiettivo di vendere 15 milioni di unità in quest’anno fiscale è un po’ eccessivo, ma faremo del nostro meglio per rafforzare la domanda durante le festività natalizie in modo da poter raggiungere l’obiettivo.

A settembre, Nintendo ha dichiarato di star lavorando a un nuovissimo gioco The Legend of Zelda, escludendo il DLC Tears of the Kingdom. È quindi probabile che questo nuovo gioco di Zelda verrà lanciato sulla prossima console Nintendo.

Seguiteci per i prossimi aggiornamenti.

Fonte: IGN

Tears of the Kingdom – Non ci saranno DLC, ma Nintendo sta già pensando ad un nuovo capitolo della serie

Tears of the Kingdom Non ci saranno DLC ma Nintendo sta gia pensando ad un nuovo capitolo della serie

Nintendo ha dichiarato non rilascerà DLC per The Legend of Zelda: Tears of the Kingdom e di voler passare a un nuovo gioco della serie.

In un’intervista a Famitsu, Eiji Aonuma, produttore di The Legend of Zelda: Tears of the Kingdom, ha escluso la possibilità di rilasciare DLC per l’esclusiva Nintendo Switch.

Correlato: I 20 migliori giochi di The Legend of Zelda

“Non ci sono piani per rilasciare contenuti aggiuntivi questa volta, ma questo perché sento che abbiamo fatto tutto il possibile per creare del divertimento in quel mondo”, ha detto Aonuma.

È una decisione sorprendente se si considera l’enorme successo che Tears of the Kingdom ha riscosso a livello critico e commerciale. Il gioco ha venduto 18,51 milioni di unità il 30 giugno, appena un mese e mezzo dopo la sua uscita. Si tratta di più della metà delle vendite totali del suo predecessore, Breath of the Wild, che ne ha venduti 30,65 milioni.

Il dato è sorprendente anche perché Breath of the Wild ha ricevuto un DLC sotto forma di expansion pass che ha aggiunto modalità Master, modalità Hero’s Path, prove e nuovi oggetti.

In base ai commenti contenuti nell’intervista di Famitsu, sembra che Nintendo stia pensando al prossimo gioco di Zelda invece che al DLC di Tears of the Kingdom. Tuttavia, Aonuma non ha escluso un ritorno alla Hyrule di Breath of the Wild e di Tears of the Kingdom, per creare potenzialmente un terzo gioco.

“In primo luogo, il motivo per cui ho deciso di fare di questo un sequel del lavoro precedente è stato perché ho pensato che ci fosse un valore nell’esperienza di un nuovo gioco in Hyrule”, ha detto Aonuma. “In questo caso, se si presentasse un nuovo stimolo, potremmo tornare di nuovo nello stesso mondo. Che si tratti di un sequel o di una nuova opera, credo che sarà un gioco completamente nuovo, quindi spero che non vediate l’ora”.

Correlato: I 20 migliori giochi Nintendo di Mario

Anche il direttore Hidemaro Fujibayashi si è unito al commento: “Siamo molto grati che così tanti clienti abbiano giocato a Tears of the Kingdom così a lungo e profondamente, quindi faremo del nostro meglio per rendere il prossimo gioco ancora più piacevole”.

Fonte

Due classici giochi di Zelda approdano su Nintendo Switch Online

Due classici giochi di Zelda approdano su Nintendo Switch Online

Due classici del franchise di Zelda, originariamente pubblicati per Game Boy Color, sono ora disponibili su Nintendo Switch Online!

Due classici giochi per Game Boy Color sono approdati su Nintendo Switch Online, una notizia particolarmente gradita per chi è fan del franchise di The Legend of Zelda! A partire da oggi, infatti, sarà possibile giocare a The Legend of Zelda: Oracle of Ages e The Legend of Zelda: Oracle of Seasons su Nintendo Switch.

I due giochi sono stati pubblicati nel 2001, in un periodo in cui i Pokémon hanno reso popolare il concetto dell’uscita di due giochi in coppia. Tuttavia, a differenza dei Pokémon, i due giochi sono avventure completamente diverse, con meccaniche proprie. Dopo aver completato una delle due avventure, è possibile inserire una password nell’altro gioco, il quale poi diventa essenzialmente un sequel.

Se avete provato Link’s Awakening sull’applicazione Game Boy di Nintendo Switch Online, scoprirete che Oracle of Ages e Oracle of Seasons funzionano in modo simile. Tutti e tre i giochi sono avventure di Zelda con visuale dall’alto, con schemi di controllo simili.

Nonostante queste somiglianze, Oracle of Ages e Oracle of Seasons sono diversi da Link’s Awakening sotto molti punti di vista, e ognuno di essi ha un proprio punto di forza. Oracle of Ages è incentrato sui viaggi nel tempo, mentre Oracle of Seasons permette a Link di cambiare le stagioni.

Il franchise di Zelda è uno dei più popolari della Nintendo e l’era della Switch ha visto la serie espandere in modo significativo il suo pubblico. Breath of the Wild è diventato il gioco più venduto nella storia del franchise e moltissimi giocatori hanno scoperto la serie solo negli ultimi anni.

Per chi non conosce la serie, Nintendo Switch Online offre un numero significativo di giochi classici di Zelda, tra cui A Link to the Past, Ocarina of Time, The Minish Cap e altri ancora. Ormai sono pochi i giochi di Zelda che non sono presenti su Nintendo Switch!

Secondo alcune indiscrezioni, The Legend of Zelda: The Wind Waker HD e Twilight Princess HD arriveranno prima o poi sulla piattaforma, ma la Nintendo non ha ancora fatto alcun annuncio in merito. Per fortuna, chi ama Zelda ha ora a disposizione un paio di giochi in più per ingannare l’attesa!

Avete intenzione di giocare a questi giochi classici di Zelda? Quale pensate di giocare per primo? Fatecelo sapere nei commenti!

Fonte

Tears of the Kingdom – È già il secondo gioco più venduto del 2023

Tears of the Kingdom E gia il secondo gioco piu venduto del

Grazie al gruppo di analisti Circana, sappiamo che The Legend of Zelda: Tears of the Kingdom è già il secondo gioco più venduto del 2023

The Legend of Zelda: Tears of the Kingdom, l’ambizioso seguito di Breath of the Wild del 2017, è finalmente arrivato su Switch il mese scorso. Ora abbiamo appreso, grazie al gruppo di analisti di videogiochi Circana, che è stato, senza sorpresa, il gioco più venduto del mese. Tuttavia, Tears of the Kingdom è anche il secondo gioco più venduto del 2023, dopo Hogwarts Legacy.

Correlato: COME OTTENERE I POO PIÙ VELOCEMENTE IN THE LEGEND OF ZELDA: TEARS OF THE KINGDOM

La cosa ancora più impressionante è che i numeri di Circana relativi a Tears of the Kingdom non includono le vendite digitali del gioco, ma solo quelle fisiche, secondo il direttore esecutivo di Circana Mat Piscatella. Il fatto che sia il secondo gioco più venduto del 2023 solo in base ai numeri fisici significa che questo gioco ha venduto in modo eccezionale. E c’è una buona possibilità che diventi il gioco più venduto dell’anno se un giorno si aggiungeranno i numeri delle vendite digitali.

Ecco una panoramica dei 10 giochi più venduti di maggio 2023:

  • The Legend of Zelda: Tears of the Kingdom
  • Hogwarts Legacy
  • Star Wars Jedi: Survivor
  • Dead Island 2
  • Call of Duty: Modern Warfare 2 (2022)
  • MLB: The Show 23
  • Fifa 23
  • Mario Kart 8
  • Resident Evil 4 Remake
  • Far Cry 6

Ecco la classifica dei 10 giochi più venduti nel 2023:

  • Hogwarts Legacy
  • The Legend of Zelda: Tears of the Kingdom
  • Call of Duty: Modern Warfare 2 (2022)
  • Star Wars Jedi: Survivor
  • Resident Evil 4 Remake
  • MLB: The Show 23
  • Dead Island 2
  • Fifa 23
  • Dead Space (2023)
  • Madden NFL 23

La spesa per i contenuti dei videogiochi – software – è cresciuta del 9% il mese scorso rispetto a maggio 2022, raggiungendo i 3,6 miliardi di dollari, riferisce Piscatella. Per quanto riguarda il mercato dei giochi fisici, la spesa per il software ha raggiunto a maggio il totale più alto dal 2014. Per quanto riguarda l’hardware, il mese scorso i consumatori hanno speso 427 milioni di dollari, la spesa più alta in un mese di maggio dal 2008. La spesa per l’hardware da un anno all’altro è complessivamente superiore del 23% rispetto a quella del 2022, con una spesa di 2,2 miliardi di dollari.

Non sorprende che, visto il successo delle vendite di Tears of the Kingdom il mese scorso, la console Nintendo Switch sia stata la piattaforma più venduta in termini di unità e di dollari. Il mese di maggio 2023 è stato il maggio con le migliori vendite di Switch nella sua storia, ed è stato anche il secondo miglior mese di maggio per la spesa hardware di Nintendo, dopo maggio 2020. Tuttavia, la console PlayStation 5 di Sony è in testa al mercato hardware complessivo del 2023 in termini di vendite di unità e di dollari.

Correlato: ZELDA: TEARS OF THE KINGDOM – SEMBRA ESSERCI UN SISTEMA DI PROGRESSIONE NASCOSTO DEL MONDO ALL’INTERNO DEL GIOCO

Per quanto riguarda gli accessori, la spesa nel mese di maggio 2023 è aumentata del 14% rispetto a maggio 2022, raggiungendo i 159 milioni di dollari. Il controller wireless PS5 DualSense Edge Black “rimane l’accessorio più venduto in dollari sia a maggio che nel 2023”, scrive Piscatella su Twitter. L’Amiibo Character Pack Serie 1 di Tears of the Kingdom (la figure di Link) ha guidato il mese di maggio per quanto riguarda le unità vendute.

Fonte

I 20 migliori giochi di The Legend of Zelda

I migliori giochi di The Legend of Zelda

Sono molti i titoli del franchise di Zelda, alcuni sono ottimi e altri mediocri. Ma quali sono i migliori 20 giochi di The Legend of Zelda?

Anche per i giocatori con gli standard più elevati sarebbe difficile trovare un gioco davvero brutto nel catalogo di The Legend of Zelda, ma alcuni sono migliori di altri. Debuttato per la prima volta nel 1986, The Legend of Zelda ha visto una lunga serie di giochi sempre coinvolgenti da esplorare e conquistare. L’analisi di questa eredità ci aiuta a capire quali titoli di Zelda si distinguono dal resto come esperienze davvero eccezionali.

Correlato: I 10 GIOCHI NINTENDO DI MARIO PIÙ VENDUTI DI SEMPRE

Ogni gioco di Zelda segue le avventure del protagonista Link, spesso impegnato a sconfiggere il cattivo Ganon e a salvare il regno di Hyrule. Nonostante il mantenimento di questi elementi, il franchise si è reinventato più volte, con giochi iconici come A Link to the Past e Ocarina of Time, che sono entrati nella Hall of Fame dei videogiochi, fornendo nuovi modelli per i loro successori.

Four Swords

Aggiungi unintestazione
migliori giochi The Legend of Zelda

Four Swords è più un bonus per la versione Game Boy Advance di A Link to the Past che un capitolo a tutti gli effetti della serie di Zelda, con la possibilità di giocare in multiplayer per chi è interessato. Può essere divertente a brevi intervalli, ma non è certo un’esperienza di spicco.

Tri Force Heroes

Aggiungi unintestazione
migliori giochi The Legend of Zelda

Tri Force Heroes è un’evoluzione secondaria dell’esperienza multigiocatore di Zelda, che offre un’esperienza cooperativa perfettamente godibile ma niente di più. I livelli brevi e orientati ai rompicapo possono essere divertenti con gli amici, ma l’ampiezza dell’esplorazione e della scoperta che di solito caratterizza i giochi di Zelda non è presente in questo gioco.

Four Swords Adventures

Aggiungi unintestazione
migliori giochi The Legend of Zelda

Four Swords Adventures è il gioco di Zelda in cooperativa più elaborato, con la maggiore attenzione alla storia e con l’alternativa per giocatore singolo più curata. Anche senza amici, i giocatori possono trovare un’esperienza di gioco completa con il GameCube e sembra che il gioco abbia abbastanza potenziale da giustificare un successore di Four Swords su Nintendo Switch.

Zelda 2: The Adventure Of Link

Aggiungi unintestazione
migliori giochi The Legend of Zelda

Zelda 2: The Adventure of Link è stato un primo esperimento per la serie, abbandonando il gameplay dall’alto del primo titolo e passando all’azione a scorrimento laterale nei dungeon e nelle città all’interno di una mappa più ampia. L’influenza di Zelda 2 come RPG d’azione in 2D si sente ancora oggi, ma i giocatori dovranno superare la brutale curva di difficoltà per trovare qualcosa da amare.

Phantom Hourglass

Aggiungi unintestazione
migliori giochi The Legend of Zelda

Ambientato dopo The Wind Waker, Phantom Hourglass vede Link impegnato in un’avventura per salvare la sua amica Tetra (alter ego di Zelda). Con Tetra prigioniera di Bellum, toccherà a Link e al suo fidato compagno, il capitano Linebeck, salvare la situazione, viaggiando sulla nave di Linebeck.

Correlato: I 10 GIOCHI POKÉMON PIÙ VENDUTI DI SEMPRE

Phantom Hourglass fa un uso creativo delle funzioni uniche del DS, chiedendo ai giocatori di soffiare nel microfono e di spegnere la console per svolgere vari compiti. I controlli del touchscreen sono più ostici e l’esplorazione delle onde è notevolmente limitata rispetto a Wind Waker. Senza difficoltà che lo addolciscano, Phantom Hourglass non è un gioco particolarmente interessante.

Spirit Tracks

Aggiungi unintestazione
migliori giochi The Legend of Zelda

Spirit Tracks è il seguito di Phantom Hourglass e prosegue le avventure di Toon Link su Nintendo DS. Invece di navigare per mare, Link esplora il mondo di Spirit Tracks attraverso la ferrovia che da nome al gioco. Questo cambiamento ha diviso i giocatori a metà: molti hanno preferito questo cambiamento, mentre altri hanno sentito la mancanza del mare.

In ogni caso, Spirit Tracks segna un miglioramento generale rispetto a Phantom Hourglass, perfezionando molte idee del gioco ed eliminando alcuni punti deboli. I dungeon di Spirit Tracks sono sempre più divertenti e il gioco vanta una colonna sonora eccezionale.

Skyward Sword

Aggiungi unintestazione
migliori giochi The Legend of Zelda

Skyward Sword è il primo gioco che si svolge in ordine sparso nella linea temporale di Zelda. Con le prime incarnazioni di Link e Zelda, mostra la storia delle origini della leggendaria Master Sword. Gran parte dell’avventura si svolge sotto Skyloft, un’isola galleggiante abitata dagli Hylian dell’epoca.

Skyword Sword è noto per l’utilizzo dei controlli di movimento, che possono risultare frustranti quando sono necessari input precisi. Un’intera orda di Bokoblin può essere più facile da abbattere rispetto a un solo ragno, poiché una calibrazione imperfetta può rendere difficile il necessario movimento di accoltellamento. Un mondo e una musica bellissimi contribuiscono a rendere il gioco avvincente, ma un ritmo languido e fastidi come il compagno Fi distraggono dai suoi elementi migliori, anche se Skyward Sword HD su Switch è generalmente considerato un miglioramento ammirevole.

Link’s Awakening

Aggiungi unintestazione
migliori giochi The Legend of Zelda

Link’s Awakening è diverso da qualsiasi altro gioco di Zelda, in quanto abbandona l’ambientazione di Hyrule per la strana Isola di Koholint. La forza di questo particolare titolo risiede innanzitutto nella sua atmosfera, che è abbastanza inquietante da conferire al gioco una sensazione unica e allettante.

Sia nella sua versione originale che nel remake per Nintendo Switch, Link’s Awakening è un divertente e memorabile gioco diverso dall’approccio tipico di Zelda. Forse non ha lo stesso fascino e la stessa eccitazione costante di un paio di altri giochi di Zelda in 2D, ma non è certo un gioco da ignorare.

Oracle of Seasons

Aggiungi unintestazione
migliori giochi The Legend of Zelda

I sottovalutati giochi Oracle assomigliano più a Link’s Awakening che a qualsiasi altro titolo di Zelda, anche se lo sviluppatore Capcom ha apportato un punto di vista unico a questi giochi. Oracle of Seasons ha dato una svolta alla situazione grazie alla possibilità di cambiare le stagioni, spostando il mondo intorno al giocatore per un’esperienza nuova e mai stancante.

Oracle of Ages

Aggiungi unintestazione
migliori giochi The Legend of Zelda

La scelta tra Oracle of Seasons e Oracle of Ages è in gran parte una questione di preferenze, con Seasons che si concentra maggiormente sui combattimenti e Ages che punta su enigmi più difficili. Gli enigmi sono spesso il vero punto di forza dei giochi di Zelda in 2D, e questo potrebbe dare a Oracle of Ages un vantaggio. Detto questo, Oracle of Ages non è un gioco da affrontare con leggerezza. Alcuni dungeon particolarmente criptici possono risultare frustranti e il backtracking è una necessità fondamentale in questo titolo.

Twilight Princess

Aggiungi unintestazione
migliori giochi The Legend of Zelda

Uno dei giochi Nintendo più grintosi in circolazione, Twilight Princess, è uno dei preferiti dai fan di Zelda che non hanno apprezzato lo stile di The Wind Waker. Un’atmosfera cupa aleggia in questo gioco, mentre Link deve impedire che il regno di Hyrule venga conquistato da Zant e dal Twilight Realm, con l’aiuto di Midna, il folletto.

Correlato: 10 GIOCHI DA GIOCARE ASSOLUTAMENTE ALMENO UNA VOLTA NELLA VITA

Twilight Princess adotta un approccio unico in molti aspetti, come dare a Link una backstory e la trattazione di temi maturi. Per altri versi, invece, sembra più un rifacimento di Ocarina of Time, non però riuscendo a innovare la sua formula.

A Link Between Worlds

Aggiungi unintestazione
migliori giochi The Legend of Zelda

A Link Between Worlds introduce un nuovo cattivo, Yuga, uno stregone che rapisce la principessa Zelda con l’intenzione di rapire anche i Seven Sages. In questa avventura Link acquisisce la capacità di fondersi con i muri come un dipinto, mentre cerca di impedire a Yuga di resuscitare Ganon.

Ambientato dopo A Link to the Past, A Link Between Worlds riprende molti aspetti del suo predecessore e li amplia. La possibilità di fondersi con i muri crea grandi enigmi e la libertà di movimento che il gioco aggiunge alla tradizionale formula di Zelda dall’alto rende i combattimenti contro i nemici e i boss più divertenti che mai.

The Legend of Zelda

Aggiungi unintestazione
migliori giochi The Legend of Zelda

L’originale The Legend of Zelda per Nintendo Entertainment System è il gioco che ha dato il via a tutto, e fortunatamente resiste ancora oggi. La grafica e la storia possono essere limitate rispetto alle versioni successive, ma molti aspetti che ancora oggi definiscono la serie sono stati stabiliti in questo titolo rivoluzionario.

The Legend of Zelda ripone molta fiducia nei giocatori, adottando un approccio particolarmente non lineare e nascondendo bene molti dei suoi segreti. Per chi è interessato a un’esplorazione impegnativa, offre ancora un’esperienza diversa da qualsiasi altra, anche se il suo divertimento potrebbe non essere così raffinato come i migliori giochi di Zelda.

The Minish Cap

Aggiungi unintestazione
migliori giochi The Legend of Zelda

Classico per la console portatile sviluppato da Capcom, The Minish Cap è essenzialmente la continuazione della storia di Four Swords. In questo gioco, Link può rimpicciolirsi grazie a una magia del suo cappello parlante Ezlo. Questo espediente si presta a enigmi affascinanti e a un’angolazione unica di Hyrule, che permette a Link di vedere le cose da una prospettiva completamente nuova.

The Minish Cap introduce nella mischia alcuni nuovi oggetti di Zelda, come le kinstones, artefatti magici che sbloccano nuovi segreti se fusi insieme. La grafica è un punto di forza particolare, con una splendida pixel art che traduce lo stile toon di The Wind Waker sul Game Boy Advance.

A Link To The Past

Aggiungi unintestazione
migliori giochi The Legend of Zelda

A Link To The Past è una pietra miliare di Zelda, essendo il primo a includere la Master Sword e i mondi paralleli. È un gioco così bello che negli anni è stato riproposto su diverse console Nintendo, e la sua versione per Game Boy Advance è stata molto apprezzata.

Ambientato nella linea temporale di Zelda anni prima del gioco originale, A Link to the Past prende molti spunti dal gioco di Zelda che ha dato il via a tutto. La sua modifica alla formula di Zelda rende il gioco leggermente meno disorientante e ritrae la leggenda in una funzione narrativa più avvincente, fornendo un nuovo modello di gameplay che i giochi precedente non avevano mai scelto prima di allora.

Majora’s Mask

Aggiungi unintestazione
migliori giochi The Legend of Zelda

Majora’s Mask è più o meno simile al gioco che lo ha preceduto, Ocarina of Time. La differenza principale è che il gameplay è più ampio e il giocatore deve usare le maschere che Link ottiene per continuare il gioco.

Majora’s Mask è uno dei titoli più cupi di Zelda e presenta una storia di grande impatto all’interno dell’esclusivo sistema dei tre giorni in cui il gioco opera. Non tutte le missioni secondarie sono interessanti, ma il fatto che questo gioco sia uscito dopo l’enorme impatto di Ocarina of Time non dovrebbe distrarre dalla sua grandezza.

Tears of the Kingdom

Aggiungi unintestazione
migliori giochi The Legend of Zelda

Tears of the Kingdom raddoppia le possibilità di Breath of the Wild, offrendo ai giocatori una nuova serie di strumenti che consentono un divertimento fisico ancora maggiore. L’aggiunta di isole celesti e grotte da esplorare rende l’enorme mappa di Hyrule ancora più estesa, mentre una maggiore attenzione alla narrazione riempie l’ambiente con la storia che mancava ad alcuni giocatori di Breath of the Wild.

Nonostante le aree di miglioramento, è difficile dichiarare immediatamente Tears of the Kingdom migliore del suo predecessore. Breath of the Wild è stato caratterizzato da un’esperienza di scoperta rivelatrice che è difficile da replicare in un sequel diretto, e alcune delle aperture del gioco faticano a incorporare in modo naturale il focus della storia, pur lasciando libertà. Ad ogni modo, Tears of the Kingdom è un’altra superba rivisitazione della formula di Zelda.

The Wind Waker

Aggiungi unintestazione
migliori giochi The Legend of Zelda

Si può dire che The Wind Waker sia stato oggetto di controversie al momento dell’uscita. Molti fan hanno avuto problemi con il design in cel-shading, ritenendo che rendesse il gioco troppo cartoonesco. Tuttavia, The Wind Waker è diventato un titolo iconico che compete con i migliori titoli di Zelda.

Correlato: I 10 MIGLIORI GIOCHI SU STEAM SECONDO LE RECENSIONI

Il gameplay con la vela attirerà alcuni giocatori e ne respingerà altri, offrendo un ampio grado di esplorazione che non sempre offre la stessa quantità di varietà. Una difficoltà più facile rispetto alla maggior parte dei giochi di Zelda potrebbe deludere coloro che desiderano affinare le proprie abilità, ma un mondo pieno di fascino, momenti memorabili e un’eccezionale rivisitazione di Ganondorf ne fanno un titolo di spicco.

Breath Of The Wild

Aggiungi unintestazione
migliori giochi The Legend of Zelda

Breath of the Wild è stato pubblicato all’inizio del 2017 con un clamore infinito – e ne è stato certamente all’altezza. È un gioco diverso dagli altri Zelda, con un’enorme ambientazione open-world che ha influenzato i futuri videogiochi di pari livello.

In Breath of the Wild, i giocatori sono fortemente incoraggiati a esplorare il vasto mondo di Hyrule e le sue splendide ambientazioni. La sperimentazione è fortemente incoraggiata, con i giocatori che hanno a disposizione una solida gamma di strumenti e una fisica degli oggetti eccellente. Ancora oggi, i fan di Zelda continuano a scoprire nuovi trucchi e segreti.

Ocarina Of Time

Aggiungi unintestazione
migliori giochi The Legend of Zelda

A più di due decenni dalla sua uscita, Ocarina of Time è ancora uno dei giochi preferiti dai fan di Zelda, con un simpatico Easter egg in Tears of the Kingdom che fa sorridere molti giocatori. Questo gioco ha tutto: una storia straordinaria, personaggi memorabili e, come il titolo lascia chiaramente intendere, un viaggio nel tempo.

Il gioco si distingue per l’introduzione di elementi che sarebbero diventati comuni nei videogiochi futuri, come il sistema di target-lock dei nemici. Ocarina of Time ha probabilmente cambiato per sempre l’industria videoludica, dato che molti sviluppatori di videogiochi hanno usato questo titolo come modello per sviluppare le loro avventure in 3D. Quando si parla dei videogiochi più influenti di tutti i tempi, The Legend of Zelda: Ocarina of Time entra sempre nella conversazione.

Fonte

Come ottenere i Poo più velocemente in The Legend of Zelda: Tears of the Kingdom

Come ottenere i Poo piu velocemente in The Legend of Zelda Tears of the Kingdom

Ecco qualche consiglio per ottenere velocemente i Poo all’interno di “The Legend of Zelda: Tears of the Kingdom”, una delle valute del gioco!

Molti oggetti rari in vendita in The Legend of Zelda: Tears of the Kingdom possono essere ottenuti solo in cambio di Poo, una valuta alternativa alle Rupie che bisogna cercare di raccogliere velocemente mentre si attraversano con cautela gli Abissi.

I Poo sono disponibili solo in questa grande regione sotterranea, il che li rende difficili da raccogliere se non si è preparati ad esplorare quest’area. Tuttavia, esistono dei trucchi che aiutano ad esplorare più rapidamente gli Abissi e a rivelare i Poo nascosti nell’oscurità.

Uno dei pericoli con cui bisogna fare i conti quando si viaggia negli Abissi è la condizione Gloom, che può “spezzare” i cuori di Link riducendoli a inutili frammenti grigi di salute.

Dato che i nemici e alcune parti dell’ambiente infliggono questa condizione, bisognerebbe trovare un modo per resistere al Gloom prima di provare a raccogliere i Poo in The Legend of Zelda: Tears of the Kingdom. Questi piccoli spiriti luminosi si trovano di solito vicino al centro degli Abissi, dove il rischio posto dal Gloom è ancora più elevato.

L’ostacolo più grande degli Abissi, oltre al Gloom, è che tutto è difficile da vedere, compresi gli spiriti Poo. Quindi, la cosa migliore da fare quando si cerca di raccogliere Poo velocemente è cercare di eliminare questa limitazione. Vediamo come.

Le Radici e i Semi di Brightbloom

Come ottenere i Poo piu velocemente in The Legend of Zelda Tears of the Kingdom
Una Radice ed un Brightbloom, cr: Nintendo, edit cr: Popspace

Il modo forse migliore è attivare tutte le Radici. Queste si trovano in corrispondenza dei Santuari in superficie e, una volta attivate, possono illuminare aree considerevoli e aiutare così a capire dove si trovino i Poo.

È consigliabile attivare quante più Radici possibili in Zelda: Tears of the Kingdom in modo da rivelare un’area il più ampia possibile. Allo stesso modo, i Semi di Brightbloom possono essere lanciati per indicare piccole aree con macchie di luce, ma questa risorsa è limitata e andrebbe quindi usata con parsimonia.

La Luna di Sangue

Come ottenere i Poo velocemente in The Legend of Zelda Tears of the Kingdom
La Luna di Sangue, cr: Nintendo

Un altro metodo, spesso trascurato, per ottenere i Poo è la Luna di Sangue, un evento naturale che si verifica ogni sette giorni all’interno del gioco e che azzera tutti i nemici che Link ha sconfitto.

È bene tenere a mente che la Luna ripristina anche tutti i Materiali che si trovano nel gioco, reintegrando così anche i Poo negli Abissi. Questo metodo è utile per avere sempre un po’ di Poo a portata di mano, in modo da poterli scambiare presso le statue dei negozianti in tutta la mappa.

Tornando in aree come il Monte Morte e le zone sotto il centro di Hyrule dopo una Luna di Sangue, potrete raccogliere il maggior numero di Poo subito dopo il reset. Utilizzare le Radici luminose come punti di viaggio rapido rende questo processo incredibilmente veloce.

Qual è il vostro modo preferito per raccogliere i Poo? Come vi trovate in The Legend of Zelda: Tears of the Kingdom? Fatecelo sapere!

Fonte

Tears of The Kingdom – Battuti numerosi record, vendute 10 milioni di copie in 3 giorni

Tears of The Kingdom Battuti numerosi record vendute milioni di copie in giorni

In soli 3 giorni, il tanto atteso sequel di Zelda BoTW, Tears of The Kingdom, ha battuto numerosi record vendendo 10 milioni di copie

The Legend of Zelda: Tears of the Kingdom ha venduto la bellezza di 10 milioni di copie nei primi tre giorni di commercializzazione, diventando il titolo più velocemente venduto nella storia del franchise, battendo anche molti altri record.

Correlato: GLI SVILUPPATORI DI TEARS OF THE KINGDOM SAREBBERO INTERESSANTI AD UN FILM SU ZELDA

Questo primo traguardo di vendite lo rende anche il gioco per Switch che ha venduto più velocemente in America e il titolo Nintendo che ha venduto più velocemente su qualsiasi console uscita nella regione.

Nintendo ha anche rivelato che la serie di Zelda ha venduto complessivamente 130 milioni di unità a marzo di quest’anno, prima di aggiungere i dieci milioni di vendite di Tears of the Kingdom.

“Molti giocatori stanno tornando a Hyrule con tutti i suoi nuovi misteri e le sue nuove possibilità, e con il lancio da record di The Legend of Zelda: Tears of the Kingdom per Nintendo Switch, non vediamo l’ora di vedere cosa creeranno nel gioco e le storie che condivideranno in seguito”, ha dichiarato Devon Pritchard, vicepresidente esecutivo per le vendite, il marketing e le comunicazioni di Nintendo of America.

Correlato: ECCO COME SBLOCCARE L’AUTOBUILD SU ZELDA: TEARS OF THE KINGDOM

“Siamo grati a tutti i nostri fan che hanno dimostrato la loro passione per The Legend of Zelda nel corso degli anni, e questi numeri di vendita per l’ultimo capitolo continuano a dimostrare il forte slancio sia per il franchise che per Nintendo Switch quest’anno”.

Fonte

Ecco come sbloccare l’autobuild su Zelda: Tears of The Kingdom

Ecco come sbloccare lautobuild su Zelda Tears of The Kingdom

Ecco come può essere sbloccato l’Autobuild in Zelda: Tears Of The Kingdom prima da quando previsto dal gioco

La costruzione di nuovi oggetti con le risorse è una parte fondamentale di Zelda: Tears Of The Kingdom e i giocatori possono sbloccare l’Autobuild per accelerare il processo. L’autocostruzione è una delle migliori nuove abilità di Zelda: Tears Of The Kingdom e, una volta acquisita, diventerà uno strumento necessario durante i progressi di Hyrule.

All’inizio di Zelda: Tears Of The Kingdom viene mostrato ai giocatori come utilizzare l’abilità Ultrahand di Link. Questa abilità permette ai giocatori di combinare le risorse e di creare nuovi oggetti che spesso sono necessari per progredire ed esplorare. L’Autobuild è un nuovo aggiornamento che permette ai giocatori di ricostruire rapidamente gli oggetti già realizzati.

Come sbloccare l’Autobuild

Aggiungi unintestazione

Per sbloccare l’Autobuild i giocatori devono avventurarsi nella Grande Miniera Centrale Abbandonata. Questo avviene durante la missione principale di Josha, “Camera Work in the Depths”, in cui i giocatori seguono un percorso di grandi statue nel sottosuolo, ma se i giocatori conoscono la posizione possono andarci anche prima, una volta ottenuta la tuta da planata.

Nota: La Grande Miniera Abbandonata si trova direttamente sotto l’Antico Tempio del Tempo, anche se non compare sulla mappa delle Profondità finché non viene scoperta.

Ci sono quattro baratri nelle vicinanze che forniscono l’ingresso alle Profondità, in cui i giocatori dovranno scivolare e tutti forniscono brevi percorsi per raggiungere il Grande Altopiano dove si trova la Miniera. I giocatori dovranno essere provvisti di luci che possono aiutare a trovare la Miniera abbandonata al buio, cosa quasi impossibile senza. Una volta entrati nelle Profondità e diretti verso la Miniera, i giocatori devono cercare una grande struttura più illuminata di tutto il resto.

Una volta trovata la Grande Miniera Abbandonata, i giocatori troveranno due ricercatori in piedi davanti a un altare, evidenziato in verde. I giocatori devono interagire con questo e un costrutto si sveglierà. Si attiverà una scena in cui i giocatori apprenderanno l’abilità Autobuild prima di un rapido tutorial che ne mostrerà il funzionamento su un oggetto vicino.

Come usare l’Autobuild

Aggiungi unintestazione

I giocatori devono essere consapevoli che una volta completato il tutorial dell’Autobuild saranno automaticamente coinvolti in una battaglia contro un boss, quindi è meglio salvare la partita prima. Una volta sbloccata, la ricostruzione automatica è molto semplice da usare. I giocatori devono solo selezionare l’oggetto che desiderano ricostruire da un elenco di oggetti costruiti in precedenza e, finché sono disponibili le risorse necessarie, l’oggetto verrà costruito automaticamente.

Riunire gli oggetti per costruire oggetti utili ad aiutare Link nel suo viaggio è essenziale in Zelda: Tears Of The Kingdom e l’Autobuild dovrebbe essere acquisito il prima possibile. I giocatori costruiranno continuamente una varietà di oggetti e l’Autobuild rende tutto molto più veloce ed è una delle abilità più utili in Zelda: Tears Of The Kingdom.

Fonte

Gli sviluppatori di Tears of the Kingdom sarebbero interessanti ad un film su Zelda

Gli sviluppatori di Tears of the Kingdom sarebbero interessanti ad un film su Zelda

Il film di Super Mario Bros è stato un successone e visto quello l’imminente di Tears of the Kingdom, potrebbe mai arrivare un film su Zelda?

Il film di Super Mario Bros. è di gran lunga il più grande successo del 2023, avendo incassato oltre 521,8 milioni di dollari negli Stati Uniti e 1,1 miliardi di dollari in tutto il mondo. Nintendo potrebbe considerarla una vittoria e andarsene, ma l’anno è appena iniziato. Mentre Mario entra nel suo sesto fine settimana al botteghino, c’è solo una minaccia reale alla sua completa presa sul pubblico di tutte le età: The Legend of Zelda: Tears of the Kingdom. Il tanto atteso sequel di Zelda è arrivato ed è destinato a diventare un’altra astronomica vittoria per l’azienda.

Correlato: TLOZ: TEARS OF THE KINGDOM – USCITE LE PRIME RECENSIONI E SEMBRANO TUTTE POSITIVE

L’innegabile presa di Nintendo sullo Zeitgeist solleva una domanda importante: Dov’è il film di Zelda?

Alla fine della grande intervista di Polygon con il produttore di Tears of the Kingdom, Eiji Aonuma, e con il regista Hidemaro Fujibayashi, ci siamo ritrovati a morire dalla voglia di sapere se un film di Zelda fosse una possibilità remota, per non dire all’orizzonte. La risposta è stata promettente per tutti coloro che sperano di posare un giorno il controller e crogiolarsi nel bagliore di Hyrule.

“Sono sicuramente interessato”, ha detto Aonuma a Polygon attraverso un interprete. “Ma non sono solo io a essere interessato a qualcosa che fa accadere le cose, purtroppo!”.

Correlato: ASPETTATE TLOZ: TEARS OF THE KINGDOM? ECCOVI UN RECAP DELLA STORIA DI BREATH OF THE WILD

Sebbene Aonuma si riferisca al visionario creatore di Legend of Zelda e Mario, Shigeru Miyamoto, noto perfezionista, ci sono altri titani necessari da smuovere a Nintendo. Nel corso di una telefonata con gli investitori tenutasi all’inizio di maggio, l’amministratore delegato Shuntaro Furukawa ha fatto presente agli investitori e al mondo intero che l’azienda non ha intenzione di lanciarsi in nuovi progetti cinematografici basati sui personaggi Nintendo. Quando gli è stato chiesto di espandere i flussi di entrate non legati ai giochi, un inevitabile film su Super Mario Bros. non è stato nemmeno menzionato. Se c’è un futuro cinematografico per Link, Zelda e Ganondorf, non è certo nell’immediato futuro. Ma Aonuma vuole vederlo.

Sebbene il film in live-action di Super Mario Bros. del 1993 abbia lasciato dietro di sé una terra bruciata degna di Calamity e abbia mantenuto Nintendo avara nel consentire l’apparizione dei suoi personaggi in altri media, negli anni 2000 si è assistito a un flusso costante di voci sull’adattamento di Zelda. La più grande era quella di una presunta serie televisiva di Zelda su Netflix; trapelata dal Wall Street Journal nel 2015, anche se mai confermata dallo streamer o da Nintendo, il conduttore di Adam Ruins Everything Adam Conover ha stranamente fornito la prova più evidente che si trattava davvero di un progetto. In un episodio del 2021 del podcast The Serf Times, Conover ha spiegato che, durante il suo periodo di lavoro presso CollegeHumor, è stato reclutato per lavorare a una versione in claymation di StarFox – che a quanto pare è implosa dopo la fuga di notizie sul progetto Zelda di Netflix.

Durante la presentazione di The Super Mario Bros. Movie all’inizio di quest’anno, a Miyamoto è stato anche chiesto se la società Illumination, che ha realizzato il film d’animazione in computer grafica, fosse interessata a progetti futuri. “Non c’è nulla che possa commentare al momento”, ha detto. “Ma siamo partiti dal fatto che abbiamo una visione condivisa della creazione, quindi penso che ci saranno opportunità in futuro”.

Correlato: TLOZ: TEARS OF THE KINGDOM – I DUNGEON SARANNO COME QUELLI TRADIZIONALI E PIÙ VARIEGATI

Aonuma vorrebbe vedere un film su Zelda, ma al momento non sembra che ci siano piani per capitalizzare il film su Super Mario Bros. Ma il regista di Tears of the Kingdom, Hidemaro Fujibayashi, ha anche detto a Polygon che c’è un’entità più grande – al di là dei creatori e degli amministratori delegati – che “fa accadere le cose”, per usare le parole di Aonuma.

“Forse la voce dei fan è quella che conta qui!”. ha detto Fujibayashi.

Fonte

TLOZ: Tears of the Kingdom – Uscite le prime recensioni e sembrano tutte positive

TLOZ Tears of the Kingdom Uscite le prime recensioni e sembrano tutte positive

Sono attualemente uscite le prime recensioni di TLOZ: Tears of the Kingdom e come ci si poteva immaginare sono molto ma molto positive

Le recensioni di The Legend of Zelda: Tears of the Kingdom sono finalmente arrivate e sono estremamente positive come ci si aspettava. Il seguito di uno dei giochi più amati di sempre, sembra essere il gioco più importante dell’anno per Nintendo faccendo bene tutto quello che deve fare e molto di più, anche se non riesce a riaccendere la magia che si prova vivendo Breath of the Wild per la prima volta.

Correlato: ASPETTATE TLOZ: TEARS OF THE KINGDOM? ECCOVI UN RECAP DELLA STORIA DI BREATH OF THE WILD

In uscita il 12 maggio su Switch, Tears of the Kingdom potrebbe essere l’ultimo grande blockbuster per l’ibrido portatile prima dell’arrivo di una nuova console, e alcuni critici lo definiscono un giusto addio per il dispositivo. L’opinione iniziale sembra essere che il gioco espanda e migliori Breath of the Wild sotto molti punti di vista, grazie alle nuove e intricate meccaniche di crafting e alla vasta mappa che porta Link dalle profondità del sottosuolo all’alto delle nuvole. Anche se si tratta fondamentalmente di una continuazione del gioco precedente, sembra comunque un gioco nuovo. E questa volta ci sono dei dungeon.

IGN, GameSpot, Destructoid e molti altri siti di gioco hanno assegnato al gioco punteggi perfetti. Per altri, invece, Tears of the Kingdom è stato solo leggermente inferiore. Eurogamer si è preso la briga di riportare i punteggi delle recensioni per l’occasione e gli ha assegnato quattro stelle su cinque. Alcune delle critiche principali sembrano essere rivolte ai complessi controlli del gioco, che hanno messo in difficoltà alcuni recensori anche a gioco inoltrato. Anche il doppiaggio sembra dividere, con GamesRadar che ha affermato che in alcuni casi sembrava troppo distaccato dal dramma e dal mondo generale. Tears of the Kingdom ha attualmente un punteggio Metacritic di 97, lo stesso di Breath of the Wild.

Correlato: TLOZ: TEARS OF THE KINGDOM – I DUNGEON SARANNO COME QUELLI TRADIZIONALI E PIÙ VARIEGATI

E per quanto riguarda le prestazioni? La Switch ha ormai più di sei anni e ha faticato con i recenti giochi open world come Pokémon Scarlatto e Violetto e Xenoblade Chronicles 3. Per il momento, sembra che Tears of the Kingdom sia un gioco che non ha nulla da invidiare a Breath of the Wild. Finora sembra che Tears of the Kingdom abbia un aspetto e un gioco molto buoni per la maggior parte del tempo e soffra di cali di framerate o altri rallentamenti solo nei momenti in cui sono presenti sullo schermo tonnellate di nemici o effetti contemporaneamente. A quanto pare non peggiora troppo nemmeno in modalità portatile, il che è un sollievo.

Fonte

TLOZ: Tears of the Kingdom – I dungeon saranno come quelli tradizionali e più variegati

TLOZ Tears of the Kingdom I dungeon saranno come quelli tradizionali e piu variegati

Il team di TLOZ: Tears of the Kingdom ha rivelato che i dungeon del gioco si discosteranno da quelli di BOTW e saranno più tradizionali

In un’intervista agli sviluppatori sul sito web di Nintendo, il team dietro Tears of the Kingdom ha finalmente confermato che il gioco si allontanerà dallo stile dei dungeon Divine Beast di Breath of the Wild, criticato da alcuni fan per essere un po’ troppo uguale.

Correlato: ASPETTATE TLOZ: TEARS OF THE KINGDOM? ECCOVI UN RECAP DELLA STORIA DI BREATH OF THE WILD

“Abbiamo reso i dungeon unici per le rispettive ambientazioni, quindi pensiamo che potrete godervi l’ampia varietà di caratteristiche regionali”, ha dichiarato il direttore tecnico Takuhiro Dohta.

“I dungeon sono enormi e ognuno ha un proprio aspetto e una propria atmosfera regionale, proprio come nei giochi tradizionali di The Legend of Zelda”.

Questo aspetto è stato ampliato dal direttore artistico Satoru Takizawa, che ha chiarito che i dungeon di Tears of the Kingdom saranno più simili a quelli presenti nei giochi precedenti, come Ocarina of Time e Twilight Princess.

Sebbene nel terzo trailer di Tears of the Kingdom si sia intravisto un mezzo secondo di quello che potrebbe essere un dungeon e si siano visti anche alcuni filmati di boss dall’aspetto tradizionale, questa è la prima volta che Nintendo conferma il ritorno dei dungeon classici.

Il direttore del gioco Hidemaro Fujibayashi ha anche svelato come inizia uno di questi dungeon, rivelando che sfrutta appieno la nuova area del cielo di Tears of the Kingdom.

“C’è un dungeon che si collega direttamente alla superficie di Hyrule”, ha detto. “Se ci si tuffa dal cielo direttamente nel dungeon, si innesca un evento. Pensiamo che questa sarà una nuova esperienza che non era possibile nel gioco precedente”.

Mancano ormai pochi giorni al lancio di Tears of the Kingdom, previsto per il 12 maggio, e Nintendo ha lentamente ma inesorabilmente rivelato sempre di più sull’attesissimo sequel, come ad esempio che ha sempre previsto di utilizzare la mappa di Breath of the Wild.

Sappiamo anche che Ganondorf tornerà, ovviamente, e sarà interpretato da Matthew Mercer. Sembra che il gioco includa anche la più grande missione secondaria di Breath of the Wild, sebbene si svolga anni dopo l’originale.

Correlato: NINTENDO SWITCH OLED A TEMA ZELDA: TEARS OF THE KINGDOM

Tears of the Kingdom include anche un PNG già leggendario, soprannominato Bucket Head, un riferimento a un classico giocattolo Nintendo, e un nemico di Ocarina of Time. Tutto questo contribuisce a creare il file più grande di tutti i giochi first party per Nintendo Switch e ad aumentare il prezzo di 70 dollari, ma Nintendo promette che ne varrà la pena.

Fonte

Aspettate TLOZ: Tears of the Kingdom? Eccovi un recap della storia di Breath of the Wild

Aspettate TLOZ Tears of the Kingdom Eccovi un recap del primo capito Breath of the Wild

Nintendo ha rilasciato un recap per ricordare a tutti i giocatori quello che era successo su Breath of the Wild prima di Tears of the Kingdom

Mancano pochi giorni all’uscita di The Legend of Zelda: Tears of the Kingdom. Le console in edizione speciale sono state spedite. Le fughe di notizie sono in circolazione. E la versione digitale del gioco ha iniziato il pre-caricamento su ogni Switch. L’unica cosa che rimane? Cercare di ricordare cosa diavolo è successo nel primo gioco, Breath of the Wild, infatti servirebbe un bel recap.

Correlato: NINTENDO SWITCH OLED A TEMA ZELDA: TEARS OF THE KINGDOM

Fortunatamente, Nintendo ha pubblicato su YouTube un riassunto di sette minuti dell’intera avventura open-world per aiutare i giocatori a fare proprio questo. Il video promette non solo di aggiornarvi sulla storia del gioco e sulle grandi battaglie, ma anche di aiutarvi a rivivere l’intera storia. Il filmato inizia con Link e finisce con Zelda, e offre un bel mix di momenti panoramici e di battute memorabili delle 50 ore di gioco. Date un’occhiata:

Mentre si discute ancora su quale sia la linea temporale di Zelda in cui si svolge Breath of the Wild, sappiamo che Tears of the Kingdom si svolge più o meno subito dopo e in una mappa che presenta gli stessi punti di riferimento principali. Entrambi i giochi si basano inoltre su una storia comune simile che riguarda il male noto come Calamity Ganon e gli eroi del passato che hanno combattuto per tenerlo imprigionato, e il video fa un ottimo lavoro nel delineare le basi di questa mitologia.

Correlato: I 10 GIOCHI NINTENDO DI MARIO PIÙ VENDUTI DI SEMPRE

È meno utile quando si tratta di elencare tutti i personaggi secondari che potrebbero ricomparire quando i giocatori rivisiteranno Tears of the Kingdom. I protagonisti di Breath of the Wild sono destinati a svolgere un ruolo particolarmente importante nel gioco in arrivo. La storia di Hyrule viene approfondita anche nello spin-off Musou, Hyrule Warriors: Age of Calamity. Non c’è un modo rapido per recuperare l’intero gioco, ma potete guardare tutte le scene tagliate se avete due ore libere questa settimana. E siamo onesti, cos’altro farete fino all’uscita di Tears of the Kingdom?

Fonte

Nuovo trailer per Legend of Zelda: Tears of the Kingdom

Nuovo trailer per Legend of Zelda Tears of the Kingdom

Ecco il nuovo trailer per l’atteso sequel di “Breath of the Wild”, “Legend of Zelda: Tears of the Kingdom”!

Nintendo ha pubblicato un nuovo filmato dell’imminente avventura di Link, The Legend of Zelda: Tears of the Kingdom. Se volete resistere alla tentazione ed affrontare l’ultima avventura open world di Zelda alla cieca, allora è meglio evitare di guardare questo trailer, ma, se non state più nella pelle, ecco il nuovo trailer!

L’uscita di Tears of the Kingdom è prevista per il 12 maggio.

“In questo sequel di The Legend of Zelda: Breath of the Wild, sarete voi a decidere il vostro percorso attraverso i vasti paesaggi di Hyrule e le misteriose isole che fluttuano nei cieli. Scoprite nuove destinazioni, pericoli, panorami ed enigmi che richiederanno il vostro ingegno e la vostra intraprendenza per essere superati.”

“Riuscirete a sfruttare il potere delle nuove abilità di Link per combattere le forze maligne che minacciano il regno? L’avventura è vostra, in un mondo alimentato dalla vostra immaginazione: la terra e i cieli di Hyrule vi aspettano!”

Fonte

Tears of the Kingdom – Ecco tutte le novità introdotte dal trailer gameplay

Tears of the Kingdom Ecco tutte le novita introdotte dal trailer gameplay

Nintendo ha rivelato il primo trailer gameplay di The Legend of Zelda: Tears of the Kingdom e qui troverete tutte le novità introdotte

Nintendo ha presentato alcuni trailer di The Legend of Zelda: Tears of the Kingdom in vista della data di uscita prevista per il 12 maggio, ma ha tenuto nascosto molto del gameplay effettivo del gioco. Ma le cose sono cambiate: Nintendo ha pubblicato un video di 10 minuti che offre uno sguardo approfondito sul gameplay di Tears of the Kingdom. Il produttore di Legend of Zelda: Tears of the Kingdom, Eiji Aonuma, ci ha guidato attraverso i 10 minuti di azione del gameplay, descrivendo nel dettaglio tutte le novità, dalle abilità aggiornate di Link ai nuovi tipi di mostri. Per vedere il trailer cliccate qui sotto:

Correlato: ECCO IL PRIMO GAMEPLAY DI THE LEGEND OF ZELDA: TEARS OF THE KINGDOM

Aonuma, nei panni di Link, ha usato la dimostrazione per concentrarsi sulle nuove abilità di Link, come la fusione delle armi e il movimento. A giudicare dal nuovo trailer, in Tears of the Kingdom si può fare praticamente di tutto. C’è così tanto da spiegare; la cosa bella di queste abilità è che sono applicabili in così tante situazioni diverse… movimento, combattimento e crafting.

Naturalmente, la presentazione di Tears of the Kingdom di Nintendo è piuttosto breve. Di solito Nintendo rivela i dettagli del suo gameplay in trasmissioni più lunghe, come ha fatto con Splatoon 3 e Xenoblade Chronicles 3. Nei 10 minuti di Tears of the Kingdom c’è molto da analizzare, ma sicuramente c’è anche molto che Nintendo ha deciso di tenere nascosto.

Ma per ora, ecco tutti i nuovi dettagli e tutte le novità che abbiamo individuato nel nuovo trailer gameplay di Tears of the Kingdom.

RECALL (RICHIAMO)

Link ha una nuova abilità chiamata Recall, che può riavvolgere nel tempo il movimento di un oggetto. Si evidenzia l’oggetto, quindi si clicca su un pulsante per riavvolgerne il movimento; nella dimostrazione del gameplay, Aonuma usa una roccia caduta da un’isola nel cielo per viaggiare verso l’alto. Questo è l’unico modo in cui l’abilità è stata usata nel trailer di gioco, ma ci devono essere molti altri modi in cui può essere usata, forse in combattimento?

FUSIONE DELLE ARMI

La fusione delle armi è una delle abilità più interessanti con cui potremo cimentarci. Aonuma ha usato questa abilità prima per fondere un bastone con una roccia per creare un’arma simile a un martello, poi per trasformare un lungo bastone e un forcone in una lancia a lungo raggio. Ma le cose si fanno più interessanti quando Aonuma mostra come funzionano gli oggetti quando vengono fusi alle armi: Quando si usa l’arco di Link, è possibile collegare alle frecce oggetti come i bulbi oculari di Keese e la gelatina di Chuchu. La gelatina bianca di Chuchu combinata con una freccia congela il nemico, mentre la fusione di una freccia con un bulbo oculare di Keese crea una freccia di puntamento che si aggancia al nemico per facilitare la mira.

Sul versante difensivo, Aonuma ha mostrato l’uso di un Puffshroom fuso con uno scudo per avvolgere il nemico nel fumo quando viene colpito.

Correlato: NINTENDO SWITCH OLED A TEMA ZELDA: TEARS OF THE KINGDOM

ULTRAHAND

L’Ultrahand è essenzialmente la versione crafting, non da combattimento, della fusione delle armi. Link può creare qualsiasi cosa utilizzando gli oggetti di Hyrule. Ricordate le auto e gli aerei di un precedente trailer di Tears of the Kingdom? Quelli non esistono necessariamente nel mondo, ma sono veicoli fusi, creati con l’Ultrahand.

Aonuma ha dimostrato l’abilità fondendo insieme dei tronchi per creare una zattera. Ha trovato due ventole e le ha aggiunte come elemento di propulsione, ma un’altra dimostrazione ha mostrato una vela attaccata alla zattera. Questa è una delle aree in cui la creatività dei giocatori sarà molto importante; sembra che questi veicoli fusi insieme possano diventare davvero complessi.

ASCENSIONE

L’abilità Ascensione di Link gli permette di attraversare un soffitto per raggiungere il piano superiore. Non può passare attraverso le pareti, ma può attraversare i soffitti. Se siete bloccati in una caverna, potete usare questa abilità per raggiungere la superficie della collina sovrastante. Aonuma ha anche descritto l’uso di “Ascend” per uscire da una gabbia.

Correlato: ZELDA: TEARS OF THE KINGDOM – NOVITÀ SULLA TRAMA, NON SARÀ COSÌ CUPA

NUOVI NEMICI

I costrutti sono un nuovo tipo di nemico mostrato nel trailer di martedì. Quando sono stati introdotti per la prima volta sembravano piuttosto semplici, ma più avanti nel trailer Aonuma ha rivelato che questi nemici, e probabilmente anche altri, possono utilizzare armi fuse. Il Construct nel trailer aveva fuso quello che sembrava un bastone con un’asse, creando un ventaglio che spazzava via Link dalla battaglia.

DETERIORAMENTO DELLE ARMI

Ah, la deteriorazione delle armi. È tornata, come confermato nel trailer. Il bastone di Link dalle isole aeree si è rotto piuttosto rapidamente nella dimostrazione, prima di fonderlo con una roccia. Sembrava che il bastone si rompesse più rapidamente del normale, ma non ci è stato mostrato abbastanza per poterne valutare la complessità. Forse la fusione rende le armi più resistenti.

COORDINATE

Osservando attentamente la minimappa, noterete che sulla mappa sono elencate le coordinate: un vero miglioramento per la navigazione a Hyrule.

Fonte

Nintendo Switch OLED a tema Zelda: Tears of the Kingdom

Nintendo Switch OLED a tema Zelda Tears of the Kingdom

La Nintendo ha presentato un set a tema “The Legend of Zelda: Tears of the Kingdom” per Nintendo Switch OLED!

Durante il debutto del gameplay del gioco di prossima uscita The Legend of Zelda: Tears of the Kingdom, la Nintendo ha presentato la nuova versione della console Nintendo Switch OLED in tema. La console uscirà il 28 Aprile, un paio di settimane prima dell’uscita effettiva del gioco.

L’edizione speciale non sarà diversa dalla versione uscita ad ottobre 2021 a livello pratico, ed avrà lo stesso prezzo delle altre console Switch OLED in edizione limitata uscite finora. Come nei precedenti casi, il gioco non sarà incluso con la console. Di seguito potete vedere anche il controller e la custodia per la console in arrivo.

Nintendo Switch OLED a tema Zelda Tears of the Kingdom
Cr: Nintendo

Fonte