The Last of Us – La seconda stagione avrà molti più infetti

The Last of Us La seconda stagione avra molti piu infetti

Con la conclusione della prima stagione della serie di The Last of Us Druckmann ha rivelato che nella seconda stagione ci saranno più infetti

Mentre nel videogioco di The Last of Us i giocatori sparano, si accoltellano o si nascondono continuamente intorno agli infetti, la prima stagione di The Last of Us della HBO non ha incluso un numero di infetti fungini paragonabile a quello del videogioco. Alcuni fan si sono lamentati della mancanza degli iconici Runner, Clicker e Bloater del franchise nella serie, spingendo lo showrunner Craig Mazin ad affrontare il problema del basso numero di infetti.

Correlato: THE LAST OF US – LA PUNTATA 2 HA BATTUTO UN INCREDIBILE RECORD PER HBO

“Negli episodi su cui ci siamo concentrati, credo che in generale abbiamo insistito sul potere delle relazioni e sul tentativo di trovare un significato all’interno dei momenti di azione”, ha dichiarato Mazin durante la conferenza stampa in vista del finale di stagione di ieri sera. “Quindi, forse c’è meno azione di quanto alcuni volessero perché non riuscivamo a trovare un significato per una buona parte di essa, o perché temevamo che fosse ripetitiva. Dopotutto, non si sta giocando, ma si sta guardando. Anche se a molte persone piace guardare il gameplay, credo che debba essere un po’ più concentrato e mirato quando lo trasmettiamo in TV”.

Nel corso delle nove settimane di durata dello show, ci sono stati diversi episodi in cui i combattimenti o gli infetti sono stati scarsi o del tutto assenti. Ad esempio, nell’episodio 8, la maratona di Ellie e David contro orde di infetti non è presente, mentre l’episodio si concentra sulla dinamica umana tra i due personaggi.

Il produttore esecutivo Neil Druckmann ha spiegato che ogni scena d’azione nella versione televisiva deve avere un significato per i personaggi coinvolti, piuttosto che esistere solo per spuntare una casella.

“Abbiamo adottato un approccio di altissimo livello e abbiamo analizzato l’azione nel suo complesso”, ha detto Druckmann. “Ogni azione, se si guarda alla serie, deve far muovere il personaggio in qualche modo. Se non muove il personaggio e si limita allo spettacolo, per noi è stato un taglio facile”.

Ora che la prima stagione è stata pubblicata, però, Mazin e Druckmann stanno già facendo un passo avanti verso la seconda stagione. Secondo Mazin, la seconda stagione – che inizierà adattando The Last of Us Part II – potrebbe presentare più azione e più infetti.

Correlato: NAUGHTY DOG – “HA CHIUSO”CON UNCHARTED E THE LAST OF US 3 POTREBBE NON USCIRE

“A volte abbiamo dovuto fare delle scelte su come presentare gli infetti. Anche se abbiamo avuto il via libera per una stagione televisiva, Neil e io abbiamo pensato che non potevamo fare una stagione televisiva senza considerare quello che sarebbe venuto dopo. C’è altro The Last of Us in arrivo. Penso che l’equilibrio non sia sempre e solo all’interno di un episodio o addirittura da episodio a episodio, ma da stagione a stagione. È molto probabile che ci saranno molti più infetti in seguito e forse di tipo diverso”.

I fan del gioco ricorderanno che The Last of Us Part II ha introdotto diversi tipi di infetti, quindi è probabile che Mazin si riferisca alle versioni televisive di questi nuovi mostri.

Fonte

Picture of Lunargim
Lunargim
Ciao a tutti! Sono Lunargim e sono un appassionato di tutta la cultura pop! In particolare sono un accanito videogiocatore e lettore di manga. Videogiochi preferiti: Team Fortress 2, Omori, Outer Wilds, Darkest Dungeon, Lisa. (Lo so sono tanti non so decidermi) Manga preferiti: Berserk, I Am A Hero e Buonanotte PunPun.
Forse ti potrebbe interessare

Articoli più popolari