GTA 5 – Un Ex sviluppatore parla del DLC cancellato del gioco perché GTA Online era una “vacca da mungere”

GTA Un Ex sviluppatore parla del DLC cancellato del gioco perche GTA Online era una vacca da mungere

Un ex sviluppatore di Rockstar ha dichiarato che la società ha cancellato un DLC per GTA 5 perché GTA Online era una “vacca da mungere”.

Joe Robino, che è stato senior camera artist e direttore della fotografia virtuale presso l’ufficio di Rockstar a New York dal 2010 al 2016, ha parlato al canale YouTube SanInPlay del motivo per cui il tanto vociferato DLC della storia di GTA 5 è stato abbandonato dopo l’uscita di GTA 5 nel settembre 2013.

Leggi anche: Resident Evil 9 – Confermato che il gioco è attualmente in fase di sviluppo

“Molti membri del team sono andati subito a lavorare a Red Dead Redemption 2 e io mi sono occupato di un altro progetto che era un DLC standalone per GTA che non è mai uscito e che era una figata”, ha rivelato Robino.

“Era il mio lavoro. Ero uno dei montatori principali, degli artisti della macchina da presa e delle cose in scena. Abbiamo diviso le squadre in due. Io mi sono occupato di GTA Online e poi di questo DLC, di cui Steven Ogg [l’attore che interpreta Trevor Philips] era una parte molto importante.

“E poi alcuni membri del team si sono sovrapposti e sono andati da RDR2, e poi abbiamo fatto questo [movimento inverso], perché quando il gioco è stato accantonato, abbiamo speso così tanti soldi… molte di quelle cose, però, sono finite, credo, nelle versioni successive di GTA Online. Quindi non è che li abbiano sprecati.

“Era davvero molto bello. Ma quando è uscito GTA Online era talmente una mucca da mungere e la gente lo amava così tanto che era difficile sostenere che un DLC standalone avrebbe potuto superarlo. Ripensandoci ora, probabilmente si potrebbero fare entrambe le cose. Ma è stata una decisione commerciale che hanno preso. Ero un po’ arrabbiato per questo.

“Questo è stato il motivo per cui ero un po’ arrabbiato all’epoca. Perché pensavo: “Ehi, ragazzi, ma che cazzo? Questa roba è fantastica. Andiamo avanti. Finiamo questa roba”.

Nel corso degli anni i fan hanno avuto qualche informazione sul leggendario DLC di GTA 5. In effetti, Steven Ogg ne ha parlato e ha spiegato cosa avrebbe comportato. “Trevor sarebbe stato sotto copertura, avrebbe lavorato con i federali”, ha detto Ogg. “Abbiamo girato un po’ di quel materiale con ‘James Bond Trevor’, in cui è ancora un po’ un pasticcione, ma fa del suo meglio. Poi è sparito e non l’hanno mai fatto, non ci hanno mai dato seguito”.

I dataminer di GTA hanno anche scoperto un riferimento a Trevor con un jetpack, il che suggerisce che il DLC della modalità storia sia stato riproposto in GTA Online, come dice Robino. Nel 2018, Rockstar ha finalmente svelato le missioni Doomsday Heist di GTA Online insieme al Thruster, un jetpack che ancora oggi è un’esclusiva della modalità multigiocatore.

Rockstar è ora concentrata sulla preparazione di GTA 6 per la finestra di uscita dell’autunno 2025. I fan hanno una serie di domande sui piani di Rockstar, tra cui se GTA 6, a differenza di GTA 5, riceverà un DLC sulla storia. E cosa succederà alla versione attuale di GTA Online quando GTA 6 introdurrà inevitabilmente la propria versione?

Nel frattempo, nella stessa intervista, Robino ha parlato delle ben documentate difficoltà e segretezza che lo staff di Rockstar ha dovuto sopportare durante la lavorazione di GTA 5 e Red Dead Redemption 2. “Siamo arrivati probabilmente a metà del lavoro. “Siamo arrivati probabilmente a metà [del DLC sulla storia di GTA5] e abbiamo messo in pausa”, ha detto. “In quel periodo mi occupavo anche di GTA Online e di RDR2. Eravamo tutti impegnati. Abbiamo lavorato molto, amico. Per sei o sette anni ho lavorato quasi 365 giorni all’anno con il nostro team”.

Leggi anche: Xbox vs PS – Alcuni tecnici spiegano perché alcuni giochi girano meglio su PS5 pur essendo inferiore alla Xbox Series X

Per anni, Rockstar ha goduto di una reputazione notoria all’interno dell’industria videoludica per la brutalità dei suoi lavori durante la realizzazione dei giochi Grand Theft Auto e Red Dead. Tuttavia, dopo l’uscita di Red Dead Redemption 2 nel 2018 e le storie scioccanti sul costo umano del suo sviluppo, i media hanno suggerito che sono stati apportati dei cambiamenti alla cultura dell’azienda per evitare che la stessa cosa accadesse durante lo sviluppo di GTA 6.

Fonte

Picture of Lunargim
Lunargim
Ciao a tutti! Sono Lunargim e sono un appassionato di tutta la cultura pop! In particolare sono un accanito videogiocatore e lettore di manga. Videogiochi preferiti: Team Fortress 2, Omori, Outer Wilds, Darkest Dungeon, Lisa. (Lo so sono tanti non so decidermi) Manga preferiti: Berserk, I Am A Hero e Buonanotte PunPun.
Forse ti potrebbe interessare

Articoli più popolari