Bardic: Quest for Love – L’amore ai tempi di D&D [Recensione]

Bardic Quest for Love L'amore ai tempi di D&D [Recensione]

Ecco la mia recensione di “Bardic: Quest for Love”, un dating sim ambientato all’interno di un adorabile mondo D&D!

Ho di recente avuto modo di provare Bardic: Quest for Love, il primo gioco della Breadworks Games, che ci tengo a ringraziare per averci concesso, tramite Keymailer, la chiave del gioco che mi ha permesso di scrivere questa recensione!

Prima di parlare del gioco, parliamo dello sviluppatore, il cui slogan è letteralmente “We Bake Games!”. Anche solo per questo, si è meritato la mia stima.

Simile: Pecker – Attenzione a dove metti il becco [Recensione]

Questo titolo indie mescola avventura e meccaniche D&D con un adorabile dating sim (Baldur’s Gate III??? Scherzo, scherzo. Unless…?), il tutto ambientato nella magica città di Deepharbor. Vestendo i panni di un bardo (Edmond o Edna), vi ritroverete insieme a vostra sorella, o a vostro fratello (a seconda della scelta precedente), a dover gestire una taverna che avete appena ricevuto in eredità.

Fortunatamente, ci sono molte persone che possono aiutarvi nel mandarla avanti, e, guarda caso, sono tutte disponibili a flirtare un po’. Certo, bisogna sapere come prenderle. Tra questi 12 eroi, infatti, troverete un clerico, un druido, un warlock, un barbaro ed esponenti di molti altre classi, ciascuno con le proprie inclinazioni e la propria personalità.

Bardic Quest for Love L'amore ai tempi di D&D [Recensione]
Cr: Breadworks Games

Lo scopo principale del gioco è risollevare le sorti della locanda in 4 settimane, effettuando scelte che influenzeranno il corso della storia e trovando la persona giusta con cui esibirvi al Ballo di Capodanno, il climax dell’arco narrativo del gioco.

Oltre ai suoi elementi da dating sim, Bardic: Quest for Love è soprattutto un gioco di gestione del tempo, in quanto il numero di azioni che potrete compiere ogni giorno è limitato. Bilanciare gli affari economici e gli affari di cuore, del resto, non è mai facile.

Simile: Quilts & Cats of Calico – Recensione post Beta Testing

La grafica del gioco è semplice ma molto carina, proprio nella sua semplicità. Il design dei vari personaggi ben si adatta alle loro personalità, e il tutto contribuisce a creare un’atmosfera accattivante. Nonostante ci siano un bel po’ di dialoghi da leggere (come del resto ci si può aspettare da una visual novel), le interazioni sono per la maggior parte simpatiche e coinvolgenti, al punto da farvi iniziare subito a tifare per i vostri “candidati” preferiti.

La demo che ho avuto modo di provare ha presentato qualche bug, ma conto che ciò verrà risolto entro la data della sua pubblicazione su Steam, che è prevista per nientemeno che il giorno di San Valentino, il 14 febbraio 2024. Qui abbiamo veramente dei geni del marketing, eh.

Pecker – Attenzione a dove metti il becco [Recensione]

Pecker Attenzione a dove metti il becco [Recensione]

Ecco la mia recensione di “Pecker”, un simpatico platform 3D d’azione ed esplorazione ancora in fase di lavorazione!

Ho di recente avuto modo di provare Pecker della Bold Head Interactive, che ci tengo a ringraziare per averci concesso, tramite Keymailer, la chiave del gioco che mi ha permesso di scrivere questa recensione!

Pecker è un platform 3D d’azione ed esplorazione, in cui vestirete i panni (o meglio, le penne) di un tondo uccellino non volatile, che compensa questa mancanza grazie al suo becco incredibilmente flessibile.

Simile: Quilts & Cats of Calico – Recensione post Beta Testing

In che modo, vi chiederete? Semplice: beccando una superficie verticale per ancorarcisi e sfruttando la pieghevolezza del becco per impostare la traiettoria di lancio, come con una catapulta. Si tratta di una meccanica di arrampicata sicuramente interessante, soprattutto quando unita all’aspetto rompicapo del gioco.

Infatti, dovrete condurre il piccolo uccellino “attraverso numerosi livelli pieni di enigmi e di nemici”, il cui superamento non è sempre facile come appare.

Simile: Carto – Trovare la strada di casa e molto di più [Recensione]

Il gioco è ambientato in un mondo medievale caratterizzato da diversi biomi: “isole galleggianti, castelli, foreste, neve/ghiaccio, spiagge/deserto e altro ancora”, e le grafiche sono colorate, semplici ma ben fatte, adatte a un pubblico di tutte le età.

Ѐ possibile giocare a Pecker in solitaria oppure con un massimo di 3 amici pennuti in splitscreen locale. Questo titolo è decisamente una buona opzione per avvicinarsi al mondo dei rompicapo o per godersi un puzzle platformer senza troppe pretese.

Simile: Par for the Dungeon – Dungeon crawler e minigolf si incontrano [Recensione]

Trattandosi di un gioco indie non ancora pubblicato, non è certo se e quando riuscirà a vedere la luce del sole. Nel frattempo, non possiamo fare altro che supportare la Bold Head Interactive e la Fonteinsoft.

Quilts & Cats of Calico – Recensione post Beta Testing

Quilts & Cats of Calico Recensione post Beta Testing

Mi è stata offerta la possibilità di provare “Quilts & Cats of Calico” nella fase di beta testing, perciò ecco le mie impressioni del gioco!

Grazie mille, Monster Couch, per avermi scelto come beta tester per il vostro prossimo gioco, Quilts & Cats of Calico! Ricevere la vostra mail, dopo mesi che adocchiavo questo gioco e dopo aver provato la demo iniziale, è stata davvero una graditissima sorpresa.

N.B. In questa recensione mi concentrerò più che altro sulle premesse e meccaniche del gioco, aspettando di provare il prodotto finito per parlare dell’effettiva esperienza di gameplay!

Simile: 20 dei giochi più rilassanti per Nintendo Switch

Innanzitutto, partiamo dalle origini del gioco. Quilts & Cats of Calico, infatti, non è altro che il più recente adattamento videoludico della Monster Couch, che ha già trasposto il celebre e premiato gioco da tavolo Wingspan, di Elizabeth Hargrave, e diverse delle sue espansioni.

Calico, il premiato gioco da tavolo che ha ispirato questo nuovo adattamento, è un puzzle game da 1-4 giocatori il cui scopo è cucire una trapunta il più accogliente possibile per invogliare una serie di gatti a schiacciarci sopra un pisolino. Lo so, sono le premesse più adorabili del mondo.

Simile: I migliori giochi da tavolo del 2023

Le regole non sono di facilissima assimilazione, e serve sicuramente qualche partita per prenderci la mano. Una volta afferrati i concetti base, tuttavia, potrete iniziare a creare le vostre strategie a colpi di ago e filo. I punti si accumulano “combinando sapientemente stoffe di diversi colori e fantasie”, ottenendo bottoni specifici in modo da soddisfare le preferenze dei singoli gatti.

Nella versione digitale, ogni gatto “ha una diversa personalità e reagisce attivamente” alle vostre azioni, aggirandosi per il tabellone, richiedendo coccole e perfino ostruendo il vostro lavoro, un aspetto particolarmente realistico per chi ha avuto a che fare con dei mici.

E non è tutto: il gioco permette anche di personalizzare un compagno felino che potrete viziare, vestire e agghindare come più vi piace nel corso delle vostre avventure.

Quilts & Cats of Calico Recensione post Beta Testing
Cr: Steam

Proprio come Calico, il videogioco potrà essere giocato individualmente, sfidando l’IA in vari livelli di difficoltà, oppure con altre persone (siano queste amici o giocatori casuali) nella modalità multipiattaforma. La modalità di gioco online includerà anche sfide settimanali e classifiche.

Come preannunciato dalla descrizione del gioco su Steam, la versione digitale di Quilts & Cats of Calico offrirà anche la possibilità di giocare una “modalità storia”. In questa modalità, che unisce l’esperienza del gioco da tavolo ad intermezzi in stile visual novel, vestirete i panni di un sarto itinerante che viaggia attraverso un mondo sconvolto dalla guerra, cucendo coperte e opponendosi al potere di un’azienda senza scrupoli.

Simile: Carto – Trovare la strada di casa e molto di più [Recensione]

Il design dei personaggi e delle ambientazioni della campagna cita come fonte di ispirazione lo Studio Ghibli, mentre per la rilassante colonna sonora la Monster Couch si è rivolta al compositore Pawel Górniak, cha ha già collaborato con lo sviluppatore alla versione digitale di Wingspan.

Se devo proprio trovare il pelo nell’uovo, il design dei gatti che interagiscono con il tabellone non mi fa impazzire, soprattutto considerando il divario tra questo stile e e quello più delicato della modalità storia. Sarà che questi gatti mi ricordano molto un gioco che avevo sul computer nel lontano 2011 (si stava meglio quando si stava peggio?).

Simile: Jusant – Una scalata attraverso il passato, verso il futuro [Recensione]

Detto questo, non vedo l’ora che il gioco esca, e soprattutto non vedo l’ora di provare il gioco da tavolo, che ho scoperto proprio grazie alla demo di Quilts & Cats of Calico.

Grazie ancora alla Monster Couch e, se volete aggiungere il gioco alla vostra lista dei desideri, cliccate qui per il link a Steam!

Final Fantasy 7 Rebirth: nuovi dettagli, screenshots e un trailer

FF VII Rebirth

Square Enix ha condiviso tantissimi nuovi dettagli di gioco e screenshot di Final Fantasy 7 Rebirth insieme a un trailer narrato di Red XIII.

Sebbene il trailer sia solo un aggiornamento su Story So Far (che sarà incluso nel menu principale del gioco), Square Enix ha condiviso anche molte altre informazioni, inclusi dettagli su nuove regioni, personaggi e altro ancora.

Lo sviluppatore ha confermato che entrambe le modalità di battaglia attiva e classica torneranno in Rebirth, consentendo ancora una volta ai giocatori di scegliere tra un’azione frenetica o un processo decisionale a ritmo più lento. Il sequel avrà tuttavia una nuova difficoltà di gioco, la Dinamica, che si unirà a Facile e Normale per consentire un’ulteriore personalizzazione del giocatore.

Anche le regioni di Kalm e la miniera di Mythril sono state oggetto di un’analisi approfondita. Riguardo Kalm, Square Enix ha dichiarato:

Un villaggio felice tenuto al sicuro dal mondo esterno da un robusto muro di pietra. Sebbene non abbia un proprio reattore, prospera grazie a una fornitura costante di mako convogliata dalla metropoli di Midgar, visibile dalla cima della famosa torre dell’orologio della città.

Mentre per quanto riguarda la miniera di Mythril, dice:

Una miniera un tempo molto vivace che collega le praterie con Junon. Anche se un tempo era apprezzata per i suoi ricchi giacimenti di mythril, la cava cadde in disuso dopo che la Shinra sviluppò un proprio minerale superiore, e i minatori che una volta funzionavano, i suoi tunnel sono stati sostituiti da mostri.

Correlato: Saldi Autunnali di Steam 2023: ecco alcune delle migliori offerte!

I nuovi personaggi

Sebbene Rebirth sia un remake della seconda parte di Final Fantasy 7, proprio come la prima parte (Remake), presenterà una vasta gamma di nuovi personaggi:

Broden: è il proprietario e gestore della locanda a Kalm. Porta rancore nei confronti di Shinra, offrendosi di aiutare Cloud e i suoi amici a sfuggire ai loro aspiranti rapitori aziendali. Il suo aspetto scarno potrebbe essere dovuto ad una recente malattia sconosciuta.

Rhonda: sindaco e sceriffo di Under Junon. La sua casa, un tempo un prospero villaggio di pescatori, cadde in declino dopo che la Shinra costruì una fortezza militare in alto e un reattore Mako in acque profonde al largo. Nonostante lo status di presunti terroristi di Cloud e dei suoi amici, Rhonda permette loro ancora di passare attraverso la sua città.

Priscilla: una giovane ragazza allegra che vive a Under Junon, spesso vista nuotare con il delfino che addestra. Il reattore mako offshore ha contaminato le acque circostanti e Priscilla teme per la sicurezza del suo amico delfino e di altre creature acquatiche.

Billy: nipote di Bill e proprietario di un ranch di chocobo nelle praterie. Lui e sua sorella sono stati cresciuti dal nonno, dopo aver perso i genitori in giovane età. Questo giovane bracciante del ranch si offre gentilmente di insegnare a Cloud e ai suoi compagni i segreti del combattimento tra chocobo, a condizione che frequentino il negozio di sua sorella.

Chloe: sorella minore di Billy. Gestisce un negozio nel ranch dove vende materiali per l’artigianato e altre curiosità. Cordiale e di buon cuore, si relaziona educatamente con Cloud e compagnia ed è grata per il loro patrocinio. Allo stesso tempo, è preoccupata per la fissazione di suo fratello per i soldi.

Riportando l’attenzione sul party principale di Cloud, Aerith e così via, Square Enix ha anche rivelato che le abilità sinergiche avrebbero fatto il loro debutto in Rebirth. Si tratta di attacchi potenti in cui due personaggi si uniscono per eseguire, con più abilità sbloccate man mano che i giocatori salgono di livello nel gruppo.

Square Enix ha anche rivelato una nuova mossa di teletrasporto per Aerith chiamata Ward Shift e ha confermato le abilità di Red XIII. L’attacco base vede Red XIII colpire i suoi nemici, e questo può essere tenuto premuto per avere un raggio più ampio. Le sue abilità ruotano attorno ad attacchi fisici fulminei e attacchi magici a distanza come Starfust Ray e Vengeance Mode, in cui Red XIII scatena il potere dei suoi nemici contrattaccandoli.

Notizie anche sulle evocazioni da parte di Square Enix, poiché lo sviluppatore ha confermato che funzionerebbero in Rebirth allo stesso modo di Remake. È stata approfondita anche la questione Kujata: “una divinità bovina che carica sul campo di battaglia esercitando il potere del fuoco, del ghiaccio e del fulmine. Lancia via i nemici con le sue enormi corna e scatena attacchi magici che colpiscono anche i punti deboli dei nemici distanti.”

La data di uscita di Rebirth, prevista per il 29 febbraio 2024, si avvicina e i fan stanno finalmente apprendendo sempre di più sul gioco. Square Enix ha precedentemente confermato che presenterà nuovi contenuti della storia incentrati su Zack e forse incorporerà anche il retroscena di Sephiroth incluso nel gioco per cellulare Final Fantasy 7 Ever Crisis.

Fonte: IGN

image
image