Tutte le uscite BAO del mese di marzo 2024

Tutte le uscite BAO del mese di marzo

Ecco le quattro uscite del mese di marzo 2024 della casa editrice BAO Publishing, specializzata in fumetti e graphic novel!

In questo articolo troverete quattro graphic novel uscite nel mese di marzo 2024 sotto l’etichetta della casa editrice BAO:

  • Sylvia Beach di Emilia Cinzia Perri e Silvia Vanni
  • Girl Juice di Benji Nate
  • Tutta Sola Al Centro Della Terra di Zoe Thorogood
  • La Stagione Delle Piogge di Keum Suk Gendry-Kim

Sylvia Beach

Le uscite di marzo targate BAO
Cr: BAO

Di Emilia Cinzia Perri e Silvia Vanni

“Le opere di Shakespeare la fecero innamorare della letteratura… E l’incontro con James Joyce le cambiò la vita.

Innamorata della letteratura, Sylvia Beach decide di aprire una libreria americana a Parigi. Finirà per diventare amica dei più influenti intellettuali francesi dell’epoca, e la sua libreria, la mitica Shakespeare and Company, sarà per decenni il porto sicuro al quale approdano gli intellettuali di tutta Europa, oltre a molti scrittori americani.”

Simile: [Recensione] Di Ghiaccio e di Roccia – L’amicizia tra uomo e montagna

Girl Juice

Le uscite di marzo targate BAO
Cr: BAO

Di Benji Nate

“Benji Nate crea un cast di squinternate coinquiline appena post-adolescenti che vivono con gioioso, irresponsabile abbandono le loro passioni, le loro pulsioni, il loro desiderio di godere la vita.

Un fumetto che fa ridere ad alta voce, fatto di brevi sketch che costruiscono un affresco tridimensionale e irresistibile di cosa significa essere gen-Zer.”

Tutta Sola Al Centro Della Terra

Le uscite di marzo targate BAO
Cr: BAO

Di Zoe Thorogood

“Un fumetto che ti porta nelle tenebre per insegnarti a riconoscere la luce in fondo al tunnel.

Una storia autobiografica in cui una profonda consapevolezza di sé non basta ad arginare la condizione di depressione con tendenze suicide che accompagna l’autrice fin dall’adolescenza.

Con l’intento di raccontare sei mesi della propria vita di artista, Zoe esplora la propria condizione interiore, cercando di costruire percorsi per sé e argini interiori per i lettori.”

Simile: 10 dei migliori fumetti DC standalone perfetti per i nuovi lettori

La Stagione Delle Piogge

Le uscite di marzo targate BAO
Cr: BAO

Di Keum Suk Gendry-Kim

“Un libro di quieta denuncia sul fatto che accogliere nelle proprie case, nelle proprie vite, un amico a quattro zampe è una scelta trasformativa, che impone cura e attenzione.

Racconta la storia di una coppia che decide di accogliere in casa un cane, e con il tempo si trasferisce in campagna. Il rapporto dei coreani con i cani è complesso, perché fino a poco tempo fa le leggi nel loro paese ne consentivano la macellazione per l’alimentazione umana.”

Trailer per la stagione finale di Hilda, la serie animata Netflix con Bella Ramsey

Trailer per la stagione finale di Hilda la serie animata Netflix con Bella Ramsey

Ecco il trailer per la terza (3) e ultima stagione di “Hilda”, col ritorno di Bella Ramsey nei panni della protagonista!

è uscito il trailer per la stagione 3 di Hilda, la serie Netflix sulla ragazza dai capelli blu (Bella Ramsey) e sulle sue avventure insieme ai suoi amici nei dintorni della misteriosa e magica Trollberg!

Finora, la serie si è aggiudicata un Children’s BAFTA, tre Daytime Emmy, un Kidscreen Award, sei Annie Awards e un TAAFI. Al di là dei premi, la storia di Luke Pearson ha catturato i cuori del pubblico in tutto il mondo. Ora, Hilda è tornata per altri 8 episodi dal sapore fantasy e onirico che conosciamo.

Simile: 20 delle migliori serie animate su Netflix da vedere assolutamente

La Sony Pictures ha fornito la sinossi della stagione 3 della serie: “Hilda racconta di un’impavida avventuriera dai capelli blu, interpretata in modo originale da Bella Ramsey (The Last of Us), e del suo trasloco dalla sua casa in una vasta regione selvaggia e magica, piena di elfi e giganti, fino alla vivace città di Trollberg, dove incontra nuovi amici e creature misteriose che si rivelano più strane (e più pericolose) di quanto lei immaginasse.

Hilda reinventa efficacemente il genere fantasy attraverso una narrazione al femminile, che poggia sulle fondamenta senza tempo del folklore scandinavo.”

Simile: 15 dei migliori film d’animazione su Netflix

“Nella terza e ultima stagione, che vede Ramsey al fianco di Miriam Margolyes, John Simm e Shirley Henderson, la nostra intrepida eroina viene attirata in un regno mistico dove scoprirà di più sulla storia segreta della sua famiglia e su alcune verità che la riguardano, a lungo rimaste sepolte.”

“L’arco di 8 episodi culmina con un imperdibile finale di 70 minuti, destinato a mettere alla prova anche il pubblico più avventuroso”.

Simile: 25 dei migliori film d’animazione da vedere

Chantal Ling, Vice Presidente della Mercury Filmworks, ha dichiarato: “Anche se è sempre difficile veder terminare una serie che è stata così gratificante a livello professionale, siamo entusiasti di presentare le ultime epiche avventure della nostra eroina Hilda in questa stagione finale al Festival Internazionale dell’Animazione di Ottawa e di far divertire il pubblico di tutto il mondo quando la serie arriverà su Netflix a fine anno”.

Nel 2021, Pearson ha parlato con Publisher’s Weekly dell’opportunità unica di realizzare l’intero progetto di Hilda. È raro, nell’ambiente dell’intrattenimento, vedere qualcuno che riesce a realizzare la propria visione con un intervento esterno minimo.

Simile: 15 dei migliori film per famiglie su Netflix

Certamente, gli animatori hanno fatto la loro parte per dare vita a Hilda. Tuttavia, sembra che Pearson abbia apprezzato molto il potersi occupare dei dettagli della storia. “Nel caso dei fumetti apprezzo la flessibilità e il controllo generale che si ha sulla cosa”, ha affermato Pearson.

“Nell’animazione, almeno in questo tipo di animazione, hai solo un ruolo specifico e puoi solo influenzare il risultato finale. Ho apprezzato molto la sensazione rassicurante di far parte di un vasto team di persone che sono tutte bravissime nei loro ruoli specifici. È bello poter sospingere le cose in una direzione che ti piace e poi guardare gli altri che le portano avanti”.

Fonte

Five Nights at Freddy’s: il creatore reagisce al successo del film

Five Night at Freddys

Dopo il successo del film di Five Nights at Freddy’s, ecco la reazione del creatore del videogioco Scott Cawthon

Non è un segreto che Five Nights at Freddy’s stia andando inaspettatamente bene. Dopo aver infranto numerosi record al botteghino, il film ha avuto anche il più grande debutto sul servizio di streaming Peacock, in soli cinque giorni.

Ora, il creatore di videogiochi Scott Cawthon ha risposto al successo travolgente del film. Cawthon scrive su Reddit:

Grazie a tutti per aver reso il weekend di apertura un così grande successo. Questa cosa va al di là di ogni immaginazione. Leggo i commenti e le critiche, quindi, anche se sono felice che la maggior parte delle persone si sia divertita al cinema, sto sicuramente prestando attenzione e volevo che lo sapeste tutti.

Il film di FNAF si basa su un gioco del 2014, in cui vediamo il giocatore prendere il controllo di Mike Schmidt, la nuova guardia di sicurezza notturna del Freddy Fazbear’s Pizza, che deve sopravvivere al turno mentre personaggi animatronici omicidi vagano per il ristorante.

Cawthon ha inoltre dichiarato:

Se ricordate, avevo programmato di andare in incognito con gli occhiali (e la barba) e di partecipare a diverse proiezioni […] Nessuno mi ha riconosciuto, come previsto, ma ho avuto degli incontri divertenti. […] Giovedì sono andato alla prima rappresentazione alle 14:00. Non c’erano molte persone. Ma poco prima che il film iniziasse, entrarono un ragazzo e una ragazza adolescenti. La ragazza era vestita da Toy Chica e si sedettero proprio accanto a me. Era ovviamente una super fan (lui non tanto), e l’ho sentita dire mentre entrava: “E se Scott Cawthon fosse qui?” Pochi secondi dopo, dopo essersi seduti, l’ho sentita sussurrare: “Sembra Scott Cawthon”, gesticolandomi. Lui mi guardò e poi le sussurrò: “Cara, è vecchio”. A questo proposito dico: due cose possono essere vere allo stesso tempo.

Successivamente, gli incontri con i super fan sono diventati sempre più imbarazzanti e ha aggiunto:

Più tardi quel giorno sono andato a un altro spettacolo e cinque super fan sono venuti e si sono seduti proprio accanto a me […] Dico che erano super fan perché erano tutti in costume. Si sono seduti accanto a me, parlando tra loro per qualche minuto, poi si sono tutti alzati con nonchalance, si sono spostati di qualche posto lontano da me e si sono seduti di nuovo. Giuro che mi metto il deodorante…forse non abbastanza?

Correlato: Deltarune sarà disponibile una volta terminato il capitolo 4

A questa sono seguite altre dichiarazioni come:

Lo spettacolo di venerdì sera è stato il migliore. Era una folla gremita e ho potuto sentire tutti esultare e applaudire. È stato molto divertente. A un certo punto mi sono alzato per andare in bagno e sono passato davanti a un gruppo di adolescenti in prima fila. Uno di loro ha detto: “Ehi, papà” – non era mio figlio, ovviamente – e ho risposto: “Ehi, figliolo”. Quindi da qualche parte là fuori ho un nuovo “figlio onorario”.

Sono poi andato a un’altra proiezione sabato sera. Indossavo una maglietta di Security Breach. Ero in fila dietro una giovane donna con un cappello alla Freddy in attesa di popcorn e drink, e lei si è girata, mi ha guardato e ha detto semplicemente: “Mi piace la maglietta!”. Questo ha reso la mia serata migliore.

Il sito IGN ha recensito Five Nights at Freddy’s con un 4/10, dichiarando che Scott Cawthon ha sì contribuito a produrre l’adattamento cinematografico del suo fenomeno videoludico, ma semplicemente espandendo la premessa del gioco con un eccesso di melodramma sui personaggi. Abbiamo finalmente appreso il tragico retroscena della guardia di sicurezza Mike Schmidt!

È quindi un film che si basa sulla voglia di dare ai fan più fedeli ulteriori approfondimenti sulla trama che circonda il gameplay.

Fonte: IGN

Opening Night Live Gamescom 2023: tutti i giochi annunciati

Gamescom

Annunciati alla Opening Night Live del Gamescom 2023 anche giochi come Alan Wake 2, Mortal Kombat 1 e Assassin’s Creed Mirage.

La Opening Night Live 2023 del Gamescom è arrivata, presentando tantissimi giochi tra quelli già precedentemente annunciati, alcuni giochi nuovi e persino due trailer di film. Da Starfield a Rebel Moon, da Mortal Kombat 1 ad Alan Wake 2 e molto altro ancora, cercando di accontentare chiaramente i gusti di tutti.

Come accennato, c’era molto in mostra all’Opening Night Live e questa carrellata ha raccolto tutti i più grandi annunci, trailer e rivelazioni in un unico posto assicurando di non tralasciare nulla.

Il trailer live-action di Starfield anticipa le prossime avventure spaziali. Todd Howard si ferma alla ONL per mostrare il nuovo gameplay.

Dopo un’esibizione del compositore delle musiche di Starfield, Inon Zur, è stato proiettato un trailer live-action che anticipa alcune delle avventure spaziali future per l’attesissimo gioco che arriverà il 6 settembre o l’1 settembre per chi possiede l’ accesso anticipato. Anche il regista di Starfield, Todd Howard, si è unito a Geoff Keighley sul palco per condividere qualcosa in più sul primo nuovo universo di Bethesda e per mostrare il gioco in azione.

Starfield

Zack Snyder rivela il primo trailer di Rebel Moon e la data di uscita della seconda parte

Zack Snyder ha presentato il primo trailer di Rebel Moon, pieno di viaggi spaziali, pistole, spade fiammeggianti, creature mitiche, robot, alieni, esplosioni e tanto altro. Rebel Moon – Parte 1: A Child of Fire uscirà su Netflix il 22 dicembre 2023, mentre Parte 2: The Scargiver arriverà il 19 aprile 2024.

Rebel Moon

Call of Duty: Modern Warfare 3: ecco il trailer del gameplay presentato al Gamescom 2023

I fan di Call of Duty: Modern Warfare 3 hanno potuto osservare nel dettaglio il gameplay del primo livello, chiamato Operazione 627. Certo, è stato fantastico vedere il gioco in azione, ma la grande novità è che i giocatori verranno spediti a Verdansk, l’ambientazione dell’originale Warzone. Call of Duty: Modern Warfare 3 uscirà il 10 novembre 2023.

Presentazione del trailer di Alan Wake II – The Dark Place

L’uscita di Alan Wake 2 è prevista per il 17 ottobre 2023 Gamescom ha offerto a chi è entusiasta di questa nuova avventura spettrale uno sguardo al “luogo oscuro”, una realtà da sogno che nasce dalla mente di Alan. E se ciò non fosse abbastanza intrigante per voi, sappiate che saranno integrati perfettamente filmati live-action nel gameplay proprio per mostrare la natura onirica di questo spazio misterioso.

Diablo 4 Stagione 2 chiamata Stagione del Sangue, aggiunge il compagno “cacciatore di vampiri”

La seconda stagione di Diablo 4 si chiama ufficialmente Stagione del Sangue e inizierà il 17 ottobre 2023. In questa nuova stagione, i giocatori potranno avventurarsi con un nuovo compagno cacciatore di vampiri chiamato Erys, doppiato da Gemma Chan di Eternals. I giocatori avranno inoltre accesso a una nuova serie di missioni, Poteri vampirici, 5 boss finali aggiuntivi, una gestione più efficiente dell’inventario delle gemme e molto altro ancora.

Mortal Kombat 1 rivela due nuovi combattenti alla serata di apertura del Gamescon

Mortal Kombat 1 ha fatto sentire la sua presenza all’Opening Night Live con un nuovo trailer di gioco che mostrava più parti del gioco in azione e rivelava che Sindel e il generale Shao si uniranno al roster. Anche Motaro e Shujinko appariranno in dei cameo.

Correlato: The Game Awards 2023 – Annunciata la data ufficiale dell’evento

Tekken 8: rivelata la data di uscita alla ONL

Oltre a un nuovo trailer, Bandai Namco ha rivelato al Gamescom Opening Night Live che Tekken 8 uscirà ufficialmente il 26 gennaio 2024 per PS5, Xbox Series X/S e PC. Abbiamo anche intravisto la modalità per giocatore singolo del gioco, che sembra onorare i vecchi e meravigliosi giorni della scena arcade.

L’ultimo trailer di Assassin’s Creed Mirage si concentra sulla Baghdad del IX secolo

Assassin’s Creed Mirage ha ricevuto un nuovo trailer di gioco alla ONL, che mostrava una Baghdad del IX secolo e presentava una voce fuori campo in lingua araba. Mirage ha come protagonista Basim, un personaggio apparso per la prima volta in Assassin’s Creed Valhalla, e uscirà il 5 ottobre 2023.


Cyberpunk 2077 2.0 arriverà nel gioco base insieme a Phantom Liberty, rivelato il nuovo trailer del gameplay

CD Projekt Red non si è limitato a rilasciare un nuovo trailer di gioco per Cyberpunk 2077: Phantom Liberty, ma ha anche confermato che tutti i giocatori, indipendentemente dal fatto che acquisteranno il DLC Phantom Liberty, avranno accesso all’aggiornamento alla versione 2.0 che porta con sé un serie di miglioramenti.

Per quanto riguarda il trailer, esso ci ha dato la possibilità di dare un’altra occhiata a Phantom Liberety prima della sua data di uscita, prevista per il 26 settembre. Ecco alcune delle novità introdotte:

  • Un nuovo distretto pericoloso;
  • Decine di nuove missioni e concerti di storie;
  • Combattimento tra veicoli e armi montate;
  • Sistema di polizia rinnovato;
  • Revisione dell’IA da combattimento;
  • Infiniti eventi e missioni dinamici;
  • Cyberware e vantaggi riprogettati;
  • Nuovo albero delle abilità e abilità delle reliquie;
  • Limite di livello aumentato;
  • Oltre 100 nuovi oggetti: armi, cyberware e moda.

Sonic Superstars ha finalmente una data di uscita

SEGA ha rivelato che Sonic Superstars uscirà il 17 ottobre 2023. I fan di Sonic e i suoi amici hanno anche potuto vedere un nuovo trailer di gioco che mostra la modalità cooperativa locale, che da la possibilità di far competere fino a quattro giocatori insieme e il free-for-all online.


Little Nightmares 3 annunciato con un trailer sulla spettrale avventura cooperativa

Little Nightmares 3 è stato annunciato ufficialmente con un trailer davvero inquietante che mostrava il gameplay cooperativo tra due personaggi che attraversavano un mondo che – fidatevi – non vorremmo mai visitare al di fuori di un videogioco.

C’è stata anche un’altra sorpresa, poiché il team ha annunciato che ci sarà una nuova serie di podcast chiamata The Sounds of Nightmares, che sarà disponibile a breve e racconterà una storia completamente nuova nell’universo del gioco.

Grandblue Fantasy: Relink: data di uscita impostata per febbraio 2024

Cygames ha condiviso un nuovo trailer di Granblue Fantasy: Relink e ha rivelato che il gioco di ruolo d’azione uscirà il 1 febbraio 2023 su PS5, PS4 e PC. Ciò costituirà un piccolo ritardo, ma darà a Cygames abbastanza tempo per dare ai fan del franchise un gioco meritevole.

Tutti gli altri annunci e i video sulla Opening Night Live del Gamescon 2023 sono contenuti nell’articolo del sito IGN qui linkato.

Quale annuncio vi ha emozionato di più? Cosa speravate di vedere che non è stato presentato? Fatecelo sapere nei commenti!

Fonte: IGN

[Recensione] Barbie: la realtà non è così perfetta come sembra

Barbie movie

La pellicola Barbie – firmata Greta Gerwig – ci mostra il lato nascosto e fragile della famosa icona dai capelli d’oro.

Numeri da record in soli due giorni per l’uscita al cinema di Barbie, il nuovo film di Greta Gerwig – uscito al cinema il 20 luglio in Italia – che riesce ad ottenere 22.3 milioni di dollari con le anteprime negli USA.

In questo film il cast stellare composto da Margot Robbie (Barbie stereotipo), Ryan Gosling (Ken stereotipo), America Ferrera (Gloria) e tanti altri, ci accompagna in una comica avventura alla ricerca dell’identità di Barbie nel mondo reale.

Tuttavia, oltre le stelle e il mondo perfetto dai colori pastello di Barbieland ideato dalla Gerwig c’è molto più di ciò che possiamo pensare.

Correlato: 15 dei migliori film romantici da vedere su Netflix

frame del film Barbie

La trama – Attenzione spoiler!

Dopo un’esaustiva introduzione ispirata dal film di Kubrick, 2001: Odissea nello Spazio, veniamo catapultati nel mondo rosa e utopico di Barbieland. Qui risiede una società matriarcale dove le donne sono tutte di successo, sicure di sè e ricoprono posizioni lavorative di grosso calibro. La realtà utopica della terra delle bambole subisce un cambiamento radicale quando la nostra protagonista viene colpita da pensieri intrusivi sulla sua mortalità.

La sua routine, una volta perfetta, viene stravolta, insieme al suo corpo, che inizia a cambiare, e che presenta sempre più imperfezioni. Dopo un incontro con Barbie stramba (Kate McKinnon) – una barbie emarginata – comprende che per curare il suo problema è costretta andare nel mondo reale.

Qui la nostra Barbie stereotipo, affronta tutte le difficoltà del mondo umano. Nel suo viaggio incontra i CEO della Mattel, che cercano di catturarla, e la sua proprietaria Gloria. La donna ha trasferito inavvertitamente le sue preoccupazioni sulla bambola durante una crisi d’identità.

Nel frattempo, Ken stereotipo, che si ritrova nel mondo reale insieme a barbie dopo essersi nascosto nella sua decappottabile, viene a conoscenza del patriarcato e per la prima volta sente di essere importante. Tornato a Barbieland inizia a convertire tutti i Ken al sistema patriarcale, prendendo il sopravvento sulle Barbie e sul loro mondo.

Una volta tornata a Barbieland, portando con sé Gloria e la figlia adolescente Sasha – che in primo luogo disprezzava le Barbie per aver incoraggiato uno standard di bellezza irrealistico – per convincere Ken a riportare tutto all’ordine iniziale.

Quando Ken per la prima volta snobba Barbie questa si rivolge a Barbie stramba per attuare un piano. Insieme alle altre Barbie, manipolano i Ken e mettendoli l’uno contro l’altra si riprendono lentamente il loro potere.

Per la prima volta, Barbie e Ken stereotipo si confrontano, ammettendo i propri fallimenti e Barbie spinge Ken ad acquisire una propria identità. La nostra Barbie stereotipo ora si ritrova senza uno scopo, e con l’aiuto del fantasma di Ruth Handler – co-fondatrice della Mattel – decide di diventare umana e tornare nel mondo reale, chiamandosi come l’originale ispirazione della bambola Barbara Handler.

Barbie

La fragilità umana in una realtà perfettamente imperfetta

Dietro i colori pastello, il rosa shocking e l’apparente perfezione si nasconde molto più di ciò che pensiamo. Il film, scritto da Greta Gerwig e Noah Baumbach, è in realtà un’attenta visione della società odierna. Oltre il sottile strato di ironia e stereotipi si nasconde una forte critica verso la mascolinità tossica e l’inseguimento di canoni di bellezza impossibili.

La giovane Sasha, figlia di Gloria – la proprietaria della Barbie stereotipo – non manca infatti di criticare la bellissima bambola bionda per essere un modello sbagliato per le giovani donne, incoraggiando degli standard di bellezza impossibili e il consumismo superficiale. Barbie quindi, colpita da queste parole viene disillusa, essendo il suo scopo quello di aiutare le giovani donne a diventare forti e indipendenti.

Prendendo invece in esame Ken, la bambola dopo essersi abituato al modello patriarcale, cerca di nascondere la sua insicurezza e la sua fragilità, ammettendo però poi di sentirsi inutile e di non avere un’identità senza la propria Barbie, cosa che ha colpito tutti gli altri Ken e li ha portati a “sottomettere” le altre bambole. Così la nostra protagonista cerca in tutti i modi di incoraggiarlo a trovare una propria strada e un proprio scopo. Tuttavia, si renderà presto conto di essere lei stessa a non avere più uno scopo. Così, insieme a Ruth Handler, ci farà riflettere su quanto sia bello essere semplicemente esseri umani in una realtà perfettamente imperfetta.

Studio Ghibli: nessun trailer per il nuovo film di Hayao Miyazaki

Studio Ghibli

Il regista dello Studio Ghibli, Hayao Miyazaki, non ha rilasciato trailer prima dell’uscita in Giappone del suo ultimo film.

Il prossimo film del regista veterano della Ghibli sarà apparentemente anche l’ultimo e uscirà senza alcun trailer o materiale promozionale.

In un’intervista con la rivista giapponese Bungei Shunju – tradotta dall’Hollywood Reporter – il produttore Toshio Suzuki ha dichiarato che il film, intitolato “How Do You Live?”, sarebbe uscito senza materiali promozionali. Ha aggiunto:

In fondo, penso che questo sia ciò che gli spettatori desiderano latentemente.

How Do You Live? sarà rilasciato in Giappone il 14 luglio, ma i potenziali spettatori non sono del tutto privi di informazioni. Lo Studio Ghibli, la casa di produzione del film, ne ha pubblicato un poster a dicembre. Miyazaki ha inoltre rivelato alcuni dettagli sul film in un’intervista del 2017, dicendo che è stato ispirato dall’omonimo romanzo del 1937 di Genzaburō Yoshino.

Secondo quanto riferito, Miyazaki ha lavorato al film dal 2016, dopo essere uscito da un ritiro in seguito all’uscita del suo ultimo lungometraggio, The Wind Rises.

Successivamente, Miyazaki ha completato il lavoro su un cortometraggio intitolato Boro the Caterpillar per il museo Studio Ghibli, proiettato lì per la prima volta nel 2018.

Correlato: Studio Ghibli + Lucasfilm: in arrivo un progetto Star Wars?

https://twitter.com/JP_GHIBLI/status/1602558942231396353?ref_src=twsrc%5Etfw%7Ctwcamp%5Etweetembed%7Ctwterm%5E1602558942231396353%7Ctwgr%5E7d2d1e704baac8d17d19533904a8b7cbc14a67a4%7Ctwcon%5Es1_&ref_url=https%3A%2F%2Fwww.theguardian.com%2Ffilm%2F2023%2Fjun%2F05%2Fstudio-ghibli-hayao-miyazaki-final-film-how-do-you-live-no-trailers-promotion
Il twit ufficiale dello Studio Ghibli contenente la copertina di How Do You Live?

Miyazaki vince l’Oscar per il miglior film d’animazione nel 2003 con La Città Incantata e viene nominato altre due volte, per Il Castello Errante di Howl nel 2006 e The Wind Rises nel 2014. Riceve inoltre un Oscar onorario nel 2015.

Suzuki afferma che, con questa scelta, lo studio stava reagendo a quella che considerava l’eccessiva saturazione dei materiali di marketing da parte di Hollywood. Egli dichiara:

Se guardi tutti (i trailer), sai tutto quello che accadrà in quel film. Allora come si sentono gli spettatori a riguardo? Ci saranno persone che, dopo aver visto tutti i trailer, non vorranno andare a vedere il film. Quindi, volevo ottenere il risultato opposto.

Siamo quindi davvero emozionati per l’uscita dell’ultimo film del maestro Miyazaki e speriamo nel meglio per il futuro dello Studio Ghibli.

Fonte: The Guardian

Tom Holland decide di prendersi un anno di pausa dalla recitazione

Tom Holland sul set di The Crowded Room

Il celebre attore Tom Holland ha deciso di prendersi una pausa di un anno dalla recitazione dopo la serie “The Crowded Room”

Tom Holland ha deciso di mettere in pausa la recitazione per un anno dopo aver concluso The Crowded Room. L’attore della serie di Apple TV+ si apre su quanto sia stato difficile per lui interpretare il ruolo di Danny Sullivan. Egli dichiara:

È stato un periodo difficile, sicuramente. Stavamo esplorando alcune emozioni che sicuramente non avevo mai provato prima. Per di più, essere un produttore, affrontare i problemi quotidiani che si presentano con qualsiasi set cinematografico, ha solo aggiunto quel livello extra di pressione. Mi prenderò un anno di pausa ed è il risultato di quanto questo show sia stato difficile

La star di Spider-Man: No Way Home ha detto di non essere estraneo al lavoro duro e che gli è piaciuto molto lavorare a questa serie, ma che l’ha messo comunque a dura prova. Ha poi aggiunto:

È arrivato un momento in cui ho pensato “Ho bisogno di fare una pausa”. Sono entusiasta di vedere come andrà a finire e sento che il nostro duro lavoro non è stato vano.

Correlato: Apple TV+ – Rivelato nuovo trailer di The Crowded Room con protagonista Tom Holland

Lattore Tom Holland

The Crowded Room in 10 episodi narra di un uomo arrestato in seguito al suo coinvolgimento in una sparatoria a New York nel 1979. Nel thriller psicologico, Tom Holland interpreta Danny Sullivan, un personaggio basato su Billy Mulligan, un uomo noto come “The Campus Rapist”, oggetto di un caso giudiziario degli anni ’70.

Non è la prima volta in cui Holland parla di quanto sia stato difficile per lui interpretare il personaggio e si apre sulla sua salute mentale. L’attore difatti, non è estraneo al lavoro sotto l’aspetto fisico che comporta un film d’azione, ma l’aspetto mentale lo ha davvero provato. Holland confessa inoltre che ha avuto bisogno di tempo per riprendersi in seguito e tornare alla realtà dopo la fine delle riprese.

Menzionando le sue difficoltà ad uscire dal ruolo, l’attore ha anche menzionato “un piccolo crollo” avuto a casa, pensando addirittura – come da lui dichiarato in un’intervista – di radersi la testa pur di sbarazzarsi del suo personaggio.

Apple TV+ rilascerà i primi tre episodi di The Crowded Room a partire dal 9 giugno e successivamente rilascerà un episodio a settimana ogni venerdì fino al 28 luglio.

Fonte: Deadline

Captain America 4: il titolo è stato modificato

Anthony Mackie Captain America

La star Anthony Mackie ha rivelato che il titolo del film di Captain America 4 dei Marvel Studios è stato modificato.

Anthony Mackie – conosciuto per il ruolo di Falcon nei film del MCU – ha recentemente rivelato in un post Instagram che il film di Captain America 4 avrà un nuovo titolo. Il nuovo prodotto Marvel, annunciato in precedenza come Captain America: New World Order, ora si chiama Captain America: Brave New World. Mackie conferma questo cambio di nome attraverso una foto in cui lo si vede parlare con la co-star Harrison Ford. L’attore attualmente sta sostituendo il defunto William Hurt nel ruolo di Thaddeus “Thunderbolt” Ross. Mackie scrive in un post Instagram:

Quando Harrison Ford ti dice come dare calci dovresti solo guardare e ascoltare! LoL… Grazie per la saggezza sul set e per le risate amico mio! Non vedo l’ora di farlo ancora… Captain America: Brave New World dei Marvel Studios nelle sale il 3 maggio 2024.

Correlato: Marvel – Guardiani della Galassia Vol. 3 super al botteghino Super Mario Bros

Anthony Mackie rivela il nuovo titolo di Captain America tramite un post di Instagram
Anthony Mackie rivela il nuovo titolo di Captain America tramite un post di Instagram

Il nuovo titolo di Captain America 4

I Marvel Studios non hanno spiegato il perché del cambio del titolo. Alcuni hanno criticato la scelta del titolo Captain America: New World Order per la sua associazione con una teoria complottista, spesso considerata antisemita. Poco si sa della trama del film, ma il vero intento del titolo potrebbe essere un riferimento a un’organizzazione di cattivi dei fumetti Marvel chiamata New World Order. Organizzazione che viene inoltre guidata da Teschio Rosso, l’arcinemico del predecessore del Captain America di Sam Wilson, Steve Rogers.

Non ci sono invece riferimenti immediati ai fumetti di Captain America nel nuovo titolo “Brave New World”. Il riferimento più vicino potrebbe essere Secret Empire: Brave New World, una miniserie che la Marvel Comics ha pubblicato come parte del più ampio crossover Secret Empire, uscito nel 2017. Questa miniserie manipola la realtà del primo Captain America (Steve Rogers) rendendolo un agente dormiente dell’organizzazione Hydra, che ha conquistato gli Stati Uniti e modificato il mondo a sua immagine e somiglianza diventando Hydra Supreme.

Correlato: I 10 attori più pagati del Marvel Cinematic Universe

Captain America: Brave New World – Cast e data di rilascio

In questo nuovo film di Captain America vedremo Anthony Mackie nei panni di Sam Wilson (Captain America), Harrison Ford nel ruolo di Thaddeus Ross, Carl Lumbly come Isaiah Bradley, Danny Ramirez nel ruolo di Joaquin Torres e Tim Blake Nelson come il Dr. Samuel Sterns., riprendendo il suo vecchio ruolo dal film L’incredibile Hulk del 2008. L’attrice Shira Haas farà il suo debutto nel Marvel Cinematic Universe con il personaggio di Sabra.

Captain America: Brave New World è diretto da Julius Onah e uscirà nelle sale il 3 maggio 2024. Attendiamo con ansia sviluppi sul nuovo film del capitano firmato Marvel.

Fonte: ComicBook

[Recensione] La Sirenetta live-action: un’Ariel mai vista prima

La Sirenetta live action

La Disney torna al cinema con un coloratissimo remake live-action del classico del 1989 La Sirenetta, mostrandoci un’Ariel mai vista prima.

La Sirenetta di Rob Marshall è arrivata sullo schermo il 24 maggio di quest’anno tra i pareri discordanti dei fan della Disney che rivendicano la bellezza dei classici originali e quelli entusiasti delle novità portate dai live-action e dai nuovi progetti della multinazionale.

L’attrice Halle Bailey – conosciuta per il ruolo di Sky Forster nella serie Grown-ish e per la sua attività musicale nel duo Chloe x Halle – ha dato un’interpretazione speciale della famosa principessa, dando modo allo spettatore di conoscere un’Ariel mai vista prima, più coraggiosa, intraprendente e strategica.

Nel corso del film abbiamo inoltre modo di approfondire la storia del principe Eric, interpretato da Jonah Hauer-King. Dal ruolo di personaggio secondario a cui era relegato nel classico del 1989, Eric passa in primo piano ottenendo il ruolo di co-protagonista. Infatti, abbiamo avuto modo di scoprire nuovi dettagli sulla sua vita a corte, sulla famiglia e sulla sua personalità, messa quasi a paragone con quella della nostra sirenetta, avvicinandoli e rendendoli più simili a livello umano, esprimendo la voglia di libertà e di cambiamento nella loro vita.

Correlato: La Sirenetta: quinto posto al Box Office per il Memorial Day

Ariel e gli altri protagonisti
Ariel e gli altri protagonisti del live-action

Le aggiunte nella trama del live-action possono a primo impatto sembrare superflue, tuttavia, gli approfondimenti sulle storie individuali dei personaggi e sugli eventi – come la scena del naufragio della nave del principe e del salvataggio di Ariel – ci permettono di immergerci maggiormente all’interno della storia e di farci quasi diventare “parte del loro mondo.”

Il live-action tra pecche e piacevoli sorprese

Molti fan su internet hanno espresso il proprio disappunto riguardante la scelta del cast. Secondo alcuni, la scelta di Halle Bailey per il ruolo di Ariel non è propriamente la più azzeccata: la Disney è stata accusata di praticare blackwashing, – una pratica dell’industria cinematografica in cui un attore di origine africana ottiene il ruolo di un personaggio storicamente di un’altra etnia – che per alcuni rappresenta una forma di rivalsa per la comunità nera, spesso messa da parte in passato.

Personalmente, prima di vedere il film al cinema, anch’io mi sono ritrovata ad avere dei dubbi sulla scelta di alcuni attori (e doppiatori), eppure mi sono ritrovata piacevolmente sorpresa e non ho potuto fare a meno di emozionarmi davanti alla bravura della Bailey nella recitazione e nell’interpretazione dei brani composti da Alan Menken, soprattutto in Part of Your World.

Altri dubbi che mi erano sorti prima di vedere il risultato finale in sala erano quelli riguardanti l’uso della CGI per la costruzione dei personaggi Sebastian, il granchio consigliere di Tritone, e Flounder, il migliore amico di Ariel. Nonostante ciò, il live-action è una piacevolissima sorpresa a livello visivo, diventando una storia dai toni contemporanei, rivisitata nel segno dell’inclusione e della diversità, con l’aggiunta di un messaggio di stampo ecologista da parte di re Tritone – interpretato da Javier Bardem – che condanna l’uomo per aver influito negativamente sul destino dell’ambiente marino.

Correlato: Disney trova Nani per il live-action di Lilo & Stitch

Il film, nonostante l’accoglienza con alcune controversie negative, è stato apprezzato particolarmente dai critici ma meno dal pubblico. Sul sito di recensioni Rotten Tomatoes il film ha il 67% di gradimento sulla base di 243 recensioni e un gradimento totale del 57% basato su più di 25.000 recensioni di utenti non registrati. L’audience verificata gli attribuisce invece il 95%.

Fonte: Wikipedia

La Sirenetta: quinto posto al Box Office per il Memorial Day

La Sirenetta remake live action

La Sirenetta ha avuto la quinta più alta apertura di tutti i tempi al weekend del Memorial Day, 117.5 milioni di dollari al Box Office

Il remake live-action de “La Sirenetta” si è guadagnato la quinta più alta apertura di tutti i tempi al weekend del Memorial Day con 117.5 milioni di dollari nei suoi primi quattro giorni nei cinema del Nord America. Come riportato da Comscore, La Sirenetta in un weekend di 3 giorni ha guadagnato 95.4 milioni di dollari per quanto riguarda gli Statu Uniti, mentre internazionalmente ne ha guadagnati 68.2 milioni

In confronto, il cartone animato originale della Sirenetta del 1989 ha aperto con soli 6.03 milioni negli Stati Uniti e il guadagno globale nei cinema fu di 211.34 milioni di dollari. Ovviamente, il box office è molto cambiato ai giorni nostri, ma resta ugualmente un confronto interessante che abbiamo potuto vedere dal sito di Box Office Mojo.

Attualmente, il live-action de La Sirenetta è al quinto posto della lista delle migliori aperture nazionali per i remake live-action della Disney, sorpassato ancora da Il Libro della Giungla ($103.26 milioni), Alice nel Paese delle Meraviglie ($116.1 milioni), La Bella e la Bestia ($174.01 milioni), e Il Re Leone ($191.7 milioni).

Sul sito IGN, la recensione de La sirenetta recita:

Pieno di cuore, guidato dalla performance stellare di Halle Bailey, La Sirenetta è un adattamento accettabile, se non di successo, dell’originale cartone animato.

Il Box Office attuale

Fast X raggiunge il secondo posto dei guadagni nazionali con 23.01 milioni di dollari e il box office internazionale con 87.25 milioni. Con i suoi 110.27 milioni di dollari guadagnati in questo weekend, Fast X ha superato i 507 milioni al box office globale. Inoltre, il franchise di Fast & Furious ha superato i 7 miliardi di dollari al botteghino mondiale.

Correlato: Fast X – Cosa ricordarsi prima di vedere il film

Box office globale

Guardiani della Galassia Vol. 3 ha preso il testo posto al box office, con una vendita di biglietti al box office nazionale pari a 20.37 milioni di dollari e 25.1 milioni a quello internazionale. Globalmente, il terzo film dei Guardiani della Galassia ha guadagnato 731.02 milioni di dollari.

Super Mario Bros. – Il film invece continua la sua straordinaria corsa nel box office mondiale portando altri 6.3 milioni di dollari in Nord America e 13.10 milioni oltre oceano, guadagnandosi così il quarto posto. Le avventure di Mario sul grande schermo, in totale hanno guadagnato 1.27 miliardi di dollari.

Fonte: IGN

Diablo IV: una nuova sfida per la hardcore mode

Diablo IV

i primi 1000 giocatori ad arrivare al livello 100 nella hardcore mode saranno immortalati su una statua di un demone gigante

La Hardcore mode di Diablo IV ha alzato la sua posta in gioco, la Blizzard infatti ha deciso di immortalare i nomi dei primi 1000 giocatori che raggiungeranno il livello 100, aggiungendoli alla statua di Lilith. La casa produttrice ha twittato:

Pensate di poter ingannare la morte? Raggiungete il livello 100 su Diablo IV nella hardcore mode e twittate #Diablo4Hardcore con le prove per avere il vostro username immortalato sulla statua di Lilith.

La difficilissima hardcore mode di Diablo ha la posta in gioco più alta di tutte: una singola morte di un personaggio comporterà la sua eliminazione, ma se si dovesse riuscire a proseguire senza soccombere ad alcun boss mostruoso del gioco, la propria BattleTag sarà immortalata per sempre.

https://twitter.com/Diablo/status/1662205024326516737?ref_src=twsrc%5Etfw%7Ctwcamp%5Etweetembed%7Ctwterm%5E1662205024326516737%7Ctwgr%5E21af470ea2707e328f7d2655763181f80309a9d9%7Ctwcon%5Es1_&ref_url=https%3A%2F%2Fwww.ign.com%2Farticles%2Fthe-first-1000-diablo-4-players-to-hit-level-100-on-hardcore-will-be-immortalised-on-a-giant-demon-statue

Nel momento in cui i giocatori raggiungeranno il livello 100 in hardcore dovranno persino inviare a Blizzard delle prove, in formato foto o video. Inoltre, le condizioni stabliscono che nel twit da postare sull’account ufficiale di Diablo si dovrà utilizzare l’hashtag #Diablo4Hardcore, menzionando il proprio BattleTag. Naturalmente, il giocatore dovrà anche possedere il titolo di “Tempered Champion” che verrà automaticamente assegnato al raggiungimento del centesimo livello in hardcore.

Correlato: Ecco tutto quello che è stato annunciato al Playstation Showcase 2023

La sfida avrà inizio il giorno in cui verrà rilasciato l’accesso anticipato a Diablo V, il 1 giugno, e finirà nel momento in cui i primi 1000 giocatori avranno raggiunto l’obbiettivo, o il 1 settembre in caso i vincitori siano più di 1000.

Il sito IGN ha dato le proprie impressioni sulla beta dicendo:

“Dopo essersi concentrati sulle classi del Druido e del Negromante in questo secondo weekend di beta, il prossimo sarà più aperto a quelli disposti a comprare un “diabolico sandwich di pollo”. Sono più convinto che mai che questo infernale action RPG sia sulla buona strada per fornirci qualcosa di davvero speciale.”

Attendiamo con ansia nuovi sviluppi riguardanti l’uscita del nuovo capitolo del gioco firmato Blizzard.

Fonte: IGN

La regina Carlotta: una storia di Bridgerton

La regina Carlotta Una storia di Bridgerton

La rinascita del “fenomeno Bridgerton” e l’uscita su Netflix dello spin-off La regina Carlotta: Una storia di Bridgerton

Nelle ultime settimane abbiamo avuto l’occasione di assistere all’uscita dello spin-off di Bridgerton, una delle serie più popolari di Netflix. Queen Charlotte: A Bridgerton Story racconta la storia della giovane regina Carlotta, allora diciassettenne, e del re Giorgio III d’Inghilterra, mostrandoci i dettagli fino ad allora nascosti della loro profonda e travagliata storia d’amore.

L’enigmatica regina delle prime stagioni della serie ufficiale – interpretata dall’attrice Golda Rosheuvel – apparentemente dura e impenetrabile, rivela la sua personalità di donna forte e appassionata, ma dal cuore d’oro. La nuova serie mostra inoltre, un lato sconosciuto del nostro re Giorgio, già incontrato precedentemente in alcune scene di Bridgerton, in cui la sua malattia è visibilmente degenerata. Ricordiamo ad esempio la scena della seconda stagione in cui avviene l’incontro tra lui e il “diamante”, la cara Edwina Sharma, che si mostra impeccabile nel rapportarsi con lui durante una delle sue crisi.

La regina Carlotta e il re Giorgio III dInghilterra
La regina Carlotta e il re Giorgio III d’Inghilterra

Scene molto toccanti che si alternano tra passato e futuro, ci raccontano le vicende matrimoniali dei due nuovi coniugi reali, durante il loro primo anno insieme, con tutte le difficoltà date dalle crisi di re Giorgio – riconducibili alla porfiria – e a quelle date dal difficile rapporto tra Charlotte e il contesto sociale dell’epoca, nella quale fa fatica ad integrarsi. Oltretutto, con questa miniserie abbiamo avuto l’occasione di approfondire il rapporto della regina con alcuni personaggi secondari, come ad esempio il suo fedele maggiordomo Brimsley e la sua dama di compagnia Lady Agatha Danbury, che ricopre un ruolo di primo piano nella serie principale.

Correlato: Netflix: Ecco tutte le nuove uscite di questa prima settimana di giugno!

La regina Carlotta: alcuni dettagli scoperti…

Molti fan, oltretutto, sono riusciti a catturare alcuni nuovi easter egg sulle storie dei precedenti protagonisti di Bridgerton: alla fine della prima stagione, abbiamo lasciato il Duca Simon e il “diamante” Daphne con la nascita del loro primo figlio Augie. Tuttavia, è stato segnalato che la duchessa è stata avvistata insieme a due bambini durante una delle puntate dello spin-off. Potrebbe trattarsi un secondo genito? Inoltre, sono state rilasciate alcune notizie sulla coppia della seconda stagione. Pare appunto che Anthony Bridgerton e Kate Sharma al momento degli avvenimenti si trovino in luna di miele.

…e altri dimenticati

Nonostante la bellezza della trama di Queen Charlotte, un dettaglio riguardo al maggiordomo Brimsley non passa inosservato: la sua side-story viene brevemente narrata in alcune scene, approfondendo l’amore proibito con il segretario di re George, Reynolds. I due vengono visti ballare insieme durante la sesta puntata, un salto temporale, invece, mostra Brimsley ballare da solo, facendoci capire che i due si siano separati. Ma come finisce realmente? Il regista Tom Verica dichiara:

“Non sappiamo cosa accadrà. Ma certamente ha avuto un impatto su molti spettatori, come accaduto con me durante le riprese e le conversazioni con gli attori mentre lavoravamo.”

Non abbiamo attualmente notizie riguardanti una seconda stagione dello spin-off, ma speriamo in un continuo che approfondisca le storie secondarie di alcuni personaggi e che concluda quelle di altri.

Fonti: Ciakgeneration.it, BadTaste.it

[Recensione] La Casa – Il Risveglio del Male

Evil Dead Rise

La saga cult di The Evil Dead, ideata dal regista Sam Raimi, torna al cinema con un nuovo film La Casa – Il Risveglio del Male

Dopo esattamente dieci anni dall’uscita dell’ultimo titolo, il famoso Necronomicon dai denti aguzzi è tornato a mietere vittime, questa volta prendendo di mira una piccola famiglia di Los Angeles e i suoi vicini d’appartamento. La Casa – Il Risveglio del Male di Lee Cronin può essere considerato sia un sequel della saga, che come un reboot vero e proprio, e il suo finale aperto fa presagire delle nuove vie per uno sviluppo futuro del franchise, in quanto il regista ha dichiarato:

“Parlando in termini di quello che si potrebbe fare continuando la saga, credo ci sia un potenziale enorme”

In Italia La casa – Il Risveglio del Male ha superato i 2 milioni di euro al box-office, raggiungendo il record di incassi più alto per la saga, posizionandosi tuttavia solo al nono posto nella classifica degli incassi italiani, senza riuscire a superare titoli come Super Mario Bros e Guardiani della Galassia Vol. 3, che ha invece incassato 8 milioni in sole due settimane.

La Casa Il Risveglio del Male Recensione
Un frame di La Casa – Il Risveglio del Male

Recensione: punti di forza e punti deboli

Da amante degli horror non potevo perdermi l’uscita di questo titolo al cinema, che ha creato grande scalpore nella comunità dei cultori del genere. Nonostante la trama molto semplice, il film ha degli sviluppi interessanti riguardo il piano dell’azione. Non ci sono momenti morti ed è in grado di tenerti incollato allo schermo con i suoi attimi di tensione e molti jumpscare.

Per quanto il tutto si presenti quasi impeccabile, c’è una particolare pecca da analizzare. Fin dai primi minuti del film, in cui vediamo Jessica – la ragazza posseduta nella scena finale – già in preda al demone, attaccare la sua amica Teresa e il suo fidanzato Caleb, decapitato con il suo stesso drone, viene fatto un uso fin troppo evidente della CGI, dandoci una rappresentazione della testa mozzata di Caleb visibilmente cartoonesca.

Mettendo però da parte questo trascurabile difetto, la recitazione si presenta davvero ottima, grazie anche alla presenza di giovani attori come Morgan Davies – apparso precedentemente in altri film e cortometraggi minori – nei panni di Danny, di Gabrielle Echols in veste di Bridget, e della giovanissima Nell Fisher, che nella sua prima apparizione sul grande schermo interpreta la piccola Kassie. I tre sono affiancati dall’attrice australiana Lily Sullivan e da Alyssa Shutterland, conosciuta per il suo ruolo minore nel film Il diavolo veste Prada.

Correlato: Dead by Daylight – Il gioco horror diventa un film

Secondo il regista Raimi, le possibilità per la saga sono ancora tutte da esplorare, di conseguenza sarà meglio tenere occhi e orecchie aperti per catturare ogni probabile novità sul futuro de La Casa.

Fonti: movieplayer.it, Box Office Italia (movieplayer.it), NoSpolier.it

5 nuovi giochi su Steam che forse non avete provato

nuovi giochi su Steam che forse non avete provato

Ecco 5 nuovi giochi approdati su Steam che potrebbero esservi sfuggiti e che invece potrebbero interessarvi!

In media, circa una dozzina di nuovi giochi viene pubblicata su Steam ogni giorno. E anche se può trattarsi di una cosa positiva, può essere comprensibilmente difficile tenere il passo.

Simile: Dolphin – L’emulatore è stato rimosso da Steam dopo un’ordine di rimozione di Nintendo

Alcune perle potenzialmente interessanti si perdono sicuramente nella marea di novità da giocare, a meno che ogni tanto non si faccia una cernita dei titoli che vengono rilasciati. Ecco quindi alcuni interessanti nuovi giochi da poco pubblicati su Steam!

Miasma Chronicles

Link a Steam
Uscita:‌ 24 maggio
Sviluppatore:‌ The Bearded Ladies

Miasma Chronicles è un RPG tattico realizzato dal team responsabile di Mutant Year Zero. Grazie alla sua ambientazione post-apocalittica, questo nuovo gioco ricorda molto Wasteland e Fallout, ma si spinge più in là rispetto a questi due titoli con la sua narrazione bizzarra.

Il protagonista Elvis possiede un potente guanto in grado di controllare il “Miasma”, la misteriosa sostanza che è responsabile del malessere apocalittico in America. Elvis deve attraversare la desolazione, affrontando una serie di combattimenti a turni sempre più complicati e carichi di tensione.

Dynopunk

Link a Steam‌ ‌
Uscita:‌ 26 maggio
Sviluppatore:‌ Tomato Fantasy Games

Ecco un altro gioco cyberpunk, ma attenzione: qui l’umanità non esiste perché i dinosauri non si sono mai estinti. Si tratta di un’avventura narrativa con una forte impronta anni ’90: sarete i gestori di un’officina di riparazioni e, oltre ad aggiustare ogni sorta di misterioso gadget caro ai dinosauri cyberpunk, entrerete anche in confidenza con i vostri clienti.

Simile: 3 demo della LudoNarraCon di Steam da provare

Certo, farete amicizia con loro e in alcuni casi li consolerete, ma dato che la pagina di Steam promette che potrete “offrire da bere ai vostri clienti”, è probabile che ci sia anche un elemento romantico. Cyberpunk con dinosauri e romanticismo? Non serve aggiungere altro.

Planet of Lana

Link a Steam‌ ‌
Uscita:‌ 24 maggio
Sviluppatore:‌ Wishfully

Planet of Lana è uno splendido platformer cinematografico che segue la scia di giochi come Another World e Inside. La storia è volutamente poco chiara, ma il succo è questo: un pianeta che ha sempre vissuto in pace viene improvvisamente attaccato da una frenetica orda di robot.

Di conseguenza, la protagonista e il suo strano amico gatto devono viaggiare attraverso questa terra lussureggiante sfuggendo ai robot, risolvendo enigmi ambientali e ammirando alcuni splendidi paesaggi. Planet of Lana eccelle per quanto riguarda l’atmosfera e la sensazione onirica dei luoghi.

Atomgrad

nuovi giochi su Steam che forse non avete provato
Cr: Steam

L‌ink a Steam ‌
Uscita:‌ 26 maggio
Sviluppatore:‌ Petter Malmehed, Jösses

Descritto come un gioco di “investigazione linguistica”, Atomgrad è un rompicapo dell’era della guerra fredda che consiste nel cercare di evitare un disastro nucleare. Nello specifico, siete un agente statunitense che è penetrato in una base militare sovietica dove si trova un singolo computer che controlla le testate nucleari del regime sovietico.

Trovare il computer e spegnerlo: facile! Solo che il computer ha una lingua madre che non conoscete. Con un sistema di messaggistica basato sul codice morse, “il vostro personale senso di riconoscimento dei modelli linguistici” e alcune altre risorse visive, dovrete comunque portare a termine l’operazione. Gli sviluppatori lo definiscono come il “primo rompicapo linguistico della storia.”

Diluvian Winds

Link a Steam ‌
Uscita:‌ 25 maggio
Sviluppatore:‌ Alambik Studio

Pubblicato in Early Access la scorsa settimana, Diluvian Winds è un gioco gestionale di sopravvivenza incentrato sulla gestione di un faro. Non un faro qualsiasi: questo è infatti circondato da un “borgo” di dimensioni fantastiche, perché oltre a costruire intorno ad esso, si può anche costruire sotto e persino sopra di esso, il tutto per dare riparo ai viaggiatori abituali.

Simile: 3 demo da provare durante lo Storyteller’s Festival di Steam

Essendo un faro, dovrete anche assicurarvi che la sua luce non si spenga mai, un compito non facile perché il tempo è sempre terribile. Questa versione Early Access contiene i primi quattro capitoli del gioco e durerà sei mesi, mentre l’Alambik Studio aggiunge diversi percorsi di sopravvivenza, nuovi tipi di viaggiatori e, naturalmente, i restanti capitoli.

Fonte

5 nuovi giochi arrivati su Steam questa settimana

nuovi giochi arrivati su Steam questa settimana

Ecco cinque nuovi giochi appena arrivati sulla piattaforma Steam che potreste aver perso e che potrebbero interessarvi!

Ogni giorno vengono pubblicati in media circa una dozzina di nuovi giochi su Steam, e può essere comprensibilmente difficile tenere il passo. Succede che gemme potenzialmente interessanti si perdano nella marea di novità da giocare, a meno che non si faccia una cernita di ogni singolo gioco pubblicato su Steam.

Ecco un breve elenco di giochi usciti sulla piattaforma questa settimana che potrebbero interessarvi!

Deceive Inc.

Link a Steam

Vai sotto copertura come i migliori agenti segreti in un gioco multiplayer fatto di inganni e sotterfugi. Travestiti da chiunque per mimetizzarti nella folla, utilizza gadget high tech per avere il sopravvento ed estrai il pacchetto prima che lo facciano i tuoi avversari!

Point of Mew

nuovi giochi arrivati su Steam questa settimana
Cr: Steam

Link a Steam

Un puzzle game in prima purrrsona! Gioca nei panni di un gatto che aiuta il tuo triste umano a costruire una barca giocattolo con la spazzatura e a superare la giornata.

The Crown of Wu

Link a Steam

Svela il mistero del furto della corona di Wu. Correte, saltate, combattete, esplorate, padroneggiate gli elementi del fuoco, dell’aria, della terra e del fulmine, attraversate abissi e risolvete enigmi, in questo gioco ricco di azione e avventura

Beyond the Wall

Link a Steam

Classica avventura punta e clicca con un’atmosfera magica. Scoprite cosa succede una notte nel giardino di Beyond the Wal. Immergetevi in un mondo misterioso dove la fantasia incontra la realtà e un pizzico di umorismo. Risolvete enigmi, raccogliete oggetti e superate gli ostacoli che vi attendono.

Atelier Ryza 3: Alchemist of the End & the Secret Key nuovi giochi steam

Link a Steam

Questo gioco è il finale di una trilogia pensata per essere giocata in ordine! Se vi interessa partire dal primo capitolo, cliccate qui per il link alla pagina!

La storia ha inizio quando un gruppo di isole denominate Kark Isles appare nei pressi della città natale di Ryza, la protagonista. Sospettando una minaccia, Ryza e i suoi amici esplorano le isole alla ricerca di indizi e scoprono alcune rovine fra cui spicca un gigantesco portale. Non appena Ryza si avvicina al portale, una strana voce riecheggia nella sua testa spronandola a trovare il Code of the Universe. Cosa si cela al di là del portale e cosa significa “Code of the Universe”? Nella speranza di trovare un modo per salvare la propria terra natale, Ryza e i suoi amici partono per una grande avventura che ruota intorno a una Key e alle radici dell’alchimia.

Fonte

DEMON SLAYER – Primo Trailer S3

DEMON SLAYER Primo Trailer S

Ecco il primo trailer della S3 di Demon Slayer: Kimetsu no Yaiba, la stagione che adatterà l’Arco del Villaggio dei Fabbri!

Demon Slayer: Kimetsu no Yaiba sta attualmente lavorando a nuovi episodi per l’anime, ed ora che il primo trailer della prossima stagione è stato rilasciato, i fan possono avere un first look della S3!

La seconda stagione della serie è terminata a inizio di quest’ann. Essa ha trattato gli eventi del manga originale di Koyoharu Gotoge che fanno parte dell’Arco dell’Entertainment District. Fortunatamente per i fan trepidanti, è arrivato prontamente dopo il finale della S2 l’annuncio che una terza era in lavorazione per adattare l’Arco del Villaggio dei Fabbri.

Questo asco di Demon Slayer: Kimetsu no Yaiba incrementa l’azione vista in quello dell’Entertainment District: hashira si unisce all’azione, più membri degli Upper Ranks faranno la loro mossa, e ci saranno battaglie più ancora più feroci.

Per celebrare il terzo anniversario dell’anime, Demon Slayer ha rilasciato il primo trailer per la stagione numero tre, un trailer che ritorna sugli eventi già avvenuti e che dà un assaggio di ciò che è in arrivo!

Gli eventi di Demon Slayer: Swordsmith Village Arc si svolgeranno quindi poco dopo quelli della stagione sull’Entertainment District. Questo arco reintroduce il Pilastro dell’Amore, Mitsuri Kanroji e il Pilastro della Nebbia, Muichiro Tokito. Come per gli archi e i Pilastri precedenti, sarà la prima volta che i due verranno catapultati nel mezzo dell’azione, così che i fan potranno vedere di cosa sono capaci.

È importante che due di loro si uniscano alla battaglia anche a questo giro, ora che la posta in gioco è più alta di quanto non lo sia mai stata grazie alla sconfitta di Daki e Gyutaro nella seconda stagione.

Gli ultimi momenti della S2 suggeriscono che gli Upper Ranks faranno la loro mossa ora che uno di loro è stato completamente sconfitto. La terza stagione dell’anime dà inizio a quella che può essere considerata la seconda metà della serie nel suo insieme, ci sono perciò molte ragioni per essere emozionati per ciò che è in arrivo.

Purtroppo non ci sono ancora date o finestre di rilascio al momento.

Fonte