Sand Land – Il gioco basato sul manga di Akira Toriyama ha una data di uscita

Sand Land Il gioco basato sul manga di Akira Toriyama (Dragonball) ha una data di uscita

“Sand Land”, il gioco open-world basato sull’omonima opera del mangaka di “Dragonball”, Akira Toriyama, è in uscita ad aprile!

L’uscita del gioco Sand Land per PlayStation 5, PlayStation 4, Xbox Series X e S e PC è prevista per il 26 aprile 2024, come annunciato dalla Bandai Namco.

Presentato nel 2023, Sand Land si propone di tradurre un manga giapponese di culto in un’avventura open-world. Sand Land ha debuttato nel 2000 come storia breve in cui un principe demone esplora una desolata regione selvaggia.

Simile: Monsters – Rivelata data di uscita del nuovo anime di Eiichiro Oda su Netflix

Creato da Akira Toriyama, mangaka noto per la serie Dragonball e per i suoi contributi a molti giochi (tra cui Dragon Quest), Sand Land è rimasto un fenomeno limitato alla carta fino al 2023. L’estate scorsa, infatti, ha debuttato un lungometraggio dedicato al franchise, di cui questo gioco è il prossimo tie-in multimediale.

“Insieme, Beelzebub (il Principe dei demoni), il suo chaperon (Ladro) e lo sceriffo Rao si preparano a esplorare il vasto deserto e ad affrontare l’esercito reale a bordo di vari veicoli personalizzabili”, si legge nella sinossi ufficiale.

Simile: Dorohedoro – È stata annunciata la seconda seconda stagione dell’anime

“Questa improbabile squadra che unisce umani e demoni parte per un’avventura alla ricerca della Sorgente Leggendaria, in grado di porre fine alla terribile siccità che ha colpito il mondo. Insieme, viaggeranno oltre Sand Land verso territori inesplorati”.

Cliccate qui per effettuare il pre ordine con uno sconto del -29% sul sito di Instant Gaming!

Fonte

Netflix annuncia il remake anime “The One Piece” con il primo studio di AoT

Netflix annuncia il remake anime The One Piece con lo studio di AoT

Netflix collaborerà con lo Studio Wit per adattare nuovamente la prima saga del manga in un nuovo remake anime: “The One Piece”!

Netflix ha annunciato che pubblicherà un remake anime della prima saga di One Piece, intitolandolo The One Piece, e che ad occuparsi della produzione sarà uno dei migliori studi di animazione in circolazione.

Di recente, Netflix ha pubblicato un video di un minuto e mezzo per celebrare il 25° anniversario dell’anime One Piece, rivelando che lo Studio Wit, il team dietro Spy x Family e le prime tre stagioni di Attack on Titan, sta producendo “un nuovissimo adattamento anime del manga One Piece a partire dall’iconica Saga del mare orientale”.

Correlato: I 10 Manga più venduti della storia

Il nuovo adattamento uscirà su Netflix, anche se la compagnia non ha parlato di date. Da notare che la Saga del mare orientale è la prima saga sia del manga che dell’anime di One Piece, un arco che copre rispettivamente 100 capitoli e circa 60 episodi.

Il remake di Netflix è un adattamento anime della versione manga della Saga, il che significa che probabilmente si discosterà dall’adattamento anime di One Piece attualmente in corso.

Correlato: 15 anime da guardare se vi è piaciuto One Piece

Al di là dell’annuncio in sé, Netflix non ha rivelato molto altro, perciò, oltre alla data di uscita, non sappiamo nemmeno come si comporterà Netflix in merito al casting di doppiatori.

Ecco il video annuncio di Netflix! Cosa ne pensate della notizia?

Fonte

I 10 Manga più venduti della storia

I Manga più venduti della storia

Ecco una lista dei manga più venduti della storia, per molti le loro impressionanti vendite dimostrano la loro qualità . In questa lista troverai titoli iconici come One Piece, Naruto, Dragon Ball, Demon Slayer o Slam Dunk.

Se sei appassionato di manga e desideri conoscere i titoli che hanno conquistato il cuore di milioni di lettori in tutto il mondo, sei nel posto giusto. Qui troverai una lista dei manga più venduti della storia

I manga sono fumetti giapponesi che spaziano in una vasta gamma di generi, dalle avventure epiche ai romantici intrecci, dai thriller pieni di azione alle storie commoventi. Nel corso degli anni, alcuni manga hanno raggiunto un livello di popolarità straordinario, diventando dei veri e propri fenomeni di culto.

In questo articolo, ti presenteremo una lista dei manga più venduti di tutti i tempi, offrendoti una panoramica sui titoli che hanno catturato l’immaginazione dei lettori in tutto il mondo. Esploreremo le storie coinvolgenti, i personaggi indimenticabili e l’arte unica che ha reso questi manga dei veri capolavori.

Preparati a immergerti in storie straordinarie, ad affezionarti a personaggi indimenticabili e a scoprire perché i manga sono diventati un fenomeno globale. Sia che tu sia un appassionato di lunga data o un neofita curioso, non potrai resistere all’irresistibile fascino di questi manga che hanno fatto la storia dell’arte sequenziale giapponese.

Ecco la lista dei manga più venduti nella storia:

10 – Demon Slayer (150 milioni venduti)

Demon Slayer manga piu venduti
Demon Slayer manga piu venduti

Demon Slayer ha scalato le classifiche in pochissimo tempo, uscito nel 2016, scritto da Koyoharu Gotōge e completo in 23 volumi. La storia ha come protagonista Tanjiro, primogenito di una famiglia che vive sperduta nei boschi, un giorno, tornando da lavoro, trova i suoi cari massacrati da un demone e sua sorella trasformata in uno di essi, che però, non ha perso completamente la sua umanità. Le avventure di Tanjiro impegnato a trovare una cura per sua sorella e diventando un combattente ammazza-demoni ha affascinato il pubblico mondiale generando 150 milioni di vendite.

9 – KOCHIRA KATSUSHIKA-KU KAMEARI KOEN-MAE HASHUTSUJO ( 157 milioni venduti )

KochiKame Tokyo Beat Cops manga piu venduti
KochiKame Tokyo Beat Cops manga piu venduti

Più comunemente chiamato Kochikame, scritto da Osamu Akimoto pubblicato interrottamente dal 1976 al 2016. Questa serie manga è la più lunga di tutti i tempi, completa in ben 200 volumi che racchiudono 1960 capitoli che parlano delle disavventure di Ryo-san, poliziotto di una centrale di periferia, dove insieme ai suoi colleghi ne affronteranno di tutte i colori. Kochikame è un continuo omaggio alla popolazione lavoratrice, dove il tutto viene rappresentato in modo divertente, creando spesso battute, anche con citazioni di opere esterne al manga riuscendo a vendere ben 157 milioni di copie.

8 – SLAM DUNK ( 173 milioni venduti )

slam dunk manga piu venduti
slam dunk manga piu venduti

Slam dunk, scritto e disegnato da Takehiko Inoue, è un opera completa in 31 volumi che grazie al mondo della pallacanestro liceale ha scalato le vette diventando uno dei manga più famosi al mondo con ben 126 milioni di copie vendute.

7 – BLACK JACK ( 176 milioni venduti )

black jack manga piu venduti
black jack manga piu venduti

Black Jack è una serie manga scritta e illustrata da Osamu Tezuka negli anni ’70, che tratta le avventure mediche del personaggio del titolo, il dottor Black Jack. Il manga è composto da centinaia di storie brevi e autonome che in genere sono lunghe circa 20 pagine. La maggior parte delle storie coinvolgono Black Jack che fa delle buone azioni, per le quali raramente ottiene il riconoscimento, spesso curando gratuitamente i poveri e gli indigenti, o insegnando agli arroganti una lezione di umiltà. A volte finiscono con una persona buona e umana che sopporta le difficoltà, spesso la morte inevitabile, per salvare gli altri. Balck Jack si aggiudica il sesto posto con la bellezza di 176 milioni di copie vendute.

Leggi anche: I 10 manga più venduti dal 2010 a oggi – POPSPACE.IT

6 – Doraemon ( 250 milioni venduti )

doraemon manga piu venduti
doraemon manga piu venduti

Doraemon è una serie manga realizzata appositamente per i bambini. Scritto da Fujiko F. Fujio, ha oltre 1.000 capitoli, che sono stati raccolti in 45 volumi. Nonostante si rivolga a una fascia demografica molto specifica, Doraemon ha venduto oltre 300 milioni di copie, principalmente grazie alla sua storia divertente ma interessante.

Al centro della storia del manga c’è un gatto robotico, di nome Doraemon, che viaggia nel passato per aiutare un bambino pigra di nome Nobita. Il manga ha ricevuto innumerevoli adattamenti di anime e film, che hanno contribuito ad aumentare ulteriormente la sua popolarità.

Leggi anche: Le 10 migliori serie manga da recuperare assolutamente – POPSPACE.IT

5 – NARUTO ( 250 milioni venduti )

naruto manga piu venduti
naruto manga piu venduti

Naruto è una serie manga giapponese scritta e illustrata da Masashi Kishimoto, è stato serializzato sulla rivista di ShueishaWeekly Shōnen Jump dal 1999 al 2014 e completo in 72 volumi. Racconta la storia di Naruto Uzumaki, un giovane ninja che cerca il riconoscimento dai suoi coetanei e sogna di diventare l’Hokage, il leader del suo villaggio. Le avventure di Naruto, che ci hanno accompagnato nella nostra infanzia, hanno venduto ben 260 milioni di copie

4 – DRAGON BALL ( 260 milioni venduti )

dragon ball manga piu venduti
dragon ball manga piu venduti

Dragon Ball è una serie manga scritta e illustrata da Akira Toriyama, serializzato dal 1984 al 1995 e completo in 42 volumi. La storia (come tutti sappiamo) segue le avventure di Son Goku, dall’infanzia all’età adulta, mentre si allena nelle arti marziali ed esplora il mondo alla ricerca delle Sfere del Drago, per poi crescere e affrontare in combattimenti ricchi di azione ogni nemico che minaccia l’incolumità della Terra e dei suoi cari. Uno dei manga più famosi di sempre, e si aggiudica il terzo posto con ben 270 milioni di copie vendute.

Leggi anche: I 20 nemici più forti di tutto Dragon Ball – POPSPACE.IT

3 – DETECTIVE CONAN ( 270 milioni venduti )

detective conan manga piu venduti
detective conan manga piu venduti

Detective Conan, è una serie manga scritta e disegnata da Gosho Aoyama, uscita nel gennaio 1994 e ancora in corso con i suoi 99 volumi. Jimmy Kudo è un detective delle scuole superiori che a volte lavora con la polizia per risolvere casi. Durante un’indagine, viene attaccato da membri di un sindacato criminale noto come Black Organization. Lo costringono a ingerire un veleno sperimentale, ma invece di ucciderlo, il veleno lo trasforma in un bambino, adottando lo pseudonimo di Conan Edogawa. Le avventure poliziesche di Conan e i suoi amici hanno appassionato il pubblico di tutto il mondo vendendo ben 230 milioni di copie.

2 – GOLGO 13 ( 300 milioni venduti )

golgo manga piu venduti
golgo manga piu venduti

Golgo 13 è un manga scritto da Takao Saito nel lontano 1968 con ben 200 volumi ed ancora in corso! Golgo 13, noto anche con lo pseudonimo di Duca Togo, è un assassino professionista. La sua età e il luogo di nascita sono sconosciuti e non c’è consenso nella comunità dell’intelligence mondiale sulla sua vera identità. Golgo 13 si aggiudica la medaglia d’argento, una delle serie manga più antiche e ancora non conclusa ha generato in tutto il mondo ben 300 milioni di vendite

1 – ONE PIECE

one piece manga piu venduti
one piece manga piu venduti

La ciurma di pirati più famosa del mondo si aggiudica il primo posto della lista dei 10 manga più venduti della storia, One Piece, scritto e disegnato da Eiichirō Oda, serializzato a partire dal 22 Luglio 1997, e arrivato in Italia nel 2001 con i suoi 99 volumi tutt’ora in corso. La storia ruota attorno a Monkey D. Rufy e la sua ciurma, percorrendo con loro i viaggi, le avventure, i sogni che ognuno di loro vuole realizzare e la ricerca del leggendario tesoro: lo One Piece. Le loro scorribande hanno appassionato il pubblico di tutto il mondo generando un tasso di vendita altissimo, ben 480 milioni di copie vendute.

Leggi anche: I 10 racconti più terrificanti e ansiogeni di Junji Ito – POPSPACE.IT

Cosa ne pensate di questa lista dei 10 manga più venduti della storia? avreste aggiunto altri titoli del vostro cuore?

Fonte

Leggi altri articoli a tema Manga

Dandadan – Un anime sul famoso manga è in lavorazione presso Science Saru

Dandadan Un anime sul famoso manga e in lavorazione presso Science Saru

È stato rivelato che la casa di animazione Science Saru adatterà in versione anime il famoso manga Dandadan

Finalmente sta accadendo! Le menti geniali di Science Saru si stanno preparando per un grande progetto. Dopo il successo di Scott Pilgrim Takes Off di Netflix, Science Saru ha annunciato il suo prossimo anime, e pare che Dandadan sia all’orizzonte.

Correlato: 10 dei migliori anime da vedere su Netflix

Sì, proprio così. Dandadan avrà un anime tutto suo. Il manga di successo sarà adattato da Science Saru e lo studio ha confermato che il debutto dell’anime televisivo è previsto per il 2024.

Come potete immaginare, questa rivelazione ufficiale ha mandato in visibilio i fan, visto che le voci su Dandadan sono iniziate a circolare settimane fa. I rapporti sono stati diffusi suggerendo che un anime era in lavorazione, quindi non ci è voluto molto perché i fan speculassero sul suo progetto. Molti netizen hanno suggerito Science Saru per Dandadan, data la sua estetica unica. Altri fan si sono affrettati a proporre Studio Bones o David Production, ma alla fine sembra che Science Saru sia stato il vincitore.

Se non conoscete Dandadan, la serie di successo ha iniziato la sua corsa in Shonen Jump+ poco più di due anni fa. Creata da Yukinobu Tatsu, la commedia romantica soprannaturale è stata elogiata per il suo umorismo emozionante. Quindi, ovviamente, quale studio migliore di Science Saru può occuparsi di Dandadan?

Correlato: 9 anime da vedere se vi è piaciuto Berserk

Per chi volesse saperne di più su Dandadan, il manga è disponibile sull’applicazione Shonen Jump in inglese. Racconta la storia di una liceale di nome Momo Ayase che crede fermamente nei fantasmi. Fa una scommessa con il compagno di classe Okarun che crede nell’esistenza degli alieni ma non degli spiriti. Per scoprire chi ha ragione, i due studenti inizieranno a confrontarsi con la società occulta e scoprendo una verità sconvolgente: alieni e fantasmi esistono entrambi!

Fonte

Come guardare Dragon Ball in ordine

Dragon Ball Come guardare la serie in ordine

Come si fa a guardare una serie così vasta come “Dragon Ball” in ordine? Ecco due metodi: quello cronologico e quello canonico!

Dragon Ball è indubbiamente uno dei franchise anime più popolari, nonché più ampi, di tutti i tempi, e se non avete mai seguito le avventure di Goku può risultare un po’ difficile capire quale sia l’ordine migliore in cui guardare la serie.

Trasmessa per la prima volta nel 1986, la serie originale (basata sull’omonimo manga) ha generato un gran numero di spinoff e sequel dedicati al Super Saiyan, tra cui Dragon Ball Z, Dragon Ball Super e la più recente iterazione del franchise: Super Dragon Ball Heroes.

Correlato: I 10 migliori combattimenti di Dragon Ball

Oltre alla serie, ci sono anche una serie di film e speciali televisivi che contribuiscono a confondere ulteriormente le cose, e poi c’è la questione legata al fatto che non tutte le serie sono considerate “canoniche”. Tutto questo rende piuttosto difficile sapere come guardare la serie di Dragon Ball in ordine, proprio come con Naruto.

Ecco quindi due liste distinte dedicate all’ordine in cui guardare i contenuti di Dragon Ball, la prima dedicata al come guardare tutti i contenuti del franchise in ordine cronologico e la seconda riservata solo ai contenuti canonici! Buona lettura e buona visione!

Come guardare Dragon Ball in ordine cronologico

Anche se questo metodo potrebbe essere disapprovato dal pubblico più accanito del franchise, uno dei modi per guardare Dragon Ball in ordine è quello di seguire l’ordine cronologico in termini di sequenza temporale della storia.

Quest’ordine non tiene conto del fatto che ogni serie o film sia considerato canonico o meno (motivo per cui qualche fan potrebbe avere da ridire), e per questo motivo include molti contenuti.

Correlato: I 25 migliori anime di sempre da vedere assolutamente

NB: Questa lista include Dragon Ball Z ma non Dragon Ball Z Kai, in quanto le due serie sono essenzialmente la stessa cosa (Dragon Ball Z Kai è un remake della serie precedente, che racconta la stessa storia ma con meno filler, alcuni nuovi dialoghi e animazioni aggiornate).

  • Dragon Ball
  • Dragon Ball Z – La vendetta divina (film)
  • Dragon Ball Z, episodi 1-86
  • Dragon Ball Z – Le origini del mito (speciale televisivo)
  • Dragon Ball Z, episodi 87-107
  • Dragon Ball – Episodio di Bardack (film)
  • Dragon Ball Z – Il più forte del mondo (film)
  • Dragon Ball Z – La grande battaglia per il destino del mondo (film)
  • Dragon Ball Z – La sfida dei guerrieri invincibili (film)
  • Dragon Ball Z, episodi 108-123
  • Dragon Ball Z – La storia di Trunks (speciale televisivo)
  • Dragon Ball Z, episodi 124 e 125
  • Dragon Ball Z – Il destino dei Saiyan (film)

Correlato: I 20 nemici più forti di tutto Dragon Ball

  • Dragon Ball Z, episodi 126-146
  • Dragon Ball Z – I tre Super Saiyan (film)
  • Dragon Ball Z, episodi 147-173
  • Dragon Ball Z – L’invasione di Neo Namek (film)
  • Dragon Ball Z – Il Super Saiyan della leggenda (film)
  • Dragon Ball Z, episodi 174-194
  • Dragon Ball Z – La minaccia del demone malvagio (film)
  • Dragon Ball Z, episodi 195-207
  • Dragon Ball Z – Sfida alla leggenda (film)
  • Dragon Ball Z, episodi 208-250
  • Dragon Ball Z – L’irriducibile bio-combattente (film)
  • Dragon Ball Z, episodi 251-253
  • Dragon Ball Z – Il diabolico guerriero degli inferi (film)

Simile: 15 anime da guardare se vi è piaciuto One Piece

  • Dragon Ball Z, episodi 254-288
  • Dragon Ball Z – L’eroe del pianeta Conuts (film)
  • Dragon Ball DAIMA
  • Dragon Ball Z, episodi 289-291
  • Dragon Ball GT, episodi 1-64
  • Dragon Ball Super, episodi 1-3
  • Dragon Ball Z – La battaglia degli dei (film)
  • Dragon Ball Super, episodi 4-18
  • Dragon Ball Z – La resurrezione di ‘F’ (film)
  • Dragon Ball Super, episodi 19-131
  • Dragon Ball Super – Broly (film)
  • Super Dragon Ball Heroes
  • Dragon Ball Super – Super Hero

Come guardare Dragon Ball in ordine “canonico”

Se volete saltare tutte le iterazioni di Dragon Ball non considerate canoniche, ovverosia le serie e i film che non seguono gli eventi del manga e sono stati realizzati senza alcun contributo da parte del creatore Akira Toriyama, c’è un ordine alternativo qui di seguito.

Simile: I 28 migliori anime mecha

Le storie considerate non canoniche includono la serie Dragon Ball GT e la maggior parte dei film. A questo punto bisogna anche scegliere se guardare Dragon Ball Z per un’esperienza più ampia o Dragon Ball Kai per un approccio più rifinito.

  • Dragon Ball, tutti gli episodi
  • Dragon Ball Z o Dragon Ball Kai, fino alla fine della Saga di Freezer
  • Dragon Ball Z – Le origini del mito (speciale televisivo)
  • Dragon Ball Z, fino alla fine della Saga di Cell
  • Dragon Ball Z – La storia di Trunks (speciale televisivo)
  • Dragon Ball Z, prima dell’inizio della Peaceful World Saga
  • Dragon Ball DAIMA
  • Dragon Ball Z, tutti i rimanenti episodi
  • Dragon Ball Super

Dove si colloca “Dragon Ball DAIMA”?

La serie più recente, annunciata dal creatore del manga Akira Toriyama al New York Comic Con 2023, Dragon Ball DAIMA, non ha ancora una collocazione temporale precisa.

Tuttavia, alcuni commenti di Toriyama e dei fan più attenti sono riusciti a capire che sembra essere ambientata qualche tempo prima della Peaceful World Saga, in Dragon Ball Z.

Di seguito trovate il trailer della serie, e se vi interessano delle action figure Dragon Ball o altri gadget dei dei vostri anime e franchise preferiti, date un’occhiata a questo link e ai nostri articoli correlati!

Correlato: Le 10 Migliori Action Figure a tema One Piece

Fonte

La mia top 5 dei migliori manga autoconclusivi di Inio Asano

Copertina top asano

Asano ormai è una certezza se si tratta di ottime opere ed ecco appunto la mia top 5 dei migliori manga autoconclusivi di Inio Asano

I giovani sono da sempre lasciati a se stessi, costretti ad affrontare frasi come “se non ti fai la pellaccia dura, non crescerai mai”, “se non affronti la vita a testa alta, non sopravviverai” e “se non soffri come tutti gli altri, non diventerai mai adulto”. Queste affermazioni, cariche di pesantezza, vengono spesso scaricate senza pietà sui giovani dagli adulti, ma sono un’arma a doppio taglio che, sempre meno efficacemente, colpisce gli adolescenti. Questo peso, invece di prepararli per il mondo, li logora lentamente, amplificando l’angoscia e la paura legate alla scoperta del mondo che dovrebbe essere propria dei giovani, che sono dotati delle forze necessarie per farlo.

Essere giovani dovrebbe significare molto di più. Dovrebbe essere un’epoca di scoperta, sorpresa, stupore, meraviglia, gioia e anche, perché no, delusione e tristezza, seguite dalla rivalsa. Queste sono le emozioni che caratterizzano gli anni dell’adolescenza e che spesso gli adulti non riescono più a provare. Inio Asano, attraverso i suoi straordinari manga, ci riporta a quei tempi, facendoci rivivere una profonda nostalgia per quegli anni in cui eravamo spensierati ma anche pieni di pressioni che, forse, avevano un effetto diverso rispetto a oggi.

Correlato: 5 Manga Horror Psicologici da leggere assolutamente – First Hit

Benvenuti alla mia prima lista dei migliori manga, e oggi parleremo di Inio Asano, un rinomato mangaka la cui opera affronta temi shonen ma con una profondità tipica degli adulti. Asano non ha bisogno di presentazioni, il suo tratto morbido e versatile riesce a trasmettere emozioni nuove e antiche, permettendo ai lettori di riscoprire il loro passato e riflettere su di esso. Se non lo avete già fatto, vi consiglio vivamente di leggere “Buonanotte PunPun”, probabilmente la sua migliore opera, e dare un’occhiata a “Dead Dead Demon’s Dededededestruction”, la sua ultima opera completata di recente.

Detto ciò, iniziamo la mia lista dei top 5 manga autoconclusivi di Inio Asano:

5. La città della Luce 

Copia di Aggiungi unintestazione
top 5 dei migliori manga autoconclusivi di inio asano

Al quinto posto troviamo la città della luce, manga slice of life drammatico, scritto nel 2005 ed edito da Planet Manga (o dalla ormai defunta manga san). La storia di questo manga è la fusione di svariati avvenimenti che hanno come punto cardine un quartiere residenziale composto da palazzine recentemente costruite. Soprannominato la città della luce, in questo quartiere, Asano ci mostra la vita quotidiana dei suoi abitanti, che tra le complesse trame della vita, verranno esaltate le loro emozioni e sentimenti. Vita, morte,fiducia, disillusione, ma anche speranza e tristezza si intrecciano in quelle vite quotidiane che Asano ci vuole raccontare. Che sia un bambino, un adulto o un anziano Asano mette nero su bianco la complessità della vita, ma anche la sua semplice quotidianità, che alleggerisce il cuore e propaga un forte senso di nostalgia.

Un tema ricorrente sono i problemi dei giovani, che nello scoprire la vita iniziano a cercare anche loro uno quotidianità nella speranze, tra tanta tristezza e smarrimento, di essere felici. In fin dei conti, La città della luce è una lettura molto piacevole, con tante trame collegate magistralmente e che si fa leggere tutta d’un fiato con un finale che da quel tocco di leggerezza e morale di cui Asano è un maestro. Il disegno del mangaka va poi a completare il tutto, con il suo tratto dolce e morbido, abbellisce ancor di più questo quartiere che ci mostra la vita nella sua semplicità ma anche complessità.

4. La ragazza in riva al mare

Copia di Aggiungi unintestazione
top 5 dei migliori manga autoconclusivi di inio asano

Ho due promesse da fare; la prima è che sono in realtà due volumi e non uno unico, ma si possono facilmente leggere entrambi insieme e la seconda è che al suo interno ci sono delle scene che non potrebbero essere per tutti, nulla di che, però io vi ho avvisato. Il quarto posto è occupato da “La ragazza in riva al mare” un manga scolastico e psicologico scritto nel 2013 ed edito da Planet Manga. La ragazza in riva al mare è al contempo un manga leggero ma anche pesante, che ci riporta indietro nel tempo a quando, come tutti, eravamo dei semplici alunni delle superiori e iniziava quell’intricata e spensierata scoperta della vita, delle sue emozioni e di tutto ciò che la circonda. Essendo una storia breve vediamo il mangaka focalizzarsi principalmente su quell’ambito che prima o poi ognuno di noi scoprirà, cioè l’amore e con esso annesso, la scoperta del proprio corpo e di quello dell’altro partner. La trama di questi due volumi parla di Koume Sato e Kosuke Isobe, due studenti che vivono in una città ormai abbandonata da dio, in cui la noia e i momenti morti hanno la meglio. In questa monotona cittadina marittima i due inizieranno una relazione sessuale senza sentimenti perché Sato è stata scaricata e usata dalla sua prima vera fiamma. In questa relazione apatica i due inizieranno a capire loro stessi e ciò che li circonda, rivelando i loro traumi e le loro paure.

Questo manga è un viaggio nel tempo che permette al lettore di ricordare e di sentire nuovamente quelle sensazioni e quelle emozioni che si provano per la prima volta a questa età e che con il passare del tempo tendono ad affievolirsi sempre di più. Una storia sincera e semplice, rivela in sé emozioni forti e complesse che regalo forti emozioni e una lettura che lascerà in voi un gusto amaro ma allo stesso tempo dolce in bocca e che per questo vi consiglio caldamente di recuperare.

Correlato: 10 manga shonen sottovalutati che dovresti leggere

3. Solanin

Copia di Aggiungi unintestazione
top 5 dei migliori manga autoconclusivi di inio asano

Se nella ragazza in riva al mare e nella città della luce i main characters sono adolescenti, in Solanin si supera un altro gradino e si arriva ai “giovani- adulti” e soprattutto ai loro problemi. Il manga, uno slice of life, drammatico scritto nel 2006 ed edito da Planet Manga, si concentra infatti sulle tematiche che spesso affliggono i nuovi arrivati nel mondo degli adulti, come il non sentirsi adeguati, il sentirsi oppressi dal mondo del lavoro, la non realizzazione dei propri sogni e molti altri temi come questi. Ed è proprio la realizzazione dei sogni su cui il manga si concentra maggiormente, mostrandoci dei ragazzi che non si sentono parte integrante della società, quella società che ritengono siano monotona e noiosa e di cui bisogna allontanarsi il più possibile per realizzare davvero i propri sogni. La storia infatti parla di Meiko e Taneda due giovani laureati che fatico a trovare un loro posto nel mondo, capendo in seguito che seguire il proprio sogno sia qualcosa di estremamente difficile e doloroso. Questo dolore li porterà a crescere e a capire davvero cosa vogliono e a ritrovare sé stessi e ciò che avevano perso. Il manga racconta della paura di diventare adulti e di quanto sia difficile accettare la realtà.

Un manga serio e molto crudele che ci mostra quanto sia difficile affrontare ogni giorno ma anche quanto possa dare soddisfazione vivere in questo pianeta. Trama toccante ma anche piena di speranza e di una buona prospettiva per il futuro, tipico della scrittura di Asano. Vi stra-consiglio la lettura di questo manga che pagina dopo pagina lo divorerete in un batter d’occhio.

2. La caduta

Copia di Aggiungi unintestazione
top 5 dei migliori manga autoconclusivi di inio asano

Probabilmente La caduta è il manga più reale e personale che Asano abbia mai scritto e disegnato. Nei manga di Asano c’è sempre quella velata sensazione di autocritica e di tocco personale, come se il mangaka attraverso i suoi personaggi, insinuasse tra le righe dei dialoghi il suo punto di vista, trasmettendo al lettore i suoi sentimenti più nascosti. Questo manga però va oltre e supera completamente questo nascondere i sentimenti che Asano prova. La caduta di Inio Asano parla proprio del Mangaka Inio Asano. Beh non precisamente; La Caduta, manga psicologico,Slice of Life edito da Planet Manga e pubblicato nel 2017 racconta la storia di un Mangaka e il suo viaggio alla ricerca di se stesso e del piacere di scrivere una storia.

Kaoru Fukasawa, il protagonista della storia, ha appena pubblicato l’ultimo numero di una serie acclamata dai fan sui social. Purtroppo, però, le vendite del suo manga sono calate e la casa editrice (e anche lui stesso) lo reputa un artista ormai finito. Messo di fronte a una nuova tavola bianca, riuscirà a ripartire e a prendere coscienze di ciò che è davvero? L’opera mette nero su bianco le paure e le preoccupazioni che Asano provava e prova tutt’ora sulla sua pelle, schiacciato dal senso di oppressione e responsabilità che lui, nella sua posizione, porta sulle spalle da tempo. Tutti questi veri sentimenti riescono a creare un’atmosfera pesante ma allo stesso tempo accogliente che rendono il manga triste ma che non si aggravano sul lettore, ma che, anzi, permettono di far capire che alla fin fine siamo tutti uguali. Ho messo questo manga in seconda posizione perché è uno dei manga più reali che io ho mai sentito sulla mia pelle, un qualcosa di vero di cui ho percepito come se anche io appartenessi ad esso, nelle sue preoccupazione e paure che mostra.

Correlato: [Recensione] Homunculus – L’inetto nella società – Critical Hit

1.  Il campo dell’arcobaleno

Copia di Aggiungi unintestazione
top 5 dei migliori manga autoconclusivi di inio asano

 Ecco il primo manga di questa lista, il campo dell’arcobaleno, scritto nel 2003 ed edito da Planet Manga. Perché si trova al primo posto? Perché quest’opera riesce a raccontare due storie. La prima parla di Amahiko Suzuki, la cui storia parte da quella di bambino e attraverso frammenti della sua adolescenza e infanzia arriva fino a quella adulta. Il viaggio della vita affrontato da Amahiko, non è uno di quelli normali; caratterizzato da abusi, dolore e morte, il cammino intrapreso dal protagonista lo porterà a dover affrontare un mostro gigantesco che ormai risiede dentro di lui da molto tempo e che difficilmente se ne andrà mai via. Il velo di mistero e di incredulità arricchisce la storia pesante e piena di significato che Asano vuole raccontare e vuole trasmettere ai suoi lettori. Asano è un mangaka che sa esprimere egregiamente le emozioni all’interno dei suoi personaggi ed è questo un punto cardine dell’opera in questione. Questa epopea fatta di critica sociale, turbe mentali e forti emozioni come potrebbero essere il senso di colpa, il rimpianto o l’aberrazione per la vita quotidiana, riesce in qualche modo a raccontare queste due storie ed è per questo che ho messo questo volume come primo. Ma qual’è la seconda storia che Asano vuole raccontare?

La seconda storia è proprio quella di Asano, che parallelamente a Amahiko (seppur in modo enfatizzato) ci viene mostrata piena di turbe mentali e preoccupazioni che segnano il mangaka in ogni sua opera. Questo strada nascosta e molto criptica nella mente contorta del nostro mangaka, ci vuole presentare cosa realmente il mangaka stesse provando e quale fosse la sua opinione sul genere umano. Asano non credo odi il genere umano, ma sicuramente quello che traspare da questa opera e anche dalle altre è un’opinione negativa al riguardo e questa negatività si sente maggiormente in questo suo volume. Ma è proprio da questo fondo del barile che Asano riesce a vedere una mano tesa verso di lui, una luce piena di speranza e di felicità, che ognuno di noi può raggiungere. Questo caotico ma allo steso tempo perfetto turbinio di emozioni mi ha costretto a posizionare il campo dell’arcobaleno in prima posizione, perché è un manga che vi posso assicurare non si farà dimenticare facilmente!

Fonte

Spy x Family 2 – Primo trailer per la nuova stagione

Spy x Family Primo trailer per la nuova stagione

Ecco il primo trailer per la seconda (2) stagione dell’anime “Spy x Family”, in arrivo in Giappone ad ottobre!

L’uscita della stagione 2 di Spy x Family si avvicina sempre di più, e finalmente è stato rilasciato un primo trailer per i nuovi episodi!

L’anime, tratto dalla serie manga Spy x Family di Tatsuya Endo, è stato uno degli adattamenti più rilevanti degli ultimi tempi, quindi non sorprende che, dopo la fine della prima stagione, l’anime sia stato rinnovato per una stagione 2.

Oltre alla nuova stagione, il 22 dicembre uscirà nelle sale cinematografiche giapponesi anche il primo film del franchise, intitolato Spy x Family Code: White.

Simile: Netflix – Nuovo trailer di Squid Game: The Challenge, il nuovo e gigante game show

La seconda stagione di Spy x Family porterà con sé alcuni degli archi più interessanti del manga, come Loid e Yor che escono insieme, ma anche uno degli archi più sanguinosi e violenti tra quelli che coinvolgono Yor.

L’uscita della nuova stagione è attualmente prevista per l’8 ottobre in Giappone, tuttavia non sono ancora stati annunciati dettagli in merito allo streaming internazionale, al momento.

Simile: Onimusha – Anime ispirato ai giochi Capcom in arrivo su Netflix

La nuova stagione vedrà il ritorno del cast di doppiatori e animatori. Il trailer presenta la nuova sigla di apertura, intitolata “Kurakura” e interpretata da Ado, e la nuova sigla finale, intitolata “Todome no Ichigeki” e interpretata da Vaundy e Cory Wong. Di seguito la sinossi ufficiale della serie.

“La pace nel mondo è in pericolo e l’agente segreto Twilight deve affrontare la sua missione più difficile: fingere di essere un padre di famiglia. Spacciandosi per un marito e padre amorevole, si infiltrerà in una scuola d’élite per avvicinarsi a un politico di alto profilo. Ha la copertura perfetta, se non fosse che sua moglie è una letale assassina e che nessuno dei due conosce l’identità dell’altro. Ma qualcuno la conosce, la sua figlia adottiva che è telepatica!”.

Fonte

10 manga shonen sottovalutati che dovresti leggere

manga shonen sottovalutati che dovresti leggere

Gli shonen ormai sono tanti e spesso capita che qualche titolo cada nel dimenticatoio, ecco 10 manga shonen sottovalutati che dovresti leggere

Mentre lo shonen come demografia si rivolge tipicamente agli adolescenti, le opere che rientrano in questa categoria impiegano tipicamente temi e argomenti universali che ogni lettore di manga può apprezzare. Indipendentemente dall’età o dal sesso, nessun lettore di manga può ignorare un manga shonen ben scritto e questi sono 10 manga shonen sottovalutati che dovresti proprio leggere!

Correlato: 5 Manga Horror Psicologici da leggere assolutamente

Grazie anche alla popolarità della rivista Shonen Jump, le opere shonen tendono a essere tra le più conosciute nel settore degli anime e dei manga. Tuttavia, mentre alcune finiscono per raggiungere livelli di popolarità simili a quelli delle Big Three, molte altre non raggiungono mai lo stesso successo, nonostante la loro spettacolare qualità.

Dai Dark

Copia di Aggiungi unintestazione

Creato da Q Hayashida, nota per la serie seinen dark fantasy Dorohedoro, Dai Dark è una storia sorprendente che mescola senza soluzione di continuità gore e horror con elementi di commedia surreale, ambientata in un mondo sci-fi unico. La storia segue il protagonista Zaha Sanko, un ragazzo la cui vita è definita da una terribile maledizione: si dice che le sue ossa possano esaudire qualsiasi desiderio, il che lo porta a essere braccato da una varietà di personaggi particolari.

Con il suo amico scheletrico Avakian, Sanko è a caccia dell’essere che lo ha maledetto e al contempo si difende dai suoi avidi aggressori. Oltre all’avvincente mistero, Dai Dark si distingue per lo stile artistico espressivo e grintoso di Hayashida.

Sakamoto Days

Copia di Aggiungi unintestazione

Sakamoto Days di Yuuto Suzuki segue l’omonimo protagonista, Sakamoto, che un tempo era conosciuto come il miglior killer del mondo. Tuttavia, la sua vita è cambiata drasticamente dopo essersi innamorato, essersi sposato e aver lasciato il suo vecchio lavoro per lavorare come commesso in un minimarket.

O almeno così pensava, non rendendosi conto che i suoi ex rivali avrebbero continuato a tentare di farlo fuori, anche dopo il suo ritiro. Mescolando perfettamente azione e commedia, sulla falsariga di opere più popolari come One-Punch Man, Sakamoto Days riesce a trovare modi sempre più creativi per far ridere i lettori, introducendo ed esplorando nuovi personaggi.

Tsukimichi: Moonlit Fantasy

Copia di Aggiungi unintestazione

Avendo ricevuto un adattamento anime, Tsukimichi: Moonlit Fantasy potrebbe non sembrare così sottovalutato come altre gemme nascoste, ma molti potrebbero averlo liquidato come un altro isekai. In realtà, è tutt’altro che semplice, anzi sovverte i tipici tropi isekai e offre un’esperienza originale.

Invece di essere scelto da un dio e dotato di poteri illimitati, il protagonista Misumi Makoto finisce in un altro mondo a causa di un accordo fatto dai suoi genitori, per poi essere rifiutato dalla dea e bandito nel bel mezzo del nulla. Le cose si aggravano solo quando finisce per stringere improbabili alleanze con eccentrici amici non umani con la capacità di trovare guai.

Dandadan

Copia di Aggiungi unintestazione

Dandadan di Yukinobu Tatsu è incentrato su due protagonisti: Momo Ayase, che crede nei fantasmi ma non negli alieni, e Ken Takakura, che crede negli alieni ma non nei fantasmi. Dopo essersi incontrati per caso e aver cercato di dimostrare l’uno all’altro che le proprie teorie sono corrette, finiscono per rendersi conto che entrambi sono sempre stati reali.

Storia eccentrica sull’occulto e sul soprannaturale, Dandadan combina un umorismo surreale con scene d’azione dinamiche per creare un’esperienza piacevole che ricorda opere come Mob Psycho 100. Se la premessa creativa è già sufficiente, il fantastico stile artistico non fa che migliorare il tutto.

Gachiakuta

Copia di Aggiungi unintestazione

Avendo iniziato la pubblicazione solo nel 2022, Gachiakuta non ha avuto molto tempo per svilupparsi, ma ha dato prova di sé. La storia segue Rudo, un ragazzo che vive con il padre adottivo Legto in una città galleggiante con una netta divisione di classe: i ricchi vivono in modo dispendioso, mentre i poveri si arrangiano a malapena.

Dopo essere stato ingiustamente condannato per l’omicidio di Legto, Rudo viene gettato nell'”Abisso”, un luogo in cui viene gettato tutto ciò che è considerato spazzatura, per poi essere spinto dalla vendetta. Gachiakuta si distingue per una serie di motivi, tra cui la premessa unica, lo stile artistico notevole e i personaggi forti.

Correlato: Le 10 migliori serie manga da recuperare assolutamente

Act-age

Copia di Aggiungi unintestazione

Sebbene gli anime e i manga che criticano l’industria dell’intrattenimento stiano diventando sempre più diffusi, con Oshi no Ko che è stato un successo recente, questo tema rimane in gran parte inesplorato. Act-age segue Kei Yonagi, una ragazza che ha sempre sognato di recitare, ma che ha faticato a dedicarsi a questo lavoro, dovendo prendersi cura dei suoi fratelli più piccoli.

Tuttavia, riceve finalmente la sua occasione quando viene scoperta dal famoso regista Sumiji Kuroyama. Oltre alla sua prospettiva unica e fresca sul mondo della recitazione, Act-age vanta anche un fantastico sviluppo dei personaggi e uno stile artistico incredibilmente espressivo. Anche se purtroppo è stato interrotto, vale ancora la pena seguire il viaggio di Kei.

Blue Box

Copia di Aggiungi unintestazione

Per quanto vari siano i manga shonen, il romanticismo non è un genere demografico di cui si parla spesso al di fuori delle serie harem, il che permette a Blue Box di distinguersi per il suo stesso concetto: combinare il romanticismo con il più popolare genere sportivo. La storia ruota attorno a Taiki Inomata e Chinatsu Kano, il primo dei quali nutre sentimenti romantici per il secondo.

Tuttavia, mentre Taiki è molto devoto al suo sport preferito, il badminton, non è neanche lontanamente popolare come Chinatsu, la stella nascente della squadra di basket. I personaggi sono assolutamente i protagonisti della serie, con uno stile artistico che richiama la demografia shoujo e che si sposa perfettamente con la serie.

Kaiju n. 8

Copia di Aggiungi unintestazione

Sebbene i kaiju siano una parte consistente della cultura popolare giapponese sin dai tempi di Godzilla, sono ancora sorprendentemente pochi gli anime e i manga che ruotano intorno a loro. Kaiju No. 8 di Naoya Matsumoto è uno di questi manga, la cui storia si svolge in un mondo in cui i kaiju sono abbastanza comuni da far sì che esista una specifica organizzazione militare d’élite per affrontarli.

Dopo aver acquisito improvvisamente la capacità di trasformarsi in un kaiju umanoide, Kafka Hibino realizza finalmente il sogno di una vita: unirsi alle forze armate. Dalle sequenze ricche di azione ai personaggi e alla storia intriganti, questo manga ha sicuramente molto da offrire ai fan delle storie kaiju e non solo.

Frieren: Oltre la fine del viaggio

Copia di Aggiungi unintestazione

Frieren: Oltre la fine del viaggio segue la protagonista Frieren, una maga elfa che ha sconfitto il re demone insieme agli altri membri del suo gruppo di eroi. Tuttavia, ciò che la distingue dai suoi compagni è la sua durata di vita, in quanto è quasi immortale.

Alla fine Frieren sceglie di intraprendere un viaggio di introspezione, ricordando le esperienze vissute con i suoi compagni mortali e comprendendo nel frattempo le differenze tra la sua razza e la percezione del tempo degli umani. Non si tratta solo di un racconto sincero narrato attraverso una magistrale narrazione visiva, ma anche di una profonda esplorazione dello scorrere del tempo.

Correlato: 10 dei migliori adattamenti anime da manga popolari

Look Back

Copia di Aggiungi unintestazione

Sebbene Tatsuki Fujimoto sia meglio conosciuto per opere come Chainsaw Man e Fire Punch, ha dimostrato di essere un maestro dell’intrattenimento d’azione e di altri generi. A riprova della sua maestria nel dramma, Look Back è un manga one-shot che ruota attorno a due studenti che, pur condividendo la passione per la creazione di manga, hanno approcci drasticamente diversi alla forma d’arte.

Esplorando magnificamente i temi della creatività, dell’amicizia e del significato dell’arte nel contesto di una storia di formazione, Look Back è una breve esperienza che lascerà senza dubbio un profondo impatto sui suoi lettori.

Fonte

Berserk – Rivelata la data di uscita del nuovo capitolo 374

Berserk Rivelata la data di uscita del nuovo capitolo

A grande sorpresa e per la gioia dei fan, lo studio Gaga e Kouji Mori hanno annunciato una data di uscita del prossimo capitolo 374 di Berserk

Il creatore di Berserk, Kentaro Miura, è morto prima della conclusione della storia contorta di Gatsu e la sua combriccola. Per dare una conclusione a Gatsu, Casca, Griffith e al loro mondo oscuro, lo scrittore Kouji Mori e gli artisti dello Studio Gaga hanno creato regolarmente nuovi capitoli del manga per introdurre nuove storie oscure nel curriculum della serie. Dopo una pausa estiva dalla pubblicazione di Young Animal, è arrivata online una nuova data di uscita per il capitolo 374 di Berserk, che permette ai fan del manga di sapere quando la storia di Gatsu continuerà.

Le 10 migliori serie manga da recuperare assolutamente

L’ultima volta che abbiamo lasciato Gatsu e il suo gruppo di avventurieri, le cose si stavano mettendo male per lo Spadaccino Nero. Sebbene Gatsu fosse finalmente riuscito a riportare Casca alla sanità mentale grazie ai maghi di Elfhelm, il ricongiungimento è durato poco a causa di Griffith e della sua nuova e terrificante Banda del Falco che hanno lanciato un assalto al luogo mistico.

Gli esseri soprannaturali che si erano dimostrati alcuni dei più forti alleati di Gatsu fino a quel momento sono stati spazzati via e Griffith ha colto l’occasione per rapire Casca, lasciando l’eroe del manga alle prese con il da farsi. Dubitando di se stesso e della sua spada nella lotta che lo attende, Berserk continua a gettare le basi per la rivincita Griffith/Gatsu che potrebbe chiudere la serie.

Berserk Capitolo 374 arriverà su Young Animal il 22 settembre, con Mouri e Gaga che continueranno a presidiare la nave mentre lo Spadaccino Nero si troverà ancora una volta su un vascello marino. La prossima puntata conterrà anche una pagina a colori della storia che vede Gatsu alle prese con la sua prossima mossa. Mentre Griffith continua ad accumulare potere in tutto il mondo, le cose continuano a sembrare piuttosto disastrose per i nostri eroi oscuri.

Correlato: VIZ Manga – La nuova piattaforma offre molto più degli shonen

Dopo Berserk: Memorial Edition, la serie dark non ha ancora confermato se un nuovo adattamento anime è all’orizzonte. Se la serie anime dovesse continuare, ci sono molte storie del manga che devono ancora essere portate sul piccolo schermo. Considerando la popolarità della serie, potrebbe essere solo una questione di tempo prima che lo Spadaccino Nero si faccia strada ancora una volta nel mondo degli anime.

Fonte

I 20 nemici più forti di tutto Dragon Ball

I nemici più forti di tutto Dragon Ball

Goku e i suoi alleati hanno combattuto contro molti cattivi nel franchise di Dragon Ball. Ecco i 20 nemici più forti di tutto Dragon Ball

Uno degli anime più apprezzati, Dragon Ball ha aperto la strada a una pletora di serie. Ha introdotto l’idea di “potenziare” e diventare più forti grazie alla rabbia, all’allenamento e a comodi espedienti di trama. Senza Dragon Ball e Dragon Ball Z, non esisterebbero serie come Naruto, Bleach, Yu Yu Hakusho e molte altre. Con l’atteso ritorno del manga Dragon Ball Super, sembra che il franchise non finirà mai.

Goku e il resto dei combattenti Z non sono gli unici ad arricchire la serie: con un’incredibile rogues gallery composta da alieni bizzarri e mostri interdimensionali, non manca mai qualcuno da combattere. Nel corso degli anni, per intrattenere sempre di più il pubblico, i combattimenti di Goku sono diventati sempre più estremi. Una volta la preoccupazione più grande di Goku era affrontare qualcuno abbastanza potente da distruggere una città, mentre adesso ha a che fare con nemici abbastanza forti da distruggere l’universo. Chi sono i nemici di Dragon Ball più forti che Goku e i suoi amici hanno affrontato finora?

Correlato: I 10 migliori combattimenti di Dragon Ball

20. Imperatore Pilaf

Copia di Aggiungi unintestazione
i 20 nemici più forti di tutto Dragon Ball

L’Imperatore Pilaf è di gran lunga il cattivo più debole del franchise di Dragon Ball. Tuttavia, Pilaf, Mai e Shu non sono mai stati pensati per essere “forti” nel senso convenzionale del termine. L’Imperatore Pilaf cercava le Sfere del Drago con l’intenzione di dominare il mondo. Infatti quando il personaggio è stato introdotto, Dragon Ball non era una serie su alieni divini che cercavano di distruggere l’universo.

Dragon Ball era una serie d’avventura scritta come una commedia. Quando Goku e i suoi alleati sono diventati più potenti, la serie ha abbandonato Pilaf e le sue buffonate. Il cattivo e i suoi partner tornano spesso in Dragon Ball Super, per lo più per ridere.

19. L’Armata del Red Ribbon

Copia di Aggiungi unintestazione
i 20 nemici più forti di tutto Dragon Ball

Agli inizi di Dragon Ball, gli elementi soprannaturali erano ancora pochi e poco diffusi. Le trasformazioni e il ki erano ancora presenti, ma non erano così abbondanti, ciò significava che un potente esercito umano poteva rappresentare una vera minaccia.

L’Armata del Red Ribbon originale è composto per lo più da nemici umani le cui abilità impallidiscono rispetto a Goku, ad eccezione di alcuni come il Mercenario Tao e il Generale Blue. L’Armata del Red Ribbon ha continuato a rimanere in agguato, prima grazie al continuo sviluppo dell’Androide del Dr. Gero e poi quando l’organizzazione è stata completamente rianimata da Magenta in Dragon Ball Super: Super Hero.

18. Re Piccolo

Copia di Aggiungi unintestazione
i 20 nemici più forti di tutto Dragon Ball

L’anime originale di Dragon Ball è stato piuttosto spensierato per le prime due stagioni: i primi episodi si incentravano meno sui cazzotti e più su Goku che incontrava i suoi migliori amici e si avventurava alla ricerca delle Sfere del Drago, introducendo i fan nel suo incredibile mondo. Il tono della serie cambia radicalmente quando entra in scena Re Piccolo.

Re Piccolo riesce a conquistare il mondo, utilizzando un esercito di scagnozzi e mostri, sconfiggendo Goku e uccidendo persino Krillin. Goku deve scatenare tutta la sua potenza per sconfiggere Re Piccolo, ma non prima che il re giochi un’ultima carta, creando un uovo contenente la sua progenie.

17. Piccolo

Copia di Aggiungi unintestazione
i 20 nemici più forti di tutto Dragon Ball

Un beniamino dei fan, Piccolo ha fatto parte di Dragon Ball Z e Dragon Ball Super fin dagli ultimi anni di Dragon Ball. Suo padre, Re Piccolo, è stato uno dei nemici più duri di Goku, dando all’eroe bambino la battaglia più difficile della sua giovane carriera. Dopo una brutale battaglia, Goku uccide Re Piccolo, ma prima di morire, il signore dei demoni da alla luce Piccolo, infondendogli tutto il suo odio, affinché un giorno possa uccidere Goku e sottomettesse l’umanità.

Quando Piccolo incontra per la prima volta Goku nel Torneo Mondiale di Arti Marziali, ha tutte le intenzioni di farlo.

Nonostante gli anni di addestramento che Goku aveva ricevuto da Kami, Piccolo si dimostra quasi più che all’altezza del giovane guerriero. Solo grazie a trucchi e un po’ di fortuna Goku riusce a prevalere. In seguito, dopo aver allevato il figlio di Goku, Gohan, in vista dell’arrivo dei Saiyan, Piccolo diventerà uno dei più stretti e forti alleati di Goku.

16. I Saiyan

Copia di Aggiungi unintestazione
i 20 nemici più forti di tutto Dragon Ball

Dopo l’arrivo di Raditz, il fratello Saiyan di Goku, si apre un mondo completamente nuovo in Dragon Ball Z. Goku scopre di appartenere a una razza di guerrieri super potenti che non solo hanno trascorso una vita a conquistare mondi, ma sono tra le specie più forti del cosmo. Costretto a combattere contro suo fratello dopo che Raditz ha rapito Gohan, Goku si allea con Piccolo. Insieme, sconfiggono Raditz, ma a costo della vita di Goku. Un anno dopo Nappa e Vegeta arrivano sulla Terra.

Anche in questo caso, l’arrivo di Vegeta segna una pietra miliare in Dragon Ball Z, e negli anime in generale, in quanto favorisce l’idea di iniziare come nemici per poi passare ad amichevoli rivali per tutta la vita. Tuttavia, prima che Goku e Vegeta sviluppino un rispetto reciproco e diventino alleati, Vegeta e Nappa uccidono la maggior parte degli amici di Goku.

15. La Ginyu Force

Copia di Aggiungi unintestazione
i 20 nemici più forti di tutto Dragon Ball

Dopo che Goku ha combattuto contro Vegeta, ci si è chiesti chi o cosa potesse venire dopo. Dopotutto, Vegeta si era vantato di essere in grado di distruggere un pianeta. Questo ha dato il via alla serie: chiunque si fosse trovato ad affrontare avrebbe dovuto essere un distruttore di pianeti e oltre. Durante la ricerca del pianeta Namek per ottenere le sfere del drago, Gohan, Crilin e Bulma vengono a conoscenza del malvagio dittatore intergalattico Freezer. Scoprono anche che ha ingaggiato la Ginyu Force per acquisire le sfere mistiche e sebbene Freezer sia considerato il più potente dell’universo, delega le uccisioni a coloro che sono sotto di lui.

I Combattenti Z formano una tenue alleanza con Vegeta e nonostante sia più forte di quando ha combattuto per la prima volta contro Goku, Vegeta perde contro i Ginyu. La Ginyu Force surclassa Vegeta, Gohan e Crilin, dando vita ad alcuni dei combattimenti più brutali di Dragon Ball fino a quel momento. Solo un Goku appena potenziato può batterli e Ciononostante, ogni membro della Ginyu Force viene ucciso da Vegeta.

14. Garlic Jr.

Copia di Aggiungi unintestazione
i 20 nemici più forti di tutto Dragon Ball

Garlic Jr. è degno di nota per avere una saga anime che funge da sequel di un film. Garlic Jr. ha fatto il suo debutto in DBZ nel primo film di DBZ, Dead Zone. In Dead Zone, ambientato prima della Saga dei Saiyan, Garlic Jr. desidera vendicarsi del fatto che Kami ha imprigionato suo padre. Per ottenere questa vendetta, Garlic Jr. raccoglie le sfere del drago e desidera l’immortalità.

Garlic Jr. è stato imprigionato alla fine di Dead Zone, tuttavia, è tornato in un episodio filler dell’anime. La Saga di Garlic Jr, ambientata tra le saghe di Freezer e Trunks, coinvolge Garlic Jr. che fugge dalla Dead Zone e fa precipitare il mondo in un’apocalisse di “zombie” con la Black Water Mist. Senza l’aiuto di Goku e Vegeta, Gohan, Piccolo e Crilin riescono a rispedire Garlic Jr. nella Dead Zone.

Correlato: I 25 migliori anime di sempre da vedere assolutamente

13. Cooler

Copia di Aggiungi unintestazione
i 20 nemici più forti di tutto Dragon Ball

Si discute spesso se Cooler, il fratello di Freezer, sia canonico o meno. Se Cooler è canonico, è un’opportunità per scoprire un altro lato della famiglia disfunzionale di Freezer. Da giovani, Freezer e Cooler si odiavano, ma dopo aver saputo che Freezer era morto per mano di un Saiyan della Terra, Cooler aveva bisogno di vendicare la sua famiglia.

Al suo arrivo, l’aspetto di Cooler era quasi identico a quello del fratello. Nel combattimento in questa forma, Goku resiste bene al nuovo nemico, ma Cooler rivela che, a differenza del fratello, può trasformarsi ancora una volta e per non soccombere Goku si trasforma in Super Saiyan. Sopraffatto, proprio come il fratello prima di lui, Cooler si rifiuta di arrendersi e per poco non distrugge la Terra con una Death Ball, che viene respinta dalla Kamehameha di Goku.

12. Gli androidi del dottor Gero

Copia di Aggiungi unintestazione
i 20 nemici più forti di tutto Dragon Ball

L’arrivo di Trunks ha creato le premesse per alcuni dei momenti più importanti di Dragon Ball Z. Dopo aver viaggiato nel tempo, Trunks avverte Goku e i suoi amici che tra tre anni una coppia di androidi li ucciderà. Prendendo a cuore l’avvertimento, Goku e gli Z Fighters si allenano più duramente che mai per prepararsi alla minaccia.

I primi androidi ad apparire sono l’androide 19 e l’androide 20. Anche se Goku perde, a causa di problemi cardiaci preesistenti, Vegeta e Piccolo battono il duo meccanico, anche se gli eroi non sanno che Trunks ha inavvertitamente sbagliato linea temporale e che gli androidi 19 e 20 non sono la vera minaccia. Quella vera in realtà sono gli androidi 17 e 18 che una volta attivati, uccidono il dottor Gero e sconfiggono il resto degli Z Fighters prima di essere assorbiti da Cell.

11. Broly (Dragon Ball Z)

Copia di Aggiungi unintestazione
i 20 nemici più forti di tutto Dragon Ball

Spesso definito il Super Saiyan leggendario, la potenza di Broly era sbalorditiva anche quando era solo un bambino. Vegeta aveva sempre sentito parlare del mito del Super Saiyan Leggendario e pensava che non fosse altro che un racconto.

Quando incontra il temibile cattivo, Vegeta cambia completamente idea e sprofonda nella paura, rendendosi conto che nonostante lui, Goku, Gohan e Trunks siano tutti in grado di diventare Super Saiyan, non sono nulla di fronte a Broly. Apparentemente più forte a ogni secondo che passa, i limiti di Broly non sono del tutto noti. Solo grazie agli stratagemmi di DBZ, con i combattenti Z che prestano la loro energia, Goku riesce a vincere.

10. Cell

Copia di Aggiungi unintestazione
i 20 nemici più forti di tutto Dragon Ball

Gli Androidi possono essere stati pericolosi, ma non sono nulla in confronto a Cell e alla sua potenza impressionante. Creato dal Dr. Gero, Cell possiede il DNA di Goku, Vegeta, Piccolo, Freezer e altri grandi guerrieri. Sebbene questo lo renda temibile, l’assorbimento da parte di Cell degli androidi 17 e 18 gli permette di raggiungere la sua forma Perfetta, trasformandolo in un essere in grado di spazzare via sistemi solari.

Con Cell non è in gioco solo il pianeta, ma l’universo. Se gli Z Fighters avessero perso, Cell avrebbe distrutto il mondo e si sarebbe spostato nel cosmo, distruggendo un mondo dopo l’altro. All’inizio sembrava che nessuno potesse fermarlo, ma la macchinazione di Cell alla fine ha portato alla luce il potere latente di Gohan, che si è trasformato in un Super Saiyan 2. In ogni caso, Cell sfiora la vittoria; il suo potere ha posto l’asticella per tutti i personaggi a venire.

9. Janemba

Copia di Aggiungi unintestazione
i 20 nemici più forti di tutto Dragon Ball

Potente quasi quanto Majin Bu, Janemba è letteralmente la definizione vivente del male. Antagonista centrale del film Dragon Ball Z: Fusion Reborn, Janemba è una piaga non solo per la Terra, ma la sua esistenza minaccia tutta la realtà, compreso l’aldilà.

Janemba ha due forme e, sebbene Goku sia riuscito a sconfiggere la prima trasformandosi in Super Saiyan 3, la seconda forma di Janemba si è rivelata comunque troppo per lui e per Vegeta. Con la capacità di manipolare la realtà, usando essenzialmente il tempo e lo spazio come armi, Janmeba è incredibilmente temibile e la sua unica vera debolezza erano gli insulti che gli venivano lanciati, che lo coglievano temporaneamente di sorpresa. Se Goku e Vegeta non si fossero fusi in Gogeta, avrebbe distrutto l’universo. I Saiyan fusi riescono a distruggere il demone purificando la sua energia malvagia con un attacco speciale.

8. Majin Bu

Copia di Aggiungi unintestazione
i 20 nemici più forti di tutto Dragon Ball

Creato dal malvagio mago Bibidi, Majin Bu è un djinn malvagio e il cattivo più potente di tutto Dragon Ball Z. Dopo essere stato resuscitato dal figlio di Bibidi, Babidi, Bu si scatena, distruggendo i protettori della Terra. Il potere di Bu è così grande che uccide Vegeta, Super Saiyan 2, distrugge la Terra e Goku è costretto a diventare Super Saiyan 3 per la prima volta.

Mentre gli spettatori hanno già visto altri cattivi con la capacità di trasformarsi, il potere di Bu è particolarmente unico. Bu assorbe i suoi sfidanti, aumentando la sua forza e alterando il suo aspetto e il suo stato mentale, riuscendo a diventare così più forte del Super Saiyan 3 Goku, costringendo Goku e Vegeta a fondersi in Vegito. Nonostante tutto, Goku ha dovuto caricare la più grande Spirit Bomb che avesse mai prodotto per porre fine al più forte cattivo di DBZ.

7. Goku Black

Copia di Aggiungi unintestazione
i 20 nemici più forti di tutto Dragon Ball

Dalla sua orribile e intensa introduzione, Goku Black ha segnato un cambiamento più oscuro in Dragon Ball Super. Goku Black era l’apprendista del Supremo Kai del 10° Universo, Zamasu, proveniente da una linea temporale principale non modificata. Zamasu ha usato le Super Sfere del Drago per rubare il corpo di Goku di quella linea temporale e diventare Goku Black. Goku Black si allea poi con il suo sé futuro, Future Zamasu, e tenta di spazzare via tutti i mortali del multiverso.

Avendo preso il controllo del corpo di Goku, il potere di Goku Black è una combinazione del potere di un Kai Supremo e della forza di un Saiyan. Questo gli permette di diventare più forte a un ritmo molto più veloce di qualsiasi Saiyan. Pur non potendo trasformarsi in un Super Saiyan tradizionale, Goku Black possiede una propria variante della tecnica, ovvero la trasformazione in un Super Saiyan Rose. Questa singola trasformazione era tranquillamente in grado di affrontare Goku o Vegeta in Super Saiyan Blue, la loro forma più forte.

Correlato: Le 10 migliori serie manga da recuperare assolutamente

6. Cell Max

Copia di Aggiungi unintestazione
i 20 nemici più forti di tutto Dragon Ball

Il film Dragon Ball Super: Super Hero ha introdotto molti nuovi elementi nel mondo di Dragon Ball, tra cui nuovi androidi, nuove trasformazioni e persino un nuovo Cell. L’Esercito del Nastro Rosso resuscita una versione mostruosa di Cell e a peggiorare le cose, Goku e Vegeta sono via ad allenarsi con Beerus, Whis e Broly. Questo porta Gohan e Piccolo a fare un passo avanti e a ottenere ciascuno una nuova forma.

Cell Max è ancora più forte del Perfect Cell originale e richiede a Gohan di attingere a un’altra forma nascosta per sconfiggerlo. Cell Max ha anche pochissime debolezze, a parte la sommità della sua testa a cui gli eroi mirano.

5. Freezer

Copia di Aggiungi unintestazione
i 20 nemici più forti di tutto Dragon Ball

Freezer è riapparso nel franchise di Dragon Ball in varie occasioni. È “morto” già due volte, ma ogni volta gli sceneggiatori hanno escogitato modi ingegnosi per riportarlo in vita. Quando gli scagnozzi di Freezer lo resuscitano, il signore della guerra interstellare vuole uccidere Goku. Rendendosi conto che il suo nemico è più forte che mai, Freezer decide di allenarsi per la prima volta in vita sua.

Quando Freezer attacca la Terra una seconda volta, si presenta con una nuova trasformazione, che lo trasforma in Freezer d’Oro. Goku, ora in grado di trasformarsi in Super Saiyan Blu, viene colto di sorpresa. Quasi sconfitto dalla potenza di Frieza, Goku riesce a prevalere su Freezer ingannandolo e facendoli spendere inutilmente la sua energia. Freezer, pur conservando il suo corpo nell’aldilà perché incapace di arrendersi alla sconfitta, continua ad allenarsi mentalmente, il che lo aiuta a diventare un personaggio chiave nel Torneo del Potere.

4. Broly (Dragon Ball Super)

Copia di Aggiungi unintestazione
i 20 nemici più forti di tutto Dragon Ball

Il Broly apparso nel film Super Saiyan Leggendario non è mai stato considerato canonico, come la maggior parte dei film di DBZ. Tuttavia, nel 2018, con l’uscita di Dragon Ball Super: Broly, Akira Toriyama ha introdotto un nuovo Broly, ritrattando la vecchia versione.

Questo nuovo Broly ha combinato i poteri della forma scimmiesca del Saiyan con il Super Saiyan, ottenendo una trasformazione più potente delle forme Super Saiyan Blue di Goku o Vegeta. Broly è alimentato da una rabbia inflessibile, ma questa è anche la sua rovina. Ciò che ha in forza grezza, gli manca in intelligenza e strategia e dopo che Goku e Vegeta si fondono in Gogeta, il combattimento è incredibilmente unilaterale a favore degli eroi. Tuttavia, il potenziale di Broly è evidente e Goku e Vegeta cercano di coltivarlo sotto forma di alleato potente e affidabile.

3. Zamasu fuso

Copia di Aggiungi unintestazione
i 20 nemici più forti di tutto Dragon Ball

Il potere di Zamasu fuso è così grande che la sua forza non solo minaccia una realtà, ma si diffonde anche in altre dimensioni e linee temporali, minacciando di spazzarle via tutte. Dopo che Zamasu e Goku Black hanno combattuto contro Goku e Vegeta, il duo malvagio ha capito che non doveva più sottovalutare i suoi avversari e si è fuso. Rivelando che la loro arma segreta era un set di orecchini Potara, diventarono l’essere conosciuto come Fused Zamasu.

Affrontando l’assalto combinato di due Super Saiyan Blu, Fused Zamasu domina Goku e Vegeta con uno sforzo minimo. La situazione sembra essere senza speranza, poiché nulla, nemmeno il Super Saiyan Blu Vegeto o la Spirit Bomb Sword di Trunk, può abbatterlo definitivamente. Anzi, distruggere il suo corpo non faceva altro che liberare una potenza maggiore. Solo Zen-Oh, che è a tutti gli effetti un Dio, è stato in grado di ucciderlo, cancellando ogni traccia del cattivo dall’esistenza.

2. Beerus

Copia di Aggiungi unintestazione
i 20 nemici più forti di tutto Dragon Ball

Il primo nemico di Goku in Dragon Ball Super è stato Beerus, il Dio della Distruzione. Quando Beerus viene a sapere che Goku è riuscito a battere Freezer e a diventare Super Saiyan, il dio spera che il guerriero sia in grado di saziare la propria voglia di combattere. Volendo trovare il Dio Super Saiyan, sulla base di un sogno fatto, Beerus affronta Goku. Dopo aver battuto Goku in soli due colpi, Beerus si dirige verso la Terra e decima il resto dei combattenti Z.

Dopo essersi ripreso dal primo incontro, Goku affronta nuovamente Beerus. Questa volta, grazie al Drago Eterno e all’energia presa in prestito dai suoi amici e familiari Saiyan, raggiunge il livello di Super Saiyan God e combatte contro Beerus. Anche con la nuova potenza e lanciando pugni in grado di essere percepiti in tutto l’universo, Goku perde. Dopo il combattimento, Beerus afferma di essersi trattenuto per tutto il tempo e di volersi semplicemente divertire. Attualmente non si sa se Goku sia più forte di Beerus, nonostante sia diventato molto più forte.

Correlato: I 10 manga più venduti dal 2010 a oggi

1. Jiren

Copia di Aggiungi unintestazione
i 20 nemici più forti di tutto Dragon Ball

A differenza di quasi tutti i personaggi, Jiren è l’unico antagonista che non è un cattivo. Attualmente è l’essere più forte che Goku abbia mai combattuto, come si è visto nel Torneo del Potere di Dragon Ball Super. L’esistenza di Jiren è stata una leggenda in altri universi; è considerato l’unico mortale che un Dio della Distruzione non può sconfiggere. Jiren ha un elenco incredibilmente lungo di imprese incredibili.

La sua presenza ha scatenato un ki così intenso da scuotere l’intero Mondo del Vuoto, un regno di dimensioni infinite. Ha sconfitto facilmente ogni forma dell’arsenale di Goku, ha deviato la Spirit Bomb dell’Universo 7 di Goku con un semplice sguardo ed è uscito dalla prigione temporale di Hit con una semplice mossa, osservando che il potere di Jiren trascende il tempo stesso. Goku, nella sua forma di Ultra Istinto, sconfigge Jiren, ma solo temporaneamente. Goku, Freezer e l’Androide 17 ormai esausti sconfiggono un Jiren altrettanto esausto, vincendo per un pelo il torneo.

Fonte

15 anime da guardare se vi è piaciuto One Piece

anime da guardare se vi è piaciuto One Piece

Ecco 15 anime da guardare se avete visto “One Piece” e ne avete apprezzato gli aspetti di avventura, combattimenti, amicizia e comicità!

Pubblicato come manga nel 1997 e successivamente come anime dalla Toei Animation nel 1999, One Piece intrattiene lettori e spettatori da oltre 20 anni, con narrazione e personaggi avvincenti e un buon equilibrio tra azione e senso dell’umorismo.

Correlato: I 10 combattimenti più difficili di Luffy in One Piece

La serie, che conta ormai oltre 1.000 episodi, è ricca di contenuti in grado di tenere incollato il pubblico per ore e ore di binge-watching. Tuttavia, ci sono molti altri anime da guardare che potrebbero interessare chi è fan di questo shonen, diversi dei quali sono influenti tanto quanto le avventure di Monkey D Luffy e dei Pirati di Cappello di Paglia in One Piece.

E se siete fan della serie e vi interessa mostrarlo con delle action figure One Piece, date un’occhiata all’articolo qui sotto!

Correlato: Le 10 Migliori Action Figure a tema One Piece

15. Black Clover – 170 Episodi

Black Clover racconta la storia di Asta, un giovane orfano che vuole diventare il prossimo Re Mago del suo regno. Tuttavia, c’è un ostacolo enorme tra Asta e l’obiettivo di una vita: non possiede la magia. Per superare questo ostacolo, dovrà lavorare molto più duramente dei suoi coetanei per affermarsi come Cavaliere Magico.

Asta proviene da un piccolo villaggio, ma, nonostante le dimensioni ridotte della sua casa, cresce insieme a un altro bambino, Yuno, probabilmente il giovane mago più promettente del Regno dei Trifogli. La loro rivalità non è solo il fulcro narrativo di Black Clover, ma da essa dipende anche il futuro del Regno.

14. Fairy Tail – 328 Episodi

Ambientato in un mondo ricco di esseri e luoghi magici, Fairy Tail è un divertente shonen che ha debuttato nel 2009. Il suo protagonista, Natsu Dragneel, è un mago della Gilda Fairy Tail, un gruppo di maghi potenti e dalle buone intenzioni che stipulano contratti in cambio di denaro.

Natsu è alla ricerca del suo padre adottivo, l’inafferrabile drago Igneel. Nel corso della sua ricerca, Natsu incontra una serie di streghe e maghi dalle grandi abilità, molti dei quali vengono reclutati per unirsi a lui come membri della Gilda Fairy Tail.

13. Bleach – 379 Episodi

La serie Bleach, che fa parte dei leggendari Big 3 del genere shonen (insieme a One Piece e Naruto), è uno degli anime di maggior successo commerciale di tutti i tempi. Il protagonista della serie, Ichigo Kurosaki, è da sempre in grado di vedere gli spiriti delle anime erranti. Tuttavia, quando incontra una Mietitrice di Anime di nome Rukia Kuchiki, la sua vita cambia per sempre.

Ichigo eredita i poteri di Rukia dopo che lei è stata ferita, il che risveglia rapidamente poteri molto più forti che giacevano dormienti dentro di lui. Sfruttando il suo nuovo potere, Ichigo protegge i suoi amici sia nel mondo reale che nella Soul Society, attirando su di sé le ire degli individui più potenti del mondo.

12. Magi: The Labyrinth Of Magic – 25 Episodi

Prendendo come spunto Le mille e una notte, Magi: The Labyrinth of Magic mescola molti dei migliori elementi dei generi fantasy orientali e occidentali. Alibaba, Aladdin e Sinbad sono solo alcuni dei nomi che compaiono nell’amata serie anime.

I personaggi principali della serie sono Aladdin e Alibaba. Quest’ultimo, secondo una profezia, è destinato a diventare il prossimo sovrano del regno. I due dovranno aiutarsi a vicenda per attraversare il Vecchio Mondo, incontrano lungo la strada molti adorabili compagni che li aiuteranno a perseguire il loro obiettivo.

11. Yu Yu Hakusho – 112 Episodi

Quando il protagonista di Yu Yu Hakusho, l’adolescente Yusuke Urameshi, muore mentre salva un bambino da un incidente d’auto, torna nel mondo umano come detective del mondo sotterraneo. Investito di un nuovo ruolo, Yusuke inizia a indagare su casi che coinvolgono demoni ed esseri soprannaturali.

Correlato: I 25 migliori anime di sempre da vedere assolutamente

Yu Yu Hakusho è un ottimo anime shonen e non c’è dubbio che abbia avuto almeno una certa influenza sull’autore di One Piece, Eiichiro Oda. La missione del protagonista attraverso il mondo sotterraneo ha contribuito a creare alcuni degli archetipi più noti degli anime, gettando le basi per innumerevoli serie che avrebbero seguito le sue orme.

10. Naruto – 220 Episodi

Il franchise di Naruto narra la storia di un giovane ninja di nome Naruto Uzumaki che cresce come un emarginato sociale. In quanto ospite di un essere demoniaco chiamato Volpe a Nove Code, Naruto spaventa molti dei suoi coetanei, il che fa sembrare impossibile il suo sogno di diventare il leader del suo villaggio.

Nonostante la bestia che si cela dentro di lui, la genuina gentilezza e lo spirito forte di Naruto iniziano a conquistare chi lo circonda e, in breve tempo, diventa benvoluto nel Villaggio della Foglia. Naruto e One Piece fanno parte dei Big 3 per un motivo ben preciso, quindi chi è fan di quest’ultimo probabilmente si divertirà a seguire le avventure di Naruto nei panni di uno shinobi.

9. The Seven Deadly Sins – 100 Episodi

Adattata in versione anime nel 2014, la serie The Seven Deadly Sins ha rapidamente conquistato un fandom numeroso e appassionato. Ricco di classiche sequenze d’azione shonen, l’anime è una divertente e colorata avventura fantasy. La storia segue un gruppo di cavalieri allo sbando, incolpati della caduta dell’impero della regione Britannia, che si uniscono per trovare il vero colpevole della disfatta del loro regno.

L’allegro Meliodas è il protagonista di The Seven Deadly Sins e guida le avventure dell’omonima squadra. La crescita del caparbio cavaliere nel corso della serie piacerà senza dubbio a chi ama la storia di Luffy, poiché entrambi sono divertenti e profondamente legati ai loro compagni di squadra.

8. One-Punch Man – 24 Episodi

Sebbene One-Punch Man sia una serie ricca di azione e di supereroi, è soprattutto un’amabile ed esilarante parodia dei classici tropi degli anime shonen. Saitama è un supereroe incredibilmente potente, tanto da poter eliminare avversari, alieni e mostri con un solo pugno.

Correlato: I 10 Combattimenti Anime Visivamente più Spettacolari

Tra sequenze d’azione divertenti, personaggi adorabili e momenti di comicità, la storia di One-Punch Man esplora brillantemente la zona grigia morale dell’essere un eroe. Questo, unito alla splendida animazione della serie, fa sì che il pubblico attenda pazientemente la terza stagione.

7. JoJo’s Bizarre Adventure – 190 Episodi

JoJo’s Bizarre Adventure è uno dei franchise più amati dal pubblico da quando Hirohiko Araki ha iniziato a scrivere e illustrare il manga nel 1987. Un adattamento anime non poteva che essere realizzato dopo che JoJo’s Bizarre Adventure è diventata una delle serie manga più vendute della storia, portando le avventure paranormali della famiglia Joestar sugli schermi di tutto il mondo.

Correlato: 10 dei migliori adattamenti anime da manga popolari

La serie d’azione contiene molti elementi soprannaturali, ma sfocia ben presto in territori folli e stravaganti. Grazie a storie avvincenti, a combattimenti estremi e a uno stile visivo inconfondibile, non sorprende che JoJo’s sia diventato un classico imperdibile per chi ama gli anime.

6. Sfondamento dei cieli Gurren Lagann – 27 Episodi

Gurren Lagann si svolge in un futuro in cui il ferreo Re Spirale, Lordgenome, governa la Terra e la popolazione umana vive nel sottosuolo. Due adolescenti, Simon e Kamina, hanno grandi progetti di vedere il mondo e il cielo, così fuggono per combattere contro le forze del dittatore ed esplorare la terra in superficie.

La serie presenta numerosi combattimenti tra mecha contro i cattivi Gunmen, ma non si tratta solo di battaglie tra robot giganti. Questa serie storica combina un’avventura emozionante con un dramma emotivo significativo e, soprattutto, presenta un cast di personaggi carismatici che osano sognare in grande e inseguire le proprie ambizioni.

5. Dragon Ball – 153 Episodi

One Piece è il manga più venduto di tutti i tempi, e ciò è dovuto in gran parte alle fondamenta gettate da serie shonen iconiche come Dragon Ball di Akira Toriyama. Incentrato sulle avventure di Son Goku, amante delle arti marziali, Dragon Ball segue le vicende dei suoi eroi mentre vanno alla ricerca di tutte e sette le Sfere del Drago, combattendo tutti i nemici che incontrano sul loro cammino.

Monkey D. Luffy e Goku sono entrambi eroi scanzonati e determinati, che instillano rapidamente un senso di meraviglia in chi li circonda. I due condividono anche lo schermo durante diversi episodi crossover, dando ulteriore credito alla sinergia tra le rispettive serie.

4. Hunter x Hunter – 148 Episodi

Mentre molti anime shonen riciclano tropi comuni, Hunter x Hunter cerca di sovvertire (e spesso di ignorare completamente) questi stessi stereotipi. Per molti aspetti, risulta simile a One Piece, quindi chi ama l’anime marinaresco farebbe bene a dare un’occhiata anche a Hunter x Hunter, se non l’ha già fatto.

Simile: L’anime migliore dell’anno dal 2010 al 2019

Quando il protagonista della serie, Gon Freecss, scopre che suo padre è un cacciatore di fama mondiale, decide di intraprendere a sua volta lo stile di vita del cacciatore. Il suo viaggio lo mette di fronte a numerose prove, minacce e cacciatori avversari, dando vita a una serie di trame non convenzionali, archi di personaggi ricchi di sfumature e momenti memorabili.

3. Black Lagoon – 24 Episodi

Black Lagoon è più cupo e violento di One Piece o dei suoi fratelli shonen, ma ha una cosa in comune con l’amata serie di Eiichiro Oda: i pirati. Quando un gruppo di pirati mercenari noto come la Lagoon Company rapisce il protagonista di Black Lagoon, l’uomo d’affari Rokurou Okajima, questi finisce per unirsi alla ciurma e aiutarla nelle sue redditizie missioni.

Simile: 20 dei migliori anime brevi da vedere assolutamente

Avendo a che fare con alcuni dei più meschini e potenti criminali di tutto il mondo, le operazioni di contrabbando della Lagoon Company la mettono spesso nei guai. Pertanto, la serie è ricca di azione, inseguimenti in barca e sequenze che rivelano un lato più oscuro della vita degli anime pirateschi.

2. Fullmetal Alchemist: Brotherhood – 64 Episodi

Il franchise di Fullmetal Alchemist è senza dubbio uno dei più amati di tutti i tempi, motivo per cui ne è stato realizzato un reboot con il nome di Brotherhood. Mentre la serie originale ha sviluppato un finale proprio, Brotherhood è un adattamento fedele del manga, che racconta la vera storia di come Edward e Alphonse Elric si riprendono dopo aver cercato di usare l’alchimia per resuscitare la loro madre morta.

Simile: 20 dei Migliori Anime da Vedere per Cominciare

Nel disperato tentativo di ripristinare i loro corpi, i due protagonisti di Fullmetal Alchemist: Brotherhood si imbarca in una missione per trovare la Pietra Filosofale. L’approccio alla costruzione del mondo di questo shonen epico e tentacolare richiama naturalmente il paragone con One Piece, e il suo colorato cast di personaggi dovrebbe interessare il pubblico di entrambi i franchise.

1. My Hero Academia – 138 Episodi

Adattata in versione anime nel 2016, la serie My Hero Academia è stata elogiata da fan e critica per la sua approfondita esplorazione della vita dell’eroe. In un mondo in cui quasi tutti possiedono superpoteri (conosciuti come Quirk), un giovane ragazzo di nome Izuku Midoriya sembra essere nato senza. Nonostante sia del tutto ordinario, è determinato a diventare il più grande eroe del mondo.

Con un cast di personaggi simpatici e divertenti, My Hero Academia passa da sequenze d’azione a momenti comici. Izuku supera rivali e supercattivi in una serie che difende gli sfavoriti, proprio come One Piece.

Fonte

anime da guardare one piece. one piece anime da guardare. anime da guardare one piece. one piece anime da guardare.

Lucca Comics & Games 2023 – Naoki Urasawa, grande mangaka contemporaneo, sarà alla fiera per firmacopie e interviste

Lucca Comics Games Naoki Urasawa grande mangaka contemporaneo sara alla fiera per firmacopie e interviste

Il Lucca Comics & Games 2023 sarà un’ottima occasione per tutti i fan dei manga per conoscere il grande mangaka Naoki Urasawa

Il Lucca Comics & Games 2023 è pronto a stupire i fan dei manga e del fumetto con grandi novità. Uno degli annunci più attesi riguarda la partecipazione di un ospite d’eccezione, un genio visionario capace di narrare in modo lucido le complesse sfaccettature del presente attraverso opere straordinarie.

Correlato: Lucca Comics & Games 2023 – Naoki Urasawa e molti altri saranno ospiti della fiera!

Questo ospite è Naoki Urasawa, un autore che ha venduto oltre 140 milioni di copie in tutto il mondo e ha ricevuto numerosi premi prestigiosi, tra cui lo Shogakukan Manga Award e l’Eisner Award. Inoltre, ha conquistato ben quattro Gran Guinigi come miglior fumetto seriale, per le sue opere “Monster”, “Pluto”, “Billy Bat” e “Asadora!”.

La sua partecipazione a Lucca Comics & Games rappresenta la sua prima volta in Italia, e grazie alla collaborazione con Panini, i fan avranno l’opportunità di incontrare il Sensei in una serie di eventi emozionanti e sessioni di autografi.

Naoki Urasawa ha debuttato nel 1983 con “Beta!!” e ha continuato a creare opere di successo come “YAWARA!”, “MONSTER”, “Happy!” e “20th Century Boys”. Nel 2018 ha presentato la sua collaborazione con il Museo del Louvre con l’opera “Mujirushi”. Attualmente, sta lavorando alla sua ultima serie, “Asadora!”.

Le opere di Urasawa sono state acclamate sia in Giappone che all’estero, e hanno attirato l’attenzione della critica e del pubblico. Le sue esposizioni personali sono state organizzate in diverse mostre nazionali e internazionali, confermando l’importanza e l’influenza del suo lavoro.

Correlato: Billy Bat – Panini annuncia nuova edizione al Lucca Comics

Il Lucca Comics & Games 2023 si prospetta come un evento straordinario per tutti i fan dei manga e del fumetto, offrendo l’opportunità di incontrare un autore di talento e scoprire le sue straordinarie opere.

Fonte

I 10 combattimenti più difficili di Luffy in One Piece

I combattimenti piu difficili di Luffy in One Piece

Ecco una lista dei 10 combattimenti che più hanno dato del filo da torcere a Luffy in “One Piece”, da scontri brevi a vere e proprie battaglie!

Nel corso dei 25 anni di serializzazione di One Piece, Luffy ha affrontato molti combattimenti epici, alcuni dei quali incredibilmente impegnativi.

Questi scontri sono alcuni degli eventi più importanti e intensi di One Piece, su cui si basano i momenti culminanti di intere saghe. Sono anche alcuni dei combattimenti più brutali della storia degli anime. I combattimenti di One Piece danno del filo da torcere persino a Dragon Ball.

Correlato: I 10 migliori combattimenti di Dragon Ball

La natura schietta di Luffy e la sua visione semplicistica del mondo lo portano spesso a confrontarsi direttamente con nemici molto più forti di lui.

Questo può portare a battaglie incredibilmente difficili e brutali, soprattutto più avanti nella serie, quando i nemici sono ancora più forti. Ecco i 10 combattimenti più difficili affrontati da Luffy in One Piece finora.

10. Arlong

I combattimenti piu difficili di Luffy in One Piece
Luffy VS Arlong

Uno dei nemici più iconici di Luffy, Arlong, è un uomo-pesce che ricatta Nami dopo aver ucciso sua madre e la costringe a lavorare per lui. Dato che Nami ha una delle origini più tragiche di One Piece, il pubblico non vedeva l’ora che Luffy eliminasse Arlong.

È la prima grande minaccia che Luffy deve affrontare e il loro combattimento è piuttosto intenso, con Arlong che morde e taglia Luffy con i suoi denti ed il suo naso affilati.

Simile: 20 dei migliori anime brevi da vedere assolutamente

Luffy conclude il combattimento distruggendo sia Arlong che la sua base, liberando Nami dal suo tragico passato. Sebbene questo sia sicuramente uno dei migliori combattimenti della serie, impallidisce in confronto ad alcuni degli scontri che avvengono dopo che Luffy entra nella Rotta Maggiore e affronta nemici molto più forti.

9. Ener

I combattimenti piu difficili di Luffy in One Piece
Luffy VS Ener

Ener era il sovrano deificato di Skypiea. Il suo frutto del diavolo, che gli conferiva il potere dell’elettricità, lo rendeva incredibilmente difficile da affrontare. Poteva colpire i nemici con fulmini e trasformarsi in elettricità per evitare la maggior parte degli attacchi.

Fortunatamente, il corpo gommoso di Luffy era il contraltare perfetto a questa abilità, fornendogli il vantaggio necessario per sventare i piani di Ener.

Il combattimento è stato comunque brutale, con Ener che ha pugnalato Luffy e lo ha costretto a combattere mentre era appesantito da una sfera gigante. Luffy è riuscito a trasformare questo ostacolo in una risorsa, ma la lotta è stata comunque durissima per lui.

8. Cracker

I combattimenti piu difficili di Luffy in One Piece
Luffy VS Cracker

Cracker è stato uno dei primi nemici che Luffy ha affrontato una volta arrivato a Whole Cake Island e il suo enorme livello di potere lasciava presagire i difficili combattimenti in arrivo.

Il potere di Cracker di manipolare i biscotti gli permette di creare scudi difensivi e soldati d’attacco, rendendolo un combattente formidabile.

Correlato: I 25 migliori anime di sempre da vedere assolutamente

Il loro scontro è durato più di undici ore, diventando uno dei più lunghi di One Piece, ma alla fine Luffy non ha subito troppi danni fisici, nonostante abbia dovuto mangiare i soldati di Cracker fin quasi a scoppiare. Questo fa sì che il combattimento non si collochi più in alto in questa lista, nonostante sia stato estenuante per Luffy.

7. Crocodile

I combattimenti piu difficili di Luffy in One Piece
Luffy VS Crocodile

Crocodile è stato il primo nemico importante che Luffy ha affrontato dopo essere entrato nella Rotta Maggiore ed ha ben dimostrato il livello di potere dei sette signori della guerra del mare.

Il loro combattimento è stato estremamente brutale per Luffy, che è stato impalato dall’uncino di Crocodile e disidratato dalle sue abilità legate alla sabbia.

Tuttavia, quando Luffy ha capito che poteva combattere Crocodile usando l’acqua, è riuscito a sconfiggerlo con una raffica di potenti pugni. Come per l’incontro con Arlong, questo è uno dei combattimenti più iconici dei primi anni di One Piece, ma impallidisce rispetto ad altri nemici che avrebbe affrontato in seguito.

6. Magellan

I combattimenti piu difficili di Luffy in One Piece
Luffy VS Magellan

Questa è una delle battaglie più brevi di questa lista, ma è anche una delle poche battaglie di One Piece che Luffy ha perso completamente. Magellan era il direttore della prigione di Impel Down e le sue abilità del frutto del diavolo Doku Doku danneggiano enormemente i suoi avversari quando vengono a contatto con le sfere di veleno che egli genera e manipola.

Simile: I 10 migliori Anime Horror secondo IMDB

Luffy ha tentato di sottometterlo a suon di pugni, come fa con molti dei suoi nemici, ma nel farlo ha subito un avvelenamento letale che lo ha rapidamente messo fuori combattimento. Per un po’, però, ha lottato contro il dolore, il che ha reso il combattimento estenuante e difficile finché Luffy è rimasto cosciente.

5. Marineford

I combattimenti piu difficili di Luffy in One Piece
Luffy a Marineford

Luffy era presente durante la guerra per la supremazia di Marineford e ha combattuto contro una varietà di nemici diversi, tra cui i tre ammiragli della marina di One Piece.

Molti dei combattenti erano molto più forti di lui e lo hanno sconfitto facilmente. Ad un certo punto, Luffy non riusciva fisicamente a continuare oltre, finché Ivankov non ha usato il suo frutto del diavolo per dargli la forza di andare avanti.

Dato il gran numero di nemici che ha affrontato e la natura continuativa del combattimento, tutte le battaglie di Luffy in questa guerra possono essere considerate come un unico lungo ed estenuante scontro. In questo senso, Marineford merita sicuramente di essere inserita in questo elenco.

4. Lucci

I combattimenti piu difficili di Luffy in One Piece
Luffy VS Lucci

La lotta di Luffy contro Lucci è probabilmente il suo combattimento più iconico prima del salto temporale, e per una buona ragione. Si tratta di una battaglia lunga e intensa in cui Luffy utilizza uno stile di combattimento nuovo di zecca, e in cui viene messo al tappeto e apparentemente sconfitto più volte.

Correlato: I 10 Combattimenti Anime Visivamente più Spettacolari

Ma ogni volta che cade si rialza, sfidando ogni pronostico. Questa determinazione è ciò che permette a Luffy di sconfiggere Lucci con il suo impressionante attacco Jet Gatling. Oltre ad essere uno dei momenti migliori di One Piece, questo attacco trascende la serie e diventa una delle migliori scene di combattimento anime in generale.

3. Doflamingo

I combattimenti piu difficili di Luffy in One Piece
Luffy VS Doflamingo

Doflamingo è tra i cattivi più spregevoli di One Piece, quindi la battaglia finale di Luffy contro di lui è stata incredibilmente soddisfacente. È stata anche incredibilmente lunga, poiché il potente frutto del diavolo Filo Filo di Doflamingo ha costretto Luffy a impegnarsi a fondo per contrastarlo.

Ad un certo punto, anche la sua forma Gear 4 Snakeman si è fatta troppo pesante per Luffy, costringendolo ad affidarsi all’aiuto degli abitanti di Dressrosa per guadagnare il tempo necessario a riprendersi.

Alla fine però, nonostante il grande tributo fisico che gli è costato e l’uso da parte di Doflamingo dei poteri del frutto, Luffy è riuscito a sconfiggere il signore della guerra e a liberare il popolo di Dressrosa dalla sua tirannia.

Sia di Luffy Gear 4 che di Doflamingo (ma non solo) esistono delle action figure One Piece davvero ben fatte se siete interessati a collezionare i vostri momenti preferiti della serie!

Correlato: Le 10 Migliori Action Figure a tema One Piece

2. Katakuri

I combattimenti piu difficili di Luffy in One Piece
Luffy VS Katakuri

Katakuri è il membro più forte dell’equipaggio di Big Mom oltre a Big Mom stessa, quindi il suo combattimento con Luffy è stato uno dei più difficili a cui Luffy abbia mai partecipato.

Le abilità del frutto del diavolo Mochi Mochi di Katakuri gli permettono di trasformare il suo corpo per schivare qualsiasi attacco e il suo Haki dell’Osservazione gli permette di vedere il futuro per conoscere le prossime mosse dell’avversario prima che queste vengano effettuate.

Luffy ha dovuto portare il proprio Haki dell’Osservazione al livello di Katakuri nel bel mezzo del combattimento e subire i suoi potenti attacchi mentre lo faceva. La battaglia si è conclusa con un potente scontro che ha messo al tappeto entrambi i combattenti, al che è stato Luffy, rialzandosi per primo, a vincere. Anche il governo mondiale ha riconosciuto l’importanza di questo risultato e ha aumentato la taglia su Luffy ad oltre un miliardo di bacche.

1. Kaido

I combattimenti piu difficili di Luffy in One Piece
Luffy VS Kaido

Il combattimento di Luffy contro Kaido racchiude tutto ciò che ha reso i precedenti combattimenti di Luffy così difficili ed eleva il tutto ad un livello superiore. Inizialmente Kaido sconfigge facilmente Luffy, gettandolo privo di sensi dalla cima dell’Onigashima nelle acque sottostanti.

Quando Luffy si riprende e si rimette in cammino verso la cima di Onigashima, Kaido sconfigge Luffy ancora una volta, anche dopo che Luffy ha dato il massimo con il Gear 4.

Anche dopo che Luffy risveglia il suo frutto del diavolo e scopre il Gear 5 per sconfiggere Kaido, il loro combattimento è ancora incredibilmente estenuante. Kaido è considerato la creatura più forte di One Piece e questo scontro ne è la prova.

Simile: L’anime migliore dell’anno dal 2010 al 2019 [MyAnimeList]

Probabilmente Luffy dovrà affrontare ancora molti combattimenti incredibilmente difficili, man mano che la serie proseguirà verso la Saga Finale. Nemici come Barbanera e Im si sono rivelati incredibilmente potenti e difficili da sconfiggere e, anche con le incredibili capacità del Gear 5 di Luffy, saranno probabilmente ancora molto difficili da battere. Ma se c’è qualcuno che ha la determinazione e la capacità di sconfiggere questi nemici è proprio Luffy, come hanno dimostrato i combattimenti passati di One Piece.

Fonte

[Recensione] Homunculus – L’inetto nella società – Critical Hit

Artboard copy

L’inetto nella società è qualcosa di alquanto paradossale ma allo stesso tempo molto comune. Ecco la recensione manga di Homunculus

La società esiste da sempre. Nasce fin dall’inizio dell’essere umano e con esso si è formata ma soprattutto si è evoluta. Questo agglomerato di persone, ma anche di regole e restrizioni visibili o invisibili, all’inizio era qualcosa improntata meramente alla sopravvivenza del singolo e di conseguenza anche della società. Con il passare degli anni la modernizzazione e l’educazione, hanno cambiato gli standard della società, evolvendosi seguendo le esigenze delle persone facenti parte di questo sistema da noi creato. Non fraintendetemi, la società tutt’oggi si concentra sulla sopravvivenza del singolo, ma in un modo molto differente. Con le nuove regole invisibili e le miriadi di restrizioni che ci vengono imposte è quasi come se il nostro vero nemico non fossero più la sopravvivenza, bensì la società stessa che ci inculca regole ferree e intransigenti. Dalla società non si scappa e chi ci prova viene additato come estraneo e allontanato da tutti. E quindi un uomo che non si sente parte di questa società cosa dovrebbe fare? Mescolarsi tra la folla e accettare le regole da essa imposte oppure scappare e cercare di ritrovare se stesso? So che la risposta potrebbe sembrare semplice, ma se ci pensate non è così e Homunculus (e forse questa recensione) potrebbe aiutarvi a trovarla.

Bentornati nella mia rubrica Critical Hit, dove andremo a recensire e un pò analizzare manga di svariati generi e categorie. Per la puntata di oggi abbiamo Homunculus un thriller psicologico con qualche vena horror qua e là, composto da 15 volumi totali editi da Planet Manga. Il mangaka dietro questa ottima opera è Hideo Yamamoto che inizia la serializzazione del manga nel lontano 2003 per poi concluderlo nel 2011.  Yamamoto che ha quasi esclusivamente lavorato a opere seinen, di cui Homunculus fa parte date le sue tematiche mature e per scene un po’ grottesche, fa uno splendido lavoro nel raccontare una storia per veicolare un messaggio che a tratti risulta quasi essere personale. Il manga è pieno di significato e trasmette con se una forte critica sociale, ma che sotto nasconde anche una critica al singolo, che sia il mangaka stesso o ognuno di noi. Utilizzando la figura dell’inetto (o per lo meno quello che la società considera tale) o dello stramboide Yamamoto fa immedesimare il lettore all’interno del protagonista per portarlo ad una riflessione interiore. Opere come Ichi the Killer e Hikari Man adottano esattamente questi personaggi strambi, inetti e particolari per veicolare qualcosa che a primo impatto potrebbe sembrare nascosto, ma che guardando affondo si trova in ognuno di noi. Bando alle ciance e addentriamoci più a fondo in questa ottima opera che vi farà sicuramente riflettere.

Aggiungi unintestazione
recensione homunculus

Correlato: [RECENSIONE] IKIGAMI – SIAMO DAVVERO LIBERI? – CRITICAL HIT

Spesso i contrasti che esistono in una società, non sono solo nascosti, velati o “sotto pelle” ma sono percepibili molto bene anche ad occhio nudo soprattutto nelle metropoli come quella di Tokyo. Poterli vedere così spudoratamente non fa altro che confermare quanto questi siano spesso paradossali da fare quasi ridere. Se da una parte vediamo grattacieli infiniti con hotel di lusso a 5 stelle super, in cui i ricchi guardano dall’alto delle loro superbe ricchezze, dall’altra parte, quella bassa, troviamo parchi pieni di tendopoli di senzatetto che a loro volta, dal basso delle loro povertà, guardano invidiosi i ricchi. Ma chi si trovasse esattamente tra i due? Una persona che decide di non voler far parte di nessuna delle due perché nauseato da entrambe? Questa è la storia di Susumu Nakoshi, un senzatetto che per l’unione di più eventi del passato decide di non decidere e di stazionarsi tra un edificio super pacchiano e una tendopoli in un parco pubblico, dormendo nella sua macchina. Dopo uno strano incontro di un suddetto medico, Nakoshi decide di sottoporsi ad uno strano intervento al cranio: aprirsi un buco in testa per la cifra di 700000 yen (circa 5k euro). Questo esperimento porterà il nostro protagonista a sbloccare il suo sesto senso, cioè vedere gli Homunculus, la rappresentazione fisica del subconscio umano delle persone. Cosa comporterà questa sua nuova abilità? Il nostro protagonista riuscirà a liberarsi da ciò che lo perseguita o lo ossessionerà fino alla fine?

Aggiungi unintestazione
recensione homunculus

Secondo il mio parere chi ne fa davvero da padrone in questo manga è il protagonista. Il mangaka si concentra quasi unicamente sul viaggio mentale e psichico che il nostro Nakoshi affronterà durante tutto l’arco narrativo. Si sofferma sulla sua evoluzione e sulle riflessioni che dovrà affrontare con il suo nuovo potere, per scoprire finalmente chi è davvero. Utilizzando la figura dell’inetto, del personaggio particolare, strambo e inusuale Yamamoto cerca infatti di nascondere questo viaggio che si direbbe anormale e di rivolgerlo ad un pubblico di persone che la società considera normali. Ma Nakoshi non è un uomo come gli altri. Anzi per essere precisi lo era, era esattamente un uomo come gli altri, un uomo che aveva tutto e che non poteva chiedere nulla di più: Soldi, potere e donne, tutto ciò che ogni uomo come ben inculcato dalla società punta a raggiungere. È da qui che parte il suo viaggio proprio quando Nakoshi decide di non voler più essere un uomo come gli altri e decide di voler davvero scoprire se stesso. Un personaggio misterioso che con l’andare avanti della trama inizierà a mostrare tutti suoi lati più nascosti facendoci capire come la ricerca di se stessi possa portare dolore e pazzia ma anche quanto possa essere positiva. Tra quel purgatorio in cui si trova, nel mezzo tra grattacieli super lussuosi e parchi pieni di tendopoli di senzatetto, Nakoshi dovrà lottare con il suo passato e combattere ciò che realmente è e cercare di abbandonare quel percorso che la società gli aveva imposto e che tutt’ora non riesce a dimenticare. Questo suo complesso viaggio rende questo personaggio uno dei più intriganti e intricati che abbia mai visto, rendono Homunculus un messaggero delle criticità della società ma anche dell’animo umano.

Aggiungi unintestazione
recensione homunculus

Correlato: [RECENSIONE] PLUTO – IL PARADOSSO DELL’UMANITÀ – CRITICAL HIT

La seconda tematica che circonda l’opera è sicuramente la società. Si traspare da ogni sua opera che Yamamoto ha a cuore il tema e la critica della società che rappresenta sempre come spietata e senza compromessi. Vediamo nel manga una società che con le sue regole visibili e invisibili costringe un uomo a cambiare totalmente e a perdere di vista ciò che ha davvero di importante davanti a se. Che sia una persona cara o addirittura se stesso, la società cambia ognuno di noi esattamente come vuole, ma come capirà Nakoshi spetta a noi integrarci o meno ad essa. Oltre a questa critica della società, raffigurabile ad una coperta che copre l’intera vicenda, sotto di essa c’è qualcosa di più velato di più intimo, che si nasconde sotto la maschera della critica della società. Troviamo un uomo che è alla ricerca di se stesso, del suo vero io. Un uomo indeciso che inizia un viaggio, questa sua ricerca verso l’io che diventerà sempre più opprimente e ossessiva. Viene messo in risalto quanto l’animo umano sia profondamente debole, quanto non riesca a liberarsi di quelle convinzioni che lo sorreggono ogni giorno nella sua vita. Nakoshi intrappolato in questa sua debolezza cercherà in tutti i modi di comprendere se stesso e spezzare tutte quelle convinzioni che ormai facevano parte di lui, e forse infondo riuscendo a capire se stesso.

Aggiungi unintestazione
recensione homunculus

Devo essere sincero quando faccio le mie recensioni e sono costretto ad affermare che a primo impatto il disegno di Homunculus non mi è piaciuto, un disegno quasi abbozzato, un po’ lasciato così, sporco e crudo, quasi poco lavorato. L’unica sensazione che mi ha davvero trasmesso questo disegno così particolare è sincerità: un disegno pensato in questa maniera probabilmente vuole far principalmente riflettere sulle tematiche che sprigiona e perciò non vuole soffermarsi troppo sui tecnicismi e sulla bellezza visiva. Ed è proprio questo tema, quello della bellezza, che il mangaka vuole mettere in risalto. Il concetto di bellezza dettata dalla società è un tema, molto presente e molto importante all’interno dell’opera e su cui vertono molti passaggi della trama. Una bellezza impossibile da raggiungere, una bellezza che è ovunque ma che nessuno riesce mai a raggiungere, una bellezza ossessiva e opprimente che purtroppo non riesce ad andarsene dagli occhi di nessuno. Ammaliato dalla trama e dal protagonista e proseguendo con la lettura sicuramente il tratto del disegno si è lasciato far piacere soprattutto grazie alla linea molto realistica e spigolosa del mangaka. Non ha però aiutato l’uso della 3D grafica che, anche se nascosta bene e non così palese, in alcune scene fa decisamente storcere il naso. Personalmente però ho apprezzo l’uso di questa tecnologia, mostrando come il mangaka voglia cercare di reinventarsi e di stare al passo con i tempi (o magari è solo pigrizia ma non mi sembra questo il caso).

Aggiungi unintestazione
recensione homunculus

Correlato: [RECENSIONE] BUONANOTTE PUNPUN – IL VIAGGIO DI UNA VITA – CRITICAL HIT

Homunculus è un manga molto criptico e molto metaforico, ma non così tanto da non fa capire cosa si sta leggendo, ma quello che basta da lasciare nel lettore una sorta di velato dubbio che instaurano un senso di incredulità mista a irrealistico. È come se per qualche scena ci si staccasse dalla realtà e atterrassimo in un altro pianeta con altre leggi che lo comandano per poi rifiondarci immediatamente sulla nostra e solita quotidianità. È proprio questa cripticità non troppo pesante che permette di rendere il manga molto coinvolgente e intrigante spingendo il lettore alla lettura costante del manga. Pur essendo all’inizio sicuramente spiazzante, a poco a poco questo cripticità inizierà sempre a farsi più chiara e, grazie ad una struttura di trama degna di nota, più capibile. La trama è proprio ciò che unisce tutte queste tematiche e riesce veramente a mostrarci le varie sfaccettature sia della società ma in fondo in fondo anche della psiche umana . Una trama scritta con i controcazzi che lega il lettore fortemente ad ogni personaggio sia principale che secondario e che vi consiglio caldamente di recuperare.

In conclusione a questa recensione, Homunculus è un manga che porta il lettore a riflettere e a farlo aprire gli occhi su quelle criticità che caratterizzano la società moderna società ma che in fondo ognuno di noi porta con se. Un disegno con un forte significato, personaggi ben scritti e una trama che lega il tutto perfettamente. Non posso che consigliarvi fortemente il recupero se non lo avete già fatto di questa fantastica opera che forse vi farà capire chi siete o forse chi non siete davvero.

Fonte

VIZ Manga – La nuova piattaforma offre molto più degli shonen

VIZ Manga La nuova piattaforma offre molto piu degli shonen

La nuova piattaforma per leggere manga, VIZ Manga, offrirà molto più degli shonen: da “Nana” a “Buonanotte, Punpun”, fino a Junji Ito!

Lunedì, VIZ Media ha annunciato il lancio di un nuovo servizio di lettura di manga chiamato VIZ Manga, che darà all’utente l’accesso ad una varietà di manga più ampia, al di fuori delle sue solite serie shonen d’azione e avventura, per soli 1,99 dollari al mese.

Per rendere ancora più appetibile l’offerta, il nuovo servizio di abbonamento manga offrirà in esclusiva Nana, uno dei più manga shojo più famosi di tutti i tempi.

Nel video di annuncio (che trovate in fondo all’articolo), il CEO di VIZ Media, Ken Sasaki, ha rivelato che l’idea di rilasciare il servizio VIZ Manga è nata dal lancio “di grande successo” dell’applicazione concettualmente simile Shonen Jump, avvenuto quattro anni fa.

Mentre l’app Shonen Jump si rivolge maggiormente a fan degli shonen che vogliono leggere nuovi capitoli tradotti settimanalmente di serie popolari come One Piece, Jujutsu Kaisen e Chainsaw Man, sostenendo al contempo i loro creatori con l’abbonamento, il catalogo dell’app Viz Manga offre oltre 10.000 capitoli di serie manga romance, fantasy, horror e slice-of-life di fresca traduzione.

Simile: 10 dei migliori adattamenti anime da manga popolari

“Il numero di fan che leggono manga ufficiali è cresciuto drasticamente ed è ora di espandersi”, ha detto Sasaki. “È chiaro che vi piacciono i nuovi capitoli simulpub e l’accesso alle serie come parte dell’abbonamento digitale. Ci sono molti tipi di manga e sono molto orgoglioso di annunciare un nuovo servizio per soddisfare le esigenze della più ampia comunità manga”.

Secondo l’app ufficiale di VIZ Manga, il servizio includerà serie rom-com come Komi Can’t Communicate, serie horror come Call of the Night, Buonanotte, Punpun di Inio Asano, Zom 100: Bucket List of the Dead e Alice in Borderland, entrambi di Haro Aso, Ranma ½, Inuyasha e Yasahime di Rumiko Takahashi, Uzumaki di Junji Ito, e la popolarissima serie shojo Nana di Ai Yazawa.

Simile: I 25 migliori anime di sempre da vedere assolutamente

“Questo è solo l’inizio. Prometto che arriveranno molti altri manga”, ha detto Sasaki.

Proprio come i servizi di streaming hanno modificato gli abbonamenti alla TV via cavo, l’industria dei manga è diventata un focolaio di applicazioni che sperano di attirare nuovi lettori con le loro librerie esclusive.

Le piattaforme di lettura dei manga non sono tutte uguali. Anche se Manga Up! della Square Enix offriva in esclusiva Daemon of The Shadow Realm, la nuova serie d’azione fantasy di Hiromu Arakawa, creatore di Fullmetal Alchemist, gli utenti hanno trovato poco interessante il lancio del servizio negli Stati Uniti lo scorso luglio.

Simile: 20 dei Migliori Anime da Vedere per Cominciare

A differenza dell’app Shonen Jump, che permetteva di sfogliare fino a 100 capitoli al giorno, Manga Up! divideva i capitoli in parti, incentivando i lettori ad acquistare monete per delle microtransazioni in modo da poter completare un intero capitolo. Inoltre, presentava barre di censura piuttosto aggressive su qualsiasi pannello di manga che potesse essere considerato rischioso, per soddisfare le politiche delle piattaforme mobili di alcuni paesi.

Si spera che l’app VIZ Manga non si allontani troppo dal modello di Shonen Jump di VIZ (che comunque quest’anno ha aumentato il costo dell’abbonamento a 2,99 dollari).

Fonte

10 dei migliori adattamenti anime da manga popolari

dei migliori adattamenti anime da manga popolari

A volte l’allievo supera il maestro giusto? Questi sono 10 dei migliori adattamenti anime di manga popolari che lo dimostrano

Spy X Family è diventato uno degli adattamenti di manga più amati dai fan sin dalla sua prima edizione nel 2022. Con poche eccezioni, i manga più popolari in circolazione finiscono sempre per ricevere un adattamento anime, in un modo o nell’altro. Questi sono 10 dei migliori adattamenti anime da manga popolari!

Correlato: I 25 MIGLIORI ANIME DI SEMPRE DA VEDERE ASSOLUTAMENTE

Una volta scelto, l’adattamento di un manga può andare molto male oppure può finire per migliorare il materiale di partenza, ottenendo un’accoglienza favorevole da parte di lettori e spettatori. I migliori adattamenti di manga sono di solito quelli in cui gli studios possono tradurre con sicurezza ciò che è stato scritto sulla pagina e portalo sullo schermo.

Spy X Family (2022 – presente)

Aggiungi unintestazione
10 migliori adattamenti anime manga

Spy X Family ha più che dimostrato di essere diventato un classico della comunità degli anime con il suo stile anni 60 da film di spionaggio della Guerra Fredda e mostrando le doppie nature di ogni personaggio principale mentre lottano individualmente per la pace nel mondo.

La collaborazione tra lo studio Clover e WIT è stata a dir poco straordinaria nell’adattamento di questa serie. Si è cercato di rendere il mondo reale come quello di una Berlino Est degli anni ’60, senza mai trattenersi quando l’azione lo richiedeva e rallentando il ritmo del dramma quando era necessario. È un adattamento competente di una popolare serie manga e il suo successo non mostra segni di rallentamento.

Kaguya-Sama Love Is War (2019 – presente)

Aggiungi unintestazione
10 migliori adattamenti anime manga

Con il manga che si concluderà presto e l’anime che ha concluso la sua terza stagione, Kaguya-Sama Love Is War ha lasciato un’ottima impressione, nel genere delle commedie romantiche, a tutti i fan del globo. Dal ridicolo stato di conflitto attorno al quale ruota la serie, all’eccentrico narratore che riesce, con le sue frasi ad effetto, a diventare a tratti il miglior personaggio della serie.

Sebbene il manga in sé sia fantastico da leggere, l’anime gli conferisce un’ulteriore esagerazione che mostra quanto siano esilaranti le vicende di Shinomya e Shirogane nel loro gioco di confessioni d’amore. Kaguya-Sama è uno dei migliori anime liceali fino ad oggi per il suo conflitto unico e A-1 Pictures lo sapeva meglio di chiunque altro quando ha deciso di mostrare l’assurdità di tutto questo.

Attack On Titan (2013 – presente)

Aggiungi unintestazione
10 migliori adattamenti anime manga

Probabilmente la serie televisiva più attesa dai tempi di Game of Thrones, Attack On Titan è diventata rapidamente una delle serie più popolari di tutti i tempi. Basata sull’omonimo e stimolante manga di Ishiyami, sia WIT che MAPPA sono riusciti a gestire sapientemente la costruzione del mondo, i personaggi, le trame e i temi dell’adattamento.

È molto probabile che la maggior parte dei fan di AoT siano “anime-only” e che solo pochi di loro si siano precipitati a leggere il manga dopo il finale della seconda parte dell’ultima stagione. Ma questo fatto da solo la dice lunga sull’impatto che l’anime ha avuto sul pubblico, tanto da spingerli a non leggere il manga per 10 anni.

Gintama (2011 – 2018)

Aggiungi unintestazione
10 migliori adattamenti anime manga

Con una premessa che sembrava non dovesse funzionare sulla carta, Gintama ha sorprendentemente funzionato alla grande anche sullo schermo. Gintama è uno di quei rari casi di serie che gestiscono sapientemente la linea sottile tra dramma e commedia, dove il pubblico di tutti i gusti può godere dell’assurdità che si svolge sia sulla pagina che sullo schermo.

Ciò che rende l’anime Gintama così epico è che rompe sia la quarta parete che le regole di adattamento. In questo anime non ci sono limiti, perché sia lo studio che il talento hanno la possibilità di esagerare l’assurdo fino all’estremo. Uno dei personaggi, il gorilla-sensei Sorachi, da voce al suo naso come gag ricorrente per tutta la serie.

One Piece (1999 – oggi)

Aggiungi unintestazione
10 migliori adattamenti anime manga

One Piece è una delle più lunghe serie manga in corso, quindi è giusto che il suo adattamento anime sia uno dei più lunghi in corso nella sua categoria medium.

Il lungo viaggio che la ciurma di Cappello di Paglia sta affrontando, come una delle migliori crew di anime/manga, è ancora oggi una delle storie più accattivanti uscite dal Giappone per il mondo intero. Fortunatamente Toei Animation non ha mai seguito la strada di Pierrot, tagliando la serie a metà della pubblicazione del manga e decidendo di continuare a navigare con Eiichiro Oda.

Correlato: Correlato: 20 DEI MIGLIORI ANIME BREVI DA VEDERE ASSOLUTAMENTE

Jujutsu Kaisen (2020 – presente)

Aggiungi unintestazione
10 migliori adattamenti anime manga

Lo shonen d’azione e avventura di Gege Akutami ha ultimamente cavalcato un’ondata di popolarità con la recente uscita del film prequel, Jujutsu Kaisen 0, che è stato distribuito nelle sale con un’accoglienza positiva sia in patria che all’estero. È facile capire il perché, con un concetto che mescola Harry Potter e Bleach, riesce comunque a mantenere la propria originalità.

Lo Studio MAPPA ha curato l’adattamento del manga di Akutami e ha dimostrato amore e cura per la serie. Mentre la serie in sé è meravigliosamente disegnata in tutta la sua crudezza, l’anime riesce a renderla serena e bella senza mancare di mostrare quanto possa essere spietato il mondo del jujutsu kaisen. E sarà solo questione di tempo quando i “fan del solo anime” avranno una sorpresa, quando il famoso “arco di Shibuya” farà il suo debutto nella prossima stagione dello show.

Le bizzarre avventure di Jojo (2012 – presente)

Aggiungi unintestazione
10 migliori adattamenti anime manga

Se One Piece è una delle serie in corso più lunghe, Hirohiko Araki la batte di dieci anni con la sua serie Jojo’s Bizarre Adventure. L’unica differenza è che la serie di Araki è un’antologia, con ogni parte che possiede il proprio personaggio principale accumunati dalla stirpe di sangue e dal soprannome.

Jojo’s Bizarre Adventure, come suggerisce il titolo, è una corsa sfrenata per tutti i fan affamati di battaglie. La sua volontà di abbracciare il campo da battaglia è uno dei punti di forza della serie e questo la rende una delle migliori serie adattate dai manga. Se non fosse stato per l’anime, il mondo non avrebbe mai conosciuto Dio Brando, uno dei migliori cattivi degli anime ad essere cooptato nella cultura dei meme.

Devilman Crybaby (2018)

Aggiungi unintestazione
10 migliori adattamenti anime manga

Negli ultimi anni Netflix si è mossa per appropriarsi di varie IP di anime/manga, oltre a creare il proprio dipartimento di animazione per creare nuovi contenuti originali. Uno dei primi progetti che avrebbe concesso in licenza sarebbe stato il più recente e ampiamente accettato adattamento del manga di Go Nagai del 1972, Devilman.

Devilman Crybaby di Netflix, senza allontanarsi troppo dai temi originali di Nagai di critica sociale, aveva ancora qualcosa soprattutto ai fan più giovani. Infondendo nell’amato manga i temi dell’inclusività LGBTQ+ e i danni del bigottismo, Devilman Crybaby è riuscito comunque a mantenere la trama originale senza perdere un colpo, dimostrando che anche i più grandi adattamenti possono prendersi delle libertà creative con effetti positivi.

Demon Slayer (2019 – presente)

Aggiungi unintestazione
10 migliori adattamenti anime manga

Da quello che avrebbe potuto essere un altro tipico anime d’azione shonen, quando lo Studio Ufotable ha preso in mano l’opera di Koyoharu Gotouge, Demon Slayer (Kimetsu no Yaiba), nessuno avrebbe potuto prevedere che avrebbe creato uno dei più grandi franchise della memoria recente. Con il solo adattamento cinematografico dell’arco di Mugen Train, sono riusciti a diventare il film giapponese di maggior incasso di tutti i tempi.

Sebbene il manga di Gotouge sia abbastanza bello di per sé, alcune aree avrebbero potuto essere migliorate, dal disegno ai buchi di trama. Finora, Ufotable è riuscita a “sistemare” entrambi i problemi e molto altro ancora. La qualità dell’animazione in Demon Slayer è da sola una prova di forza nel mostrare le varie tecniche di spada, mentre si scontrano con le arti dei demoni in bellissimi spettacoli d’azione per tutti i fan.

Correlato: I 10 MIGLIORI ANIME HORROR SECONDO IMDB

Mob Psycho 100 (2016 – oggi)

Aggiungi unintestazione
10 migliori adattamenti anime manga

Scritto dal mangaka di One Punch Man, l’enigmatico ONE, Mob Psycho 100 è uno di quei racconti bizzarri che combinano temi di assoluto caos e occulto con una storia ordinaria di crescita dalla adolescenza. Mob Psycho 100 potrebbe essere una delle migliori serie anime dell’ultimo decennio e ogni stagione ne è la prova.

Utilizzando la crudezza dello stile artistico dei webcomic di ONE, lo studio Bones è riuscito a dare vita a un manga in modo accurato, abbracciando tale crudezza senza ricorrere alle solite tattiche di pulizia utilizzate da altri adattamenti. Mentre l’animazione e lo stile artistico sono importanti per un anime, Bones ha mantenuto la storia, che è altrettanto se non più importante per il successo di un anime. Come Evangelion per due decenni, Mob Psycho 100 ha lo stesso potenziale di portare il peso dei suoi temi alle generazioni future, il che lo rende uno dei più grandi adattamenti di un manga fino ad oggi.

Fonte